Categorie

Una lunga estate crudele

Alessia Gazzola

Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2015
Pagine: 313 p., Rilegato
  • EAN: 9788830440968

95° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,85

€ 13,94

€ 16,40

Risparmi € 2,46 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alius

    31/05/2017 08.22.54

    Bello, prende, allineato ai precedenti... però il caso stavolta mi ha coinvolto meno!

  • User Icon

    Luca

    10/12/2016 13.31.52

    La Gazzola non delude mai!!!

  • User Icon

    Alessandro

    05/10/2016 21.13.19

    Alice si trova ad indagare in un caso vecchio di 20 anni che si intreccia nel presente....e

  • User Icon

    Melissa

    25/07/2016 15.53.46

    UN libro scritto bene scorrevole piacevole che si legge tutto di un fiato come gli altri della stessa scrittrice...che dire...veramente molto brava.

  • User Icon

    Mariflo

    28/12/2015 22.18.49

    Si legge senza fatica questo nuovo capitolo delle avventure di Alice Allevi. La parte del romanzo dedicata all'investigazione procede senza grossi intoppi, ma anche senza grossi sussulti o sorprese (si continua a non capire perchè un poliziotto decida di avvalersi, in maniera anche ufficiale, di una specializzanda nemmeno particolarmente acuta). La parte romantica continua a navigare nell'indecisione affettiva della protagonista. Sarebbe ora si decidesse, in effetti. Detto tutto questo, si possono trascorrere un paio d'ore con una lettura piacevole, a tratti molto divertente e poco impegnativa.

  • User Icon

    Adriana Rosas

    07/12/2015 22.43.17

    Un piacevole romanzo giallo/rosa: una storia ben costruita e ben scritta che ha per protagonista una specializzanda curiosa e intelligente (tranne che per quanto riguarda le questioni di cuore). Un po' meno bello dei romanzi precedenti, forse perché viene dato troppo spazio alle vicende amorose della protagonista, decisamente inutili per quanto riguarda il crimine e la soluzione del caso, o forse perché si capisce troppo presto quello che è veramente successo. E ho trovato poco originale la storia dell'inviato che salva la bambina tra le macerie di Gaza, anche se come espediente letterario funziona.

  • User Icon

    patrizia b.

    02/09/2015 10.43.47

    E' il secondo libro che leggo di questa autrice e confermo il mio giudizio bassino, perché non è un libro giallo o thriller, ma solo una scusa per scrivere un libro "rosa" sulle vicende sentimentali poco interessanti della non più piccola Allevi con veramente troppi uomini. Da chi vuole essere letta? Ma forse sbaglio io, vista la quantità di 5/5 che riceve. Comunque, per me è cassata dagli acquisti prossimi venturi.

  • User Icon

    patrizia b.

    21/08/2015 18.18.34

    Si decidesse, una buona volta. Vuol scrivere un libro sulle pene d'amor perdute o vuole scrivere un giallo (non mi azzardo a dire thriller)? L'inserimento qua e là dei piccoli grandi amori e pensierini annessi confonde e fa perdere di vista la storia gialla. E durerà ancora tanto, se prende esempio dal Commissario Ricciardi.

  • User Icon

    mariarita c

    16/08/2015 13.59.55

    Il più bel libro su alice allevi per me resta : le ossa della principessa ma anche questo è stato coinvolgente! Certo, avrei preferito un finale migliore in cui l assassino venisse punito dalla legge e non dai propri sensi di colpa ma va bene così... aspetto il capitolo successivo perchè sono impaziente di capire cosa capiterà ancora ad Alice e come si evolverà il suo rapporto col bellissimo, stronzo e super sexy Claudio

  • User Icon

    Umberto75

    13/08/2015 09.30.34

    A me questa scrittrice piace parecchio per l'ironia con cui scrive e perché i suoi thriller sono sempre all'altezza delle aspettative. Consigliata!

  • User Icon

    ocean02015

    08/08/2015 07.46.20

    mi spiace ma ho trovato questo libro banale, in alcuni punti inverosimile e con una struttura fragile fragile . L'autrice avrebbe potuto condensare la storia e renderla più solida con molte meno pagine e senza alcuni personaggi di contorno che non aggiungono nulla alla trama.

  • User Icon

    Laura

    06/08/2015 20.41.38

    Ho letto tutti i libri di questa autrice. È diventata una compagnia gradevole, finito un romanzo ne aspetto quello successivo, anche in questo caso è stato così. La storia è interessante, il finale inaspettato ma logico dato l'intreccio. Insomma un modo simpatico di passare il tempo. La storia? Meglio lasciare che gli altri lettori la scoprano da sé. Anticipare sarebbe togliere un po' il gusto di scoprire come procedono le cose. Vabbè, c'è una cripta sotterranea e dentro un................

  • User Icon

    betty

    20/07/2015 10.00.33

    Come altri libri dell'autrice anche questo mi ha appassionato,scritto bene, interessante la trama, un finale inaspettato ....un thriller di buon livello, consigliato!

  • User Icon

    Annina

    11/07/2015 19.32.21

    Minore del precedente ma con un finale più accattivante

  • User Icon

    valentina

    09/04/2015 10.45.42

    Anche questo libro della gazzola mi e piaciuto molto. Non vedo l'ora che esca il prossimo libro.

  • User Icon

    Laura

    25/03/2015 11.42.56

    Torna ancora una volta Alice Allevi. Sempre più confusionaria, dinamica e pronta a gettarsi a capofitto in nuove indagini. Come afferma giustamente la Wally, in una pagina del romanzo: "Ma come è possibile che quando succede un guaio lei è sempre di mezzo?". Ormai assistente dichiarata e allieva del Commissario Calligaris, assiste ad interrogatori, svolge indagini, ipotizza soluzioni. Il suo campo sembra essere più questo che non quello dell'anatomopatopogia. Nel frattempo il suo cuore è diviso in tre: non riesce a dimenticare l'Innominabile Arthur, nonostante conviva con sua sorella Cordelia; è sempre attratta da Claudio Conforti ed è colpita dalla corte galante e un po' demode di Sergio, che alla fine le dice: "Piccola Alice persa nel Paese delle Meraviglie, io non posso aiutarti a capire cosa vuoi. Non sarebbe leale. Dovrai capirlo da sola"... Se uno cerca un giallo o un thriller vero, la Gazzola non fa per lui, le indagini sono sempre un po' una scusa per raccontare Alice. Se invece si cerca un libro per trascorrere un paio di ore piacevoli, accompagnati da una prosa spumeggiante, gradevole ed estremamente scorrevole, è una scelta azzeccata.

  • User Icon

    paola

    16/03/2015 20.21.38

    libro molto noioso e poco coinvolgente , stavolta Alessia Gazzola non ha saputo intrattenere ls lettura, a mio parere.

  • User Icon

    sammy

    14/03/2015 12.00.31

    Non conoscevo ancora questa autice, mi piace molto il suo modo di scrivere e di raccontare la storia in modo leggero. Penso che leggero' altri libri di questa autrice! Forse l' unica cosa negativa e' che ho trovato il finale un po scontato...per il resto ne consiglio la lettura!

  • User Icon

    RossaMina

    04/03/2015 15.38.14

    Lettura sempre piacevole e scorrevole (più del precedente che mi è sembrato un pò arzigogolato). La figura di Sergio di troppo, punterei invece l'attenzione sulla nonna che mi ricorda molto quella del "Tempo delle mele" dei miei tempi.

  • User Icon

    Francesca

    26/02/2015 22.24.53

    Già comprato e già letto. Scrittura sempre frizzante e scorrevole. Hai la fretta di girare le pagine ma la voglia di non terminare la lettura troppo presto. La vicenda 'gialla' si è risolta, ma l'intrigo amoroso si infittisce...

Vedi tutte le 27 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione