copertina

La linea d'ombra

Joseph Conrad

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: F. Arcangeli, G. Festi
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2001
Formato: Tascabile
In commercio dal: 31 luglio 2000
  • EAN: 9788845246265
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 4,59

€ 8,50
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Tra le più felici e celebrate opere di Conrad, scritta negli anni della prima guerra mondiale, "La linea d'ombra" rievoca la vera storia del primo comando toccato al trentenne Joseph Conrad sul veliero Otago. Alle qualità autobiografiche e drammatiche della vicenda, si aggiunge il racconto della crisi di un uomo, la fine della sua giovinezza, riassunta nella potente immagine della linea d'ombra. Testo inglese a fronte.
4,75
di 5
Totale 8
5
6
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Romano De Marco

    30/12/2005 07:19:18

    Breve autobiografico romanzo incentrato su un episodio che per Conrad ha rappresentato il passaggio dalla giovinezza all’età adulta. Il superamento della “linea d’ombra” da cui il titolo che, dalle note dell’autore, pare dovesse inizialmente essere “Primo comando”. Al primo impatto con la lettura ho provato un po’ di fastidio nell’esasperante soffermarsi dello scrittore su ogni piccola variazione di stato d’animo del personaggio principale, anche nel corso di brevi dialoghi che si trasformano di pagina in pagina in lunghe e apparentemente inconcludenti analisi psicologiche. A lettura ultimata, deduco che, probabilmente, questa scelta è stata strumentale alla introduzione della personalità del protagonista della vicenda per far meglio emergere tutta la sua presunzione e il suo orgoglio giovanili subito prima del racconto della decisiva prova che il destino gli aveva riservato. La seconda parte narra dell’imbarco del giovane marinaio come comandante su una nave a vela che resta improvvisamente bloccata in mare aperto da una inspiegabile bonaccia, mentre a bordo una grave forma di febbre tropicale provoca gravissimi problemi. Appare più organica e scorrevole, lasciando più spazio al lettore per valutare gli eventi, i caratteri dei personaggi, le reazioni e i comportamenti degli stessi. Innegabilmente ben scritto, non mi ha però affascinato più di tanto. Rimando lo scoccare della scintilla del grande amore per Conrad alla prossima lettura di un’altra sua opera. Presumibilmente CUORE DI TENEBRA o NOSTROMO definito da molti come la sua opera più particolare.

  • User Icon

    ROSARIO

    01/04/2005 21:26:50

    Ci offre l'occasione di dare realtà al nostro mondo fantastico

  • User Icon

    simone

    31/03/2005 21:21:51

    libro consigliato soprattutto a chi sta muovendo i primi passi nel campo della lettura,veloce e scorrevole racconta il passaggio dall'età della giovinezza all'età matura,con un riferimento alla vita personale di Conrad...

  • User Icon

    Matteo

    25/01/2005 21:45:42

    Per me questo libro è molto significativo perchè mette in parallelo una straordinaria avventura e le riflessioni su una particolare fase della nostra vita.

  • User Icon

    alberto angelici

    27/10/2004 16:53:50

    Capolavoro di Conrad, "La linea d'Ombra" ha forza di parabola, laddove sta a rappresentare la vita. Anzi E' metafora di Vita, con le sue difficolta', le sue ambizioni, le sue aspettative, delusioni e sofferenze.Lettura veloce ma densa di emozioni forti.

  • User Icon

    Mario Curreli

    05/07/2004 11:29:10

    Attenzione: qui sopra, nel paragrafo "Descrizione", si afferma che l'esperienza rievocata in questo romanzo riguarderebbe il vapore Vidar. Si tratta in realtà (se si leggono i miei apparati) del veliero Otago, del quale il giovane Korzeniowski assunse il "primo comando" a Bangkok, dopo aver abbandonato, senza apparente motivo, la monotona routine del vapore Vidar. A quest'ultimo sono invece legate altre esperienze, raccontate in Almayer's Folly e An Outcast of the Islands (Un reietto delle Isole), nella seconda parte di Lord Jim e, più tardi, in The Rescue (Il salvataggio).

  • User Icon

    neuromancer

    05/06/2004 18:04:54

    E' capitato a tutti, ed a tutti capiterà, di dover oltrepassare la propria "linea d'ombra": siamo stati da soli o lo sarete, probabilmente, quando succederà. Scivolerete da uno stato all'altro senza possibilità di ritorno; ad occhi aperti Voi, la Vostra mente, il Vostro Io sarà mutato: è questo "scatto" che Conrad ha saputo reccontare in un'indimenticabile romanzo ...

  • User Icon

    daniele paradiso

    04/03/2003 21:01:41

    Credo che questo sia un libro bellissimo molto veloce che ci mette due secondi in una frase e passa subito ad un'altra.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Joseph Conrad Cover

    Joseph Conrad, pseudonimo di Teodor Józef Konrad Korzeniowski, è uno dei più importanti scrittori inglesi a cavallo tra Ottocento e Novecento. La sua famiglia apparteneva alla nobiltà terriera della Polonia, a quel tempo sotto il dominio russo. Il padre di Conrad, patriota e uomo di lettere, morì nel 1867, dopo molti anni di esilio politico (la madre era morta nel 1865). Affidato alla tutela di uno zio, Conrad compì gli studi secondari a Cracovia. A diciassette anni partì per Marsiglia, dove s’imbarcò come semplice marinaio. Servì nella marina mercantile francese e, dal 1878, in quella britannica, dove raggiunse il grado di capitano di lungo corso. Nel 1886 diventò cittadino inglese. L’attenzione ottenuta dal... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali