LoStileOstile

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Marta Sui Tubi
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Believe
Data di pubblicazione: 6 maggio 2016
  • EAN: 8051411740933

€ 24,90

Punti Premium: 25

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

LOSTILEOSTILE è il sesto esplosivo disco dei MARTA SUI TUBI.“Cinque, la luna e le spine”, contiene tredici canzoni eterogenee, potenti,delicate, emozionanti, fuori dagli schemi.La rinnovata visione delle potenzialità di voci, chitarra, batteria e synth porta laloro musica verso un sound che tiene conto della strada percorsa sino ad ora,attualizzandone le forme e confermando lo spirito indomabile e controcorrente.Prodotto dagli stessi Marta sui Tubi con la libertà e condivisione di idee garantiteda una campagna di crowdfunding di successo e mixato dalle sapienti mani diLoris Ceroni, LOSTILEOSTILE è un disco che mette i MARTA SUI TUBI al centrodella scena musicale italiana come una delle formazioni più originali e creative.
Disco 1
1
Amico Pazzo
2
D1H (Più Di Un’Ora)
3
Con Un Sì
4
Da Dannato
5
Il Delta Del Poi
6
Spina Lenta
7
Rock And Roipnoll
8
Un Amore Bonsai
9
Un Pizzico Di Te
10
Qualche Kilo Da Buttare Giù
11
La Calligrafia Di Pietro
12
Niente In Cambio
13
L’Impossibile

Non sono mai stati realmente di moda. Mai piaciuti troppo alla Gente Che Ne Sa (della quale questa fortunata epoca è strapiena). Ed è forse questo che porta a un disco del genere, una sorta di battaglia per riaffermare ed esaltare le proprie posizioni artistiche – al di là di un fastidio evidente nel notare che, mentre ad altri si elargiscono coccole deliziate, a loro toccano sbuffi e sufficienza (vedi il testo di Dannato: “Mettici la faccia, prima di giudicare, mettici la faccia, fammi vedere quello che sai fare oppure vattene affanculo – a-fa-ncu-looo!”). Così, forti del concreto sostegno dei fan (il crowdfunding), rispondono con un’affermazione potente e netta di ciò che sono, e con l’intenzione di continuare su tale strada. Perché è l’unica che gli somiglia. Fatta di ottovolanti vocali e verbali inequivocabili, di una rara ampiezza dello spettro ritmico, e di uno slancio che cerca di spingersi oltre la “condivisione” immediata in cambio di qualcosa che possa resistere quando cambia il gusto del mese. Voto 4/5

Recensione di Paolo Madeddu

| Vedi di più >
Note legali