copertina

Live from Golgotha

Gore Vidal

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Penguin Books
Formato: EPUB con DRM
Testo in en
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,46 MB
  • EAN: 9781101667347

€ 10,91

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Timothy (later St. Timothy) is in his study in Thessalonika, where he is bishop of Macedonia. It is A.D. 96, and Timothy is under terrific pressure to record his version of the Sacred Story, since, far in the future, a cyberpunk (the Hacker) has been systematically destroying the tapes that describe the Good News, and Timothy's Gospel is the only one immune to the Hacker's deadly virus. Meanwhile, thanks to a breakthrough in computer software, an NBC crew is racing into the past to capture—live from the suburb of Golgotha—the Crucifixion, for a TV special guaranteed to boost the network's ratings in the fall sweeps.

As a stream of visitors from twentieth-century America channel in to the first-century Holy Land—Mary Baker Eddy, Shirley MacLaine, Oral Roberts and family—Timothy struggles to complete his story. But is Timothy's text really Hacker-proof? And how will he deal with the truth about Jesus' eating disorder? Above all, will he get the anchor slot for the Big Show at Golgotha without representation by a major agency, like CAA 1,896 years in the future? Tune in.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Gore Vidal Cover

    Nato nel cuore della vita politica statunitense, da bambino ha vissuto a lungo con il nonno Thomas Pryor Gore, senatore, che in seguito sarebbe stato un oppositore di Franklin Delano Roosevelt. Dopo aver militato nel Pacifico settentrionale come volontario durante la Seconda Guerra Mondiale, debuttò con Williwaw (1946), che raccontava esperienze belliche (come ben riassume presentandosi come personaggio in L’età dell’oro), cui fece seguito un’opera simile, In a yellow wood. La sua notorietà esplose però con The city and the pillar del 1948, intitolato successivamente nelle varie versioni italiane La città perversa, Jim e La statua di sale. La storia di Jim Willard, marchetta e maestro di tennis, ossessionato da un amore romantico e irraggiungibile,... Approfondisci
Note legali