Categorie

Eliette Abécassis

Traduttore: M. L. Vanorio
Editore: Marsilio
Anno edizione: 2012
Pagine: 159 p. , Rilegato
  • EAN: 9788831711043
Il breve e intenso romanzo di Eliette Abécassis è prima di tutto la storia di uno stereotipo, quello del lieto evento per l'appunto, dell'amore di coppia, di Parigi, dell'essere giovani ribelli e artisti e poi maturi e responsabili genitori. All'interno di questo cliché si muovono le prime pagine del libro, a tratti compiaciute quanto innegabilmente precise, che descrivono le strade del Marais di Parigi in cui vivono i due giovani protagonisti, coppia bobo in attesa di una figlia. E sarà proprio la nascita della bambina a far saltare quell'equilibrio che, se in parte è alimentato da una grande passione amorosa, è anche fortemente segnato da una superficialità patinata che non può reggere l'urto con la maternità. La protagonista racconta in prima persona il proprio cambiamento: diventare madre scardina ogni sicurezza e ne pretende di nuove. Il rapporto simbiotico con la bambina è descritto a tratti drammaticamente, nulla può più essere accomodato, la maternità richiede precisione, attenzione e dedizione totale e si pone come unico punto fisso di una famiglia ormai incapace di proporre modelli e figure stabili. Quello di Abécassis è il romanzo di una rincorsa impossibile tra desiderio e bisogno, tra la precisione di un neonato e la precarietà di una madre sempre inesperta, sempre in errore. Convivere con quell'errore, accettarlo e misurarcisi è la priorità, l'unica sicurezza possibile a cui la giovane protagonista può aggrapparsi. Non c'è possibilità di fuga o ritorno a un passato ormai semplicemente rinchiuso in un'epoca sognata. In equilibrio tra commedia e dramma, Abécassis racconta con attenzione e cura la più comune delle storie e anche la più inedita: criticata e discussa, riesce a reinterpretare il tema della maternità con grande arguzia letteraria. Nulla viene smarrito in una storia densa capace di attirare a sé la natura contorta e contraddittoria di un'epoca tanto ricca quanto perennemente in crisi. Giacomo Giossi

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    dile_70

    29/10/2012 14.02.54

    Il libro scorre e si legge bene, certo chi non ha figli dopo questa lettura ci penserà non una ma 300 volte prima di decidersi a diventar genitore!!

Scrivi una recensione