Collana: Narrativa
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
Pagine: 465 p., Brossura
  • EAN: 9788817028509
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,26

€ 10,90

Risparmi € 1,64 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 5,88

€ 10,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cri1405

    28/12/2015 16:41:12

    Altro romanzo di Deaver con protagonista il detective Lincoln Rhyme alle prese con un criminale ossessionato dal tempo e dagli orologi. La trama,come in tutti i libri di questo autore, è interessante e ricca di colpi di scena che ribaltano la situazione e rimescolano le carte in tavola, aprendo nuove possibilità per la risoluzione del caso. La scrittura e lo stile dell'autore non si discutono: J.D è uno scrittore più che consolidato con grande esperienza nell'intrattenere il lettore e fare in modo che non abbandoni la lettura. Interessante la presenza di una seconda indagine che finirà inevitabilmente per coinvolgere anche il filone principale della trama. Simpatica e azzeccata come sempre la coppia Sachs-Rhyme. Molto piacevole la presenza di Kathryn Dance,esperta di cinesica, che collabora con Rhyme interrogando i sospetti e i testimoni per cercare di risolvere il caso. Accurata,come al solito,l'analisi psicologica ed emotiva dei vari personaggi. Le cose che non ho apprezzato sono,in primo luogo,la sostanziale inutilità delle prove rinvenute sulle scene dei vari crimini: si può dire che,alla fine, risultino più utili una serie di "coincidenze" e di intuizioni più o meno fortuite;in secondo luogo, il modo in cui l'Orologiaio,così si firma il killer, si dilegua,riuscendo sfuggire alla cattura da parte della polizia che, a tratti, sembra in balia degli eventi.A parte questi punti critici il romanzo risulta comunque interessante e coinvolgente,riconfermando ancora una volta l'abilità narrativa di Deaver.

  • User Icon

    Laura

    08/07/2015 12:00:49

    Un'indagine a scatole cinesi. Una serie di efferati delitti che però non sono quello che sembrano. Un temibile killer ribattezzato l'Orologiaio. Il corpo di polizia che non è integerrimo come dovrebbe. Amelia Sachs in piena crisi di coscienza, tormentata da dubbi sul suo amatissimo padre. In più il "conflitto" tra psicologia e scientifica. Tra Kathryn Dance, esperta di cinesica - scienza che studia il linguaggio del corpo - qui alla sua prima apparizione, e uno scettico Rhyme, convinto assertore che solo la prova fisica non menta. La luna fredda è questo e molto altro. Deaver sconcerta con i suoi continui cambi di mano. Colpevoli che non sono tali, false piste e due o tre finali. Come ha scritto qualche altro lettore, a volte l'oliato ingranaggio si inceppa, perché nei suoi romanzi questo meccanismo si ripete fin troppo spesso, mostrando un po' la corda e finendo, pare una contraddizione in termini, per annoiare. In questa indagine, però, il bluff ha una sua ragione d'essere. Rhyme ha trovato nell'Orologiaio, la sua perfetta Nemesi, contraltare della mente analitica e geniale del criminologo.

  • User Icon

    patrizia

    30/01/2013 14:38:09

    L'ho ammetto.. inizialmente l'ho acquistato perchè era in offerta e non avevamo mai letto nulla di Jeffery Deaver... Dopo aver letto la luna fredda li ho comprati tutti!!! E' bellissimo. Scrive veramente bene. Un libro che non ha un finale scontato come molti libri gialli. Consiglio di comprarli tutti seguendo la cronologia d'uscita in quanto ogni libro cita piccoli particolari di altri casi risolti dal criminalista Lincoln Rhyme. Ottimo scrittore.

  • User Icon

    M@RI@

    09/01/2013 12:04:18

    In genere prediligo altri tipi di romanzi ma ogni tanto per variare leggo i thriller soprattutto quelli psicologici.Questo è bello ma trovo che le "complicazioni" e i colpi di scena sono un pò forzati per arrivare alla conclusione! Di questo genere ho trovato più verosimile "il tribunale delle anime" di Donato Carrisi.In ogni caso lo consiglio per la scrittura scorrevole e chiara, nonostante i tanti intrecci,e perchè non è mai noioso questo è sicuro!!

  • User Icon

    Brunella

    03/01/2013 10:52:22

    Un altro bel romanzo di Deaver! Ti prende dalla prima all'ultima pagina in un crescendo di emozioni. Bellissimo

  • User Icon

    Roa Club

    02/09/2012 19:42:32

    ke colpi di scena ragazzi!ha lasciato un pò di suspance x il prossimo romanzo,infatti una settimana fa ho letto 'il filo che brucia' e li ho avuto il 'piacere' di conoscere l orologiaio,avrei dovuto leggerli al contrario,ma tant è.non conoscevo questo scrittore e devo dire ke mi appassiona non poco,infatti ho aqustato 'la sedia vuota' e credo ke non sarà l ultimo.tornando al libro psso dire ke sono rimasta entusiasmata,non ci si annoia mai leggendolo.

  • User Icon

    Antonio

    04/08/2012 11:23:18

    Nonostante le oltre 400 pagine il romanzo rimane un'opera incompiuta perchè lascia aperti parecchi interrogativi. Non dico di più per non rovinare il piacere della lettura. Perchè nonostante tutto Jeffery Deaver si legge sempre volentieri: prende in mano una storia e la rivolta come un calzino. Talvolta mi sento preso in giro da questo meccanismo ma penso faccia parte del gioco. Personaggi come l'esperta di cinesica (scienza che non sapevo esistesse prima di leggere il libro) sono molto azzeccati.

  • User Icon

    max

    11/07/2012 23:02:38

    non il miglior libro di deaver. ritmo poco incalzante, trama abbastanza scontata e personaggi un pò poveri di verve. una caduta che ci può stare per uno dei migliori scrittori di trhiller

  • User Icon

    annabetty

    20/12/2011 13:12:49

    Davvero non riesco a capire l'entusiasmo che suscita questo autore, che da anni produce libri fotocopia, indistinguibili l'uno dall'altro, inverosimili e morbosi. Anche a me era piaciuto molto Il Collezionista di Ossa, era originale, veloce, i personaggi intriganti. Ma poi la serie non si è più evoluta, più che metodi sempre più fantasiosi e crudeli per uccidere non ha creato, e quindi ho detto basta a pagina 46 di questa ennesima delusione ed archiviato per sempre autore e personaggio. Ci sono in giro troppi libri molto più piacevoli di questi ai quali dedicare il poco tempo libero da poter concedere alla lettura. (NB: non leggo solo Jane Austen, ma McCarthy, Winslow, Connelly, la Reichs...altri pianeti)

  • User Icon

    Francesca

    28/08/2011 14:29:50

    Il libro è molto bello. Dopo un inizio un po'... faticoso, i colpi di scena si susseguono senza sosta. Bellissimo thriller. Bei personaggi. Entusiasmante.

  • User Icon

    patrizia

    28/04/2011 19:57:51

    Noioso, senza suspense, non ho mai desiderato tanto terminare un libro.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione