Categorie

Brunonia Barry

Traduttore: S. Cherchi
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2009
Pagine: 389 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811686439

Salem è una cittadina portuale del Massachussets, un tempo centro di snodo delle attività mercantili e tessili, oggi affida la sua fortuna al folklore e alla leggenda, che la vede popolata da streghe. Gli abitanti di Salem sanno benissimo che le streghe non esistono e che quelle strane donne che indossano rossi cappelli a falde larghe, sono solo un tassello dell'economia locale, eppure al largo della costa, a Yellow Dog Island, la famiglia Whitney custodisce davvero un segreto. May, la sua matrigna Eve, sua sorella Emma e le sue figlie, le gemelle Lyndley e Towner, hanno una dote particolare: leggono attraverso il pizzo. Si tratta di un'antichissima pratica, che si compie guardando attraverso il tipico tessuto di Ipswich e che permette, seguendo le trame sottili, la continuità e le interruzioni dell'ordito, di conoscere il destino della persona interrogante.
Attorno alla casa della vecchia Eve si riuniscono tutti gli abitanti della città, quelli che hanno bisogno di aiuto, ma anche quelli che vogliono solo prendere una tazza di the. Tutto procede tranquillo, fino a che Eve scompare misteriosamente. è solo allora che, dopo quindici anni, Towner fa ritorno a Salem. Dopo aver perso sua sorella gemella Lyndley e aver passato molti anni in un ospedale psichiatrico, Towner rimette piede nella grande casa di Eve, che le aveva fatto da madre dopo l'abbandono da parte di May. è tra le stanze vuote di quella grande casa, tra le pagine di un diario ormai dimenticato, che Towner cercherà le ragioni di una tragedia.
Ritta su una roccia, a strapiombo sull'oceano, Towner ripensa alla tempesta e ai labrador, alla lunga notte in cui sua sorella sparì per sempre e il suo patrigno Calvin, rese definitivamente cieca sua zia Emma. Ora Calvin Boynton vive in un campeggio e fa il predicatore. I suoi giovani adepti, i "calvinisti", ex drogati e alcolizzati redenti, si aggirano per le strade della cittadina proseguendo la caccia alle streghe di Salem. Un odio rivolto alle donne, alla loro magia e alla loro forza, una crociata all'interno della quale Towner si ritroverà immersa ancora una volta. Adesso che Eve, la lettrice del pizzo, e un'altra giovane donna, sono misteriosamente scomparse, grazie all'aiuto dell'ispettore Rafferty, Towner dovrà riportare alla luce i suoi ricordi, distinguere la realtà dall'immaginazione, la verità dalle bugie.
Un romanzo capace di trasportarci attraverso la sua trama fitta, ricca di rimandi, ricordi, colpi di scena. Una storia che dietro la vicenda umana di una donna ferita, nasconde la parabola di ogni donna che legge, ovvero che cerca attorno e dentro di sé tutti gli elementi per interpretare la realtà che la circonda. Un processo creativo un po' magico, a metà strada tra l'invenzione e la menzogna, ma che nasconde tra le righe, nell'ordito della narrazione, tutta la forza e la dirompenza rivoluzionaria di una verità inconfessabile.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    And the Oscar goes to ....

    16/03/2016 17.53.12

    L'ho trovato poco scorrevole e coinvolgente.

  • User Icon

    Ileana

    08/10/2015 17.40.03

    Ho letto questo libro tanti anni fa ed ancora oggi ricordo quanto mi è piaciuto. Non concordo con chi l'ha ritenuto noioso. Mi ha tenuta incollata pagina dopo pagina, per arrivare al finale sorprendente.

  • User Icon

    lunanuova

    01/08/2013 09.36.13

    tra la realtà e la nostra percezione di essa c'è un abisso.... ed è su questo che gioca la trama di questo avvicente libro. Un libro infarcito di archetipi femminili, che racconta delle donne e della loro straordinaria capacità di reagire e di "rinascere" dopo vicissitudini difficili e tragiche....... parla di temi difficili, ma sempre in maniera non "aggressiva" sul lettore. il finale toglie letteralmente il fiato...... La trama si svolge in modo originale e i personaggi catturano tanto che finita la lettura risulta difficile liberarsene......Molto particolare e ben scritto.

  • User Icon

    Gianni

    23/08/2011 14.25.55

    Pienamente d'accordo con chi sostiene che solo nella parete finale il romanzo riesce a coinvolgere il lettore.Tutto il resto rasenta quasi la noia.

  • User Icon

    beatrice

    06/06/2011 11.26.59

    un bei libro niente affatto banale o noioso. toccante davvero ,ti fà percepire intensamente gli stati d'animo ,i sentimenti e le difficoltà della protagonista pur affrontando un tema difficile con apparente semplicità .

  • User Icon

    cristina

    11/05/2011 11.51.54

    Nonostante la premessa di temi affascinanti come la stregoneria, il rapporto tra gemelle, la vita di una comunità isolana, la lettura del futuro e la divinazione, la trama si dipana in maniera lenta e poco avvincente. Tra l'altro il titolo a mio parere non ha senso, sarebbe stato meglio lasciare l'originale. E poi non ho capito perchè non viene descritta mai, nemmeno una volta, una qualsiasi "seduta" di lettura del pizzo, visto che è il tema portante della storia! Non mi è piaciuta neanche la struttura narrativa, troppi salti temporali arbitrari e l'alternarsi dei punti di vista non creano affatto suspance. Arrivati alla fine (con una certa difficoltà) viene da chiedersi: tutto qui?

  • User Icon

    drah

    04/01/2011 12.21.08

    apprezzabile perche' c'e' un grande rispetto per il lettore e per i personaggi: non si scade mai in scene di sesso o violenza gratuite, l'angoscia, la paura, il tormento sono quelli dell'animo umano, resi attraverso i pensieri, i sogni e i ricordi della protagonista. Bella l'esaltazione dell'elemento femminile che pervade il libro, la femminilita' vera, fatta di intuizione forza e dignita'. Una lettura piacevole.

  • User Icon

    chiara

    07/12/2010 20.39.54

    non mi ha convinta per niente. si trascina lungamente facendo intendere chissà quale mistero ma poi, sotto sotto, non c'è nulla da scoprire. peccato, a mio avviso le premesse per sviluppare una buona trama c'erano. una delusione.

  • User Icon

    Ilydily

    06/12/2010 11.06.01

    Splendido libro. È vero che parte un po? in sordina, le prime 100 pagine sono lente e caotiche ma secondo me è una scelta voluta, insinua un grande punto interrogativo nella testa del lettore. È scritto bene, ricco di fascino e mistero. Una volta finito si ripensa a tutto quello che si è letto? ed è davvero geniale! Assolutamente consigliato

  • User Icon

    misselisabethbennet

    14/11/2010 13.31.14

    .. davvero bello questo libro.. qualcosa di diverso, ben scritto e non si immagina la fine fino all ultima pagina !! consigliato !!!

  • User Icon

    rebecca

    18/04/2010 15.59.34

    Alla fine una delusione. Interessante l'argomento ma sviluppato in maniera tortuosa e poco comprensibile, tanto che ci si sente quasi "trascurati" dall'autrice che a tratti si ha quasi l'impressione che scriva se non per se stessa, per altri ancora, ma non per chi legge. Mortali le prime 100pag., troppo tardo il colpo di scena risolutivo che, per quanto dia al libro qualche punto in più, fa pensare che finalmente il racconto stia prendendo quota quando invece è l'ora dell'atterraggio.

  • User Icon

    Libricciola

    01/03/2010 14.44.46

    Ero curiosissima di leggere questo romanzo, tanto atteso e soprattutto attorno al quale ci sono stati i commenti più diversi. Io l'ho trovato molto buono. L'inizio non è dei migliori, bisogna ammetterlo: ma la storia si riprende in fretta e procede spedita verso un finale con colpo di scena. La scrittura è fluida e sia personaggi che l'ambientazione sono eccellenti...Tutto il libro è pervaso da un'atmosfera misteriosa che a volte impedisce al lettore di distinguere tra realtà, sogno e visione, è che secondo me ha un certo effetto ipnotico. Io so solo che non riuscivo a scollarmi dal libro! Non do il voto massimo perchè l'inizio è un po' sottotono e perchè certi passaggi e avvenimenti avrebbero dovuto essere spiegati in modo più accurato. ne resta una lettura coinvolgente e affascinante, che di certo consiglierò.

  • User Icon

    claudia

    28/02/2010 00.34.38

    carino, ma niente di più ...sempre che riusciate a superare le prime cento pagine di noia mortale.

  • User Icon

    alexx

    15/02/2010 12.22.25

    Niente di straordinario pensavo meglio,brava l autrice a nascondere la verità fino alla fine ma la fine non è poi cosi entusiasmante....

  • User Icon

    Alessia

    21/11/2009 12.22.11

    Non è affatto un brutto libro, e mi stupiscono tutti questi commenti negativi. Certo è particolare, ma proprio per questo merita di essere letto. L'autrice è molto brava nel nascondere fino alla fine la verità dietro la finzione, ed il finale (per quanto avrebbe potuto essere sviluppato un po' meglio) è completo. Non fermatevi alle prime 100 pagine, il finale merita.

  • User Icon

    sbirulina

    05/11/2009 17.17.24

    Devo dire che ho comprato il libro solo per la grande pubblicità e la trama in apparenza interessante. Quando ho iniziato a leggerlo invece ho fatto una fatica bestiale, diciamo che ho resistito e solo nelle ultime 100 pagine ho cominciato a trovarlo interessante. Il finale non è un gran che peccato,perchè la scrittura è piacevole è solo che la trama è un po'noiosa.

  • User Icon

    Brunella

    31/10/2009 07.25.58

    Ho fatto fatica a finirlo, devo ammetterlo. L'ho trovato alquanto noioso e dalle prime recensioni positive mi aspettavo qualcosa di meglio. Non mi ha preso, non mi ha coinvolto. Si salva, forse, solo il finale un po' (ma poco poco) a sorpresa. Non lo consiglio.

  • User Icon

    VERONICA

    05/10/2009 15.58.21

    odio iniziare i libri e non finirli....ma con questo ci sono andata vicino davvero tante volte...l'unica cosa che lo ha salvato e' stato il calpo di scena finale che non mi aspettavo. comunque non lo consiglierei.

  • User Icon

    Corrado

    24/09/2009 16.56.47

    Si sa che per un libro ci sono i commenti piu disparati e quindi si accetta tutto ma vi giuro che ho letto le prime 50 pagine e ho dovuto abbandonare il libro perchè non sono riuscito a seguire il filo logico.......

  • User Icon

    Alisee

    11/09/2009 09.15.15

    MERAVIGLIOSO! E' uno di quei libri che si ricordano, che si vivono davvero, confondendosi con i protagonisti, che ci accompagnano dappertutto durante la giornata, anche se siamo lontani dalla sue pagine, perchè è troppo coinvolgente. Brunonia Barry non ha solo raccontato una storia bella e tragica, intrecciandola con vicende storiche, con problematiche attuali e con una sottile interpretazione psicoanalitica: ha creato un piccolo mondo, con le sue regole e i suoi misteri. Si è rivelata una maestra nell'uso della parola, fornendoci continui piccoli tasselli di comprensione dello spirito della protagonsita e delle vicende, non solo dei fatti. Bellissima la resa della disperazione di Towner, che è corsa fino al bordo del mondo, invece che su una scogliera, un modo sottile ma sorprendentemente chiaro per capire il legame tra Towner, Sophia e Lindley.

Vedi tutte le 85 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione