Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Lover

Lover

Marguerite Duras

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Formato: EPUB con DRM
Testo in en
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,88 MB
  • EAN: 9780307801203

€ 9,14

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

An international best-seller with more than one million copies in print and a winner of France's Prix Goncourt, The Lover has been acclaimed by critics all over the world since its first publication in 1984.

Set in the prewar Indochina of Marguerite Duras's childhood, this is the haunting tale of a tumultuous affair between an adolescent French girl and her Chinese lover. In spare yet luminous prose, Duras evokes life on the margins of Saigon in the waning days of France's colonial empire, and its representation in the passionate relationship between two unforgettable outcasts.

Long unavailable in hardcover, this edition of The Lover includes a new introduction by Maxine Hong Kingston that looks back at Duras's world from an intriguing new perspective--that of a visitor to Vietnam today.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Marguerite Duras Cover

    (Saigon 1914 - Parigi 1996) scrittrice francese. Rientrata in Francia dal Vietnam nel 1932, prese parte attiva alla resistenza durante l’occupazione nazista; deportata in Germania, nel dopoguerra militò nel partito comunista francese, da cui venne espulsa come dissidente nel 1950. Esordì nel 1942, con il romanzo Gli impudenti (Les impudents), e si affermò nel 1950 con Una diga sul Pacifico (Un barrage contre le Pacific), la cui prosa appare influenzata dalla narrativa americana (E. Hemingway, J. Steinbeck) e italiana (C. Pavese). In seguito la sua scrittura, tesa a illuminare i temi dell’attesa, dell’alienazione, dell’incomunicabilità, si è fatta più radicalmente sperimentale (adottando uno stile caratterizzato dalla brevità... Approfondisci
Note legali