Il libro nero dell'umanità. La cronaca e i numeri delle cento peggiori atrocità della storia

Matthew White

Collana: Saggi
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 10/11/2011
Pagine: 867 p., Brossura
  • EAN: 9788862204217
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,75

€ 23,50

Risparmi € 11,75 (50%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gladiatore di Storie

    16/03/2018 23:44:41

    Questo saggio è il frutto di anni di ricerca: ci mostra con sguardo obiettivo le più grandi atrocità della storia, accompagnate da dettagli storici che sono passati in secondo piano. Lo consiglio ad ogni appassionato di storia.

  • User Icon

    Enrico Giordano

    24/01/2012 09:57:14

    Mi associo completamente al giudizio precedente. Con delle enormi difficoltà si tenta di ricostruire ciò che dalla "Rivoluzione Agricola" circa 10.000 fa ha contraddistinto i rapporti tra le tribù, e poi le nazioni e infine gli imperi. E' stato calcolato che, in questo ultimo spazio di tempo, un essere umano su cinque è morto di morte violenta. Fino al, 1900 ma escluso l'ultimo secolo (due guerre mondiali, genocidi, altre guerre etc). Ricordo a Gianluigi che i concetti di "Destra", "Sinistra", hanno al massimo due secoli di vita (Parlamento inglese). Schierarsi con certezze assolute, come fa Gianluigi, rischia di essere solo indice di una superficialità storica che in alcuni istanti ci fa vivere forse meglio, non ne sono sempre certo, ma alla fine non ci fa capire niente nel grandioso processo nel quale tutti, dai batteri, agli esseri umani, siamo immersi. Dobbiamo sforzarci di capire, non di schierarsi a favore di una o un'altra frazione che storicamente sussistono per pochi decenni, o al più qualche secolo. Se il nostro cervello è fatto così dobbiamo però sapere che siamo fortemente determinati; in futuro è interessante esserlo sempre meno. Vero?

  • User Icon

    Gianluigi

    28/11/2011 22:39:47

    Finalmente un libro che raccoglie e mette nero su bianco le vittime , o almeno le stime derivanti da fonti attendibili, di regimi e dittature di sinistra e di destra. Lo consiglio agli insegnanti di sinistra che per loro esistono solo le vittime dei nazifascisti e che considerano i reati e i sopprusi dei regimi comunisti qualcosa da tener nascosto. Facciamo leggere ai nostri figli e agli alunni di tutte le scuole italiane questi dati : saranno loro a capire veramente cosa e' successo.

Scrivi una recensione