Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Ludwig Van Beethoven. Triplo concerto. Fantasia corale (DVD) - DVD di Ludwig van Beethoven,Yo-Yo Ma,Itzhak Perlman,Daniel Barenboim

Ludwig Van Beethoven. Triplo concerto. Fantasia corale (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Ludwig van Beethoven
Direttore: Daniel Barenboim
Supporto: DVD
Numero supporti: 1
Etichetta: Warner
Data di pubblicazione: 16 ottobre 2015
  • EAN: 0724349299498
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Ludwig van Beethoven Cover

    Compositore tedesco. La formazione musicale e culturale. Dei suoi antenati, contadini fiamminghi, si hanno notizie che risalgono al sec. xvi; il nonno Ludwig, forse il primo musicista della famiglia, aveva lasciato nel 1731 la terra d'origine per stabilirsi a Bonn come strumentista della cappella arcivescovile; anche il figlio di lui, Johann (il padre di B.), fu stipendiato come tenore nella stessa cappella. Le ristrettezze economiche e i disordini psicologici di Johann, che finì alcoolizzato nel 1792, segnarono l'infanzia di B. Dopo un tentativo del padre di lanciarlo come ragazzo prodigio (tentativo che fallì), egli iniziò la sua vera e propria educazione musicale sotto la guida di C.G. Neefe, un seguace dello stile «sentimentale» di Ph.E. Bach, che gli aprì... Approfondisci
  • Yo Yo Ma Cover

    Violoncellista statunitense di origine cinese. Avviato alla musica dal padre, ha frequentato la Juilliard School di New York, intraprendendo giovanissimo la carriera concertistica. Ha un repertorio che spazia da Bach ai contemporanei; suona sia come solista sia con il pianista Emanuel Ax e il violinista Young Uck Kim. Approfondisci
  • Itzhak Perlman Cover

    Violinista israeliano. Esordì come bambino prodigio in patria e dal 1958 si perfezionò a New York con I. Galamian. Ripresa nel 1963 la carriera concertistica, vinse nel 1964 la Leventritt Competition e in breve si impose in tutto il mondo tra i migliori strumentisti del nostro tempo. Il suo repertorio è completo, ma spiccano i compositori del tardo Ottocento, di molti dei quali ha riproposto lavori dimenticati. Ha suonato spesso in duo con il pianista V. Askenazij (con il quale ha realizzato l'integrale discografica delle Sonate per violino di Beethoven), in trio con lo stesso Askenazij e con L. Harrell (violoncello), nonché in altre formazioni cameristiche. Approfondisci
Note legali
Chiudi