€ 11,40

€ 12,00

Risparmi € 0,60 (5%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 10 gg

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Valerio

    03/08/2005 14:05:17

    Una singolarissima esperienza di vita, un eccezionale metodo di lavoro in progress per capire e far comprendere.. un confronto indispensabile per entrare in contatto con una cultura e un mondo che spesso ci spaventa e che per questo tendiamo a torto ad emarginare con eccessiva diffidenza. La parte preparatoria , tutto quello che precede la stesura del testo stesso è esemplare, ha un valore davvero eccezionale. Il testo è un canovaccio interessante che ha bisogno di essere verificato in palcoscenico (purtroppo un imprevisto tecnico mi ha impedito do farlo) e quindi il giudizio non può essere definitivo, ma ritengo che i risultati, viste le premesse, non possono che essere "alti"

  • User Icon

    Scilla Bellucci

    30/05/2005 16:29:55

    Cristo Gitano è uno spettacolo teatrale, è un bellissimo spettacolo teatrale, ma il teatro qui è divenuto il luogo verso il quale sono state dirette molte forze in buona parte esterne a quelle che siamo soliti pensare vi operino. Daniele Lamuraglia ha mostrato tutta l’ostinazione con cui ha portato avanti quest’idea, perché nessuno, nel corso di quest’esperienza, è riuscito a dimostrargli che era impossibile da realizzare. I problemi materiali, soprattutto economici, che oggi si crede rendano impraticabili quasi tutte le vie della conoscenza che non generano un profitto, nel corso dell’opera sono divenuti una preoccupazione marginale, perché la volontà di riuscire è passata dal pensiero al corpo, è divenuta un desiderio del sangue, quasi un moto fisiologico fino ad allora trattenuto, represso. Il lavoro che è stato fatto prima di poter salire sul palcoscenico ha dimostrato che le sofisticazioni sociali, per quanto potenti, non possono impedire il dialogo. Dialogo che qui si è svolto nella sua forma più alta poiché ha chiesto infinita pazienza, reciproca fiducia, ascolto, e soprattutto la passione del conoscere, che rende possibile tutte queste cose. Cristo Gitano è un testo che per poter essere scritto ha costretto il suo autore a sospettare di ogni pregiudizio e poi gli ha chiesto di raccontare cosa può succedere se si abbandonano queste difese dell’intelletto. Le conseguenze di quest’azione possono essere scritte solo in parte, giacchè per dialogo qui non s’intende uno scambio meramente verbale, tuttavia quanto si poteva dire è stato detto e attraverso di esso, tutto ciò che non può divenire parola, si mostra, in virtù d’una forza particolare, d’una determinazione dell’essere che chiamiamo vita.

  • User Icon

    Iuna

    30/05/2005 12:03:24

    Dal mito alla realtà, dalla materia al sacro. Un viaggio terrestre attraverso lo spirito di un popolo, quello rom, che piu di altri ha conservato la tradizione, costretta a nascondersi dietro al filo spinato, ai pregiudizi della gente, all’indifferenza di molti per trovare rifugio nell’amore di pochi. Uno di questi pochi Daniele Lamuraglia e il suo gruppo di amici, che svelano la vita vera attraverso lo strumento teatrale. Il racconto di un viaggio nel mondo zingaro, quello di oggi, attraverso la storia di ieri, ancora viva e vissuta. Compagni di viaggio: alcuni ragazzi rom, che vivono nei campi a Firenze, coinvolti in questa nuova avventura, alla scoperta di se stessi e dell’altro. Un incontro di emozioni e tradizioni, uno scambio di parole e sensazioni. Parole vive, terrene. La materia che si fa spirito, alla ricerca del sacro. Latcho Drom, dunque, Buon Viaggio!

Scrivi una recensione