Love for Three Oranges / Les sylphides / Les préludes - Mazeppa - Vinile LP di Fryderyk Franciszek Chopin,Franz Liszt,Sergej Sergeevic Prokofiev,Boston Pops Orchestra,Arthur Fiedler

Love for Three Oranges / Les sylphides / Les préludes - Mazeppa

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Direttore: Arthur Fiedler
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Data di pubblicazione: 1 febbraio 2019
  • EAN: 0753088262111

€ 67,90

Punti Premium: 53

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Fryderyk Chopin (1810-1849): Le Silfidi Sergei Prokofiev (1890-1953): L’amore delle tre melarance.
Gli LP della Living Stereo: il massimo del massimo del repertorio classico sia per l’interpretazione sia per la qualità sonora.
Rimasterizzazione effettuata a partire dal master analogico originale da Ryan Smith presso lo Sterling Sound
Taglio delle lacche effettuato da Gary Salstrom e stampa su vinile da 200 grammi affidata alla Quality Record Pressings.
Seconda serie di ristampe della RCA Living Stereo curata dalla Analogue Productions, una nuova emissione di 25 intramontabili capolavori della classicaLa seconda serie di ristampe dal catalogo della RCA Living Stereo pubblicata dalla Analogue Productions comprende 25 selezionati titoli classici accuratamente rimasterizzati, che con la loro straordinaria trasparenza e le loro sonorità calde e fascinose delizieranno le orecchie e lasceranno a bocca aperta anche gli audiofili dai gusti più esigenti. Come era già avvenuto con i volumi della prima serie di riedizioni della RCA Living Stereo, si è posta una grandissima attenzione a eliminare i difetti delle edizioni precedenti grazie alla qualità della rimasterizzazione, alla stampa su LP da 200 grammi e alla copertina tip-on di cartone pesante lucido della Stoughton Printing, che riproduce con straordinaria fedeltà la veste grafica dei dischi originali, a partire dal mitico logo della Living Stereo con il cane in ombra. Questo disco è stato rimasterizzato da Ryan K. Smith presso lo Sterling Sound a partire dal nastro originale a tre piste, tagliato a 33 giri e un terzo e stampato presso la Quality Record Pressings, azienda che produce da tempo molto tempo alcuni dei migliori LP audiophile da 200 grammi presenti sul mercato, che garantiscono un suono meravigliosamente silenzioso. A tutto questo bisogna ancora aggiungere la copertina tip-on della Stoughton Printing corredata da fotografie d’epoca, che costituisce una lussuosa addizione alla molto più semplice veste grafica originale. Di gran lunga tra i direttori d’orchestra più famosi della sua epoca, Arthur Fiedler è stato definito da alcuni addetti ai lavori il più grande ambasciatore della musica classica dai tempi di Wolfgang Amadeus Mozart e uno dei pochi interpreti i cui dischi non ottennero solo uno straordinario successo, ma riuscirono anche a garantire un notevole profitto sia per la sua orchestra sia per la sua etichetta. I Pops sono stati una popolarissima derivazione della Boston Symphony Orchestra, che Fiedler diresse per la bellezza di cinquanta stagioni fino al 1979, anno della sua scomparsa all’età di 85 anni. Come si può facilmente immaginare, nella vastissima discografia della Boston Pops Orchestra pubblicata dalla RCA Living Stereo la parte del leone la fanno antologie di brani di facile ascolto e di pagine classiche molto popolari, ma quest’orchestra possedeva una qualità tale che le permetteva di affrontare senza problemi anche le opere più impegnative, come ci si può facilmente rendere conto ascoltando questo bellissimo disco. La Suite da L’amore delle tre melarance di Sergei Prokofiev viene eseguita in tutta la sua bellezza e chi ne conosce solo la celeberrima Marcia, potrà scoprirne altri cinque brevi movimenti di gradevolissimo ascolto. Le Silfidi non è meno piacevole, anche se bisogna tenere presente che questa orchestrazione di brani di Chopin è pervasa da un intenso fascino d’epoca, che ci riporta ai tempi dei salotti.
Disco 1
1
Love for Three Oranges: Suite, Op. 33: Les Ridicules: Vivo
2
Love for Three Oranges: Suite, Op. 33: Scène infernale: Le Magicien Tchélio et Fata Morgana jouent aux cartes: Allegro moderato
3
Love for Three Oranges: Suite, Op. 33: Marche
4
Love for Three Oranges: Suite, Op. 33: Scherzo: Allegro con brio
5
Love for Three Oranges: Suite, Op. 33: Le prince et la princesse: Andantino
6
Love for Three Oranges: Suite, Op. 33: La fuite: Allegro
7
Les Sylphides: Prélude Op. 28, No. 7
8
Les Sylphides: Nocturne, Op. 32, No. 2
9
Les Sylphides: Valse, Op. 70, No. 1
10
Les Sylphides: Mazurka, Op. 33, No. 2
11
Les Sylphides: Mazurka, Op. 67, No. 3
12
Les Sylphides: Prélude, Op. 28, No. 7
13
Les Sylphides: Valse, Op. 69, No. 1
14
Les Sylphides: Prélude, Op. 28, No. 7
15
Les Sylphides: Valse, Op. 64, No. 2
16
Les Sylphides: Valse, Op. 18 "Grand valse brillante"
17
Les Préludes
18
Mazeppa
  • Fryderyk Franciszek Chopin Cover

    Compositore e pianista polacco.Gli studi e i primi lavori. Figlio di un oriundo francese, precettore presso la famiglia del conte Skarbek, e di una governante di casa Skarbek, diede prova fin dalla più tenera età di possedere un'eccezionale sensibilità musicale. Quando la famiglia si trasferì a Varsavia (il padre era diventato professore di francese nel liceo), il bambino venne affidato al violinista e pianista boemo Wojciech Zywny, che lo avviò allo studio del pianoforte e della composizione. I suoi primi lavori furono pubblicati alla fine del 1817; nel 1818 si presentò per la prima volta in un concerto pubblico. Le lezioni dello Zywny (le uniche lezioni di pianoforte ricevute da C.) terminarono nel 1822; l'anno dopo, continuando da autodidatta gli studi pianistici, si iscrisse al liceo dove... Approfondisci
  • Franz Liszt Cover

    Compositore, pianista e direttore d’orchestra ungherese.- le vicende biografiche. Avviato allo studio della musica dal padre, amministratore al servizio dei principi Esterházy, cominciò a esibirsi in pubblico come pianista nel 1820. Dopo un periodo di studi a Vienna, nel 1824 si stabilì a Parigi, e fino al 1827 suonò ripetutamente in Francia, Inghilterra e Svizzera. Interruppe poi la carriera concertistica per approfondire la sua cultura musicale e per dedicarsi a studi di poesia, filosofia e sociologia; frequentò in quel tempo Lamartine, Hugo, Lamennais, Heine e divenne amico fraterno di Berlioz e Chopin. Nel 1835 fuggì in Svizzera con la moglie del conte d’Agoult, dalla quale ebbe tre figli: Blandine, Cosima (che divenne moglie di H.... Approfondisci
  • Sergej Sergeevic Prokofiev Cover

    Compositore e pianista russo. Gli studi e la precoce personalità. Il padre, agronomo, aveva una vasta proprietà in Ucraina; la madre, M.G. Zitkpva, era un'ottima pianista. Le innate doti musicali di P. poterono svilupparsi in un ambiente estremamente favorevole: a sei anni era già capace di dare forma a pensieri musicali; due anni dopo si impegnava a scrivere un'opera (Il gigante, Sulle isole deserte, di cui restano abbozzi per pianoforte), ideando da solo soggetto, messa in scena, parole, musica. Col suo primo maestro rivelò una certa avversione alla disciplina scolastica; con il successivo, R.M. Glière, parve invece trovarsi a suo agio. Al conservatorio di Pietroburgo, dove frequentò le classi di A.K. Liadov e N.A. Rimskij-Korsakov, la situazione... Approfondisci
Note legali