Categorie

Patricia D. Cornwell

Traduttore: A. Biavasco, V. Guani
Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2013
Pagine: 390 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804626749

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    andrea

    25/02/2016 15.09.16

    io non mi capacito di come questa scrittrice abbia un seguito...è un libro illeggibile,senza capo ne coda,dialoghi al limite dell'assurdo e storia senza senso.

  • User Icon

    mauro

    08/06/2014 20.23.16

    Vorrei (in parte) dissentire dalle altre critiche Questo, effettivamente, è un buon libro. Uniche pecche sono quelle di essere scritto in modo poco consono e di avere un finale non abbastanza esaustivo (per uno come me abituato alle spiegazioni alla Agatha Christie o alla Ellery Queen).

  • User Icon

    Gabry

    07/05/2014 08.53.24

    Seguo la Cornwell dall'inizio e noto un graduale ma inesorabile peggioramento della qualità dei suoi libri. In questo, ma anche negli ultimi che lo hanno preceduto, c'è troppo spesso la ripetizione inutile di fatti o dettagli che non servono alla narrazione della storia, ma solo a far crescere il numero di pagine. Ci sono particolari tecnici assolutamente inutili. Indubbiamente la Cornwell conosce il mestiere di cui parla, ma credo sarebbe più utile che si prendesse 2-3 anni di pausa ed evitasse di sfornare uno dietro l'altro romanzi deludenti, perlomeno per noi che eravamo suoi fan. Da sconsigliare.

  • User Icon

    gianpaolo v.

    20/08/2013 14.58.38

    Che fatica. Premetto che non ho mai letto un libro di Patricia C. prima di questo. Che casino Dove sono i collegamenti tra i diversi omicidi per definirlo seriale??? Il finale temporalmente assurdo. Come fa l'omicida ad occuparsi contemporaneamente di due vittime in un lasso di tempo così breve??

  • User Icon

    Brunella

    21/07/2013 16.23.15

    I capolavori di Patricia Cornwell sono solo al passato, questi nuovi romanzi sono gradevoli ma non hanno nulla a che fare con i precedenti successi. Anche questo non è male, si legge facilmente ma non appassiona più di tanto. Ho apprezzato, essendo animalista, le vicende sugli animali di questo romanzo. Punto.

  • User Icon

    Geronimo il perfido

    14/03/2013 15.42.08

    Sicuramente i romanzi di Patricia negli U.S.A. vengono usati come manuali di Medicina Legale! In prima persona e in tempo reale : Kay ha i bollori appena un giovane baldo e fiero la guarda o la sfiora; Benton se ne accorge e dopo una dose ottimale di Viagra la riporta sulla retta via matrimoniale; Lucy ha ritrovato l'anima gemella; Marino, come d'obbligo, compie le sue belinate; il fattaccio "noir" viene risolto chiaramente nel finale, ma con poca soddisfazione del lettore, che preferirebbe un'ampia spiegazione alla Nero Wolfe. I libri della Cornwell, come quelli degli altri autori preferiti, si acquistano senza neanche leggerne il titolo; però a lungo andare diventa dura la missione e giusto perché ci si affeziona ai personaggi, altrimenti la noia ci affogherebbe...

  • User Icon

    Mandy

    10/03/2013 18.26.54

    Lo stile di scrittura di Patricia mi piace sempre molto e mi tiene attaccata al libro come sempre. vengono riproposti i personaggi inseparabili compagni di Kay Scarpetta.

  • User Icon

    Laika

    07/03/2013 14.52.57

    Mi dispiace, come al solito ero fiduciosa di un miglioramento, ma sembra un testo tecnico per specialisti in informatica e in elicotteri, che proprio non mi appassiona più di quel tanto.Quello che mi ha fatto piacere è la sensibilità che dimostra verso gli animali e in questo caso con la gattina trovata nella casa della vittima, e anche con il cane Sock che aveva salvato in un precedente caso, per questo grazie Patricia.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione