Macchie solari. Il cinema di Armando Crispino

Claudio Bartolini

Editore: Bloodbuster
Collana: I ratti
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 1 gennaio 2013
Pagine: 264 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788890898624
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Terza uscita per la collana "I Ratti" di Bloodbuster, guide introduttive a generi e protagonisti del cinema commerciale, dedicata ad Armando Crispino. Multiforme e poliedrico, intellettuale e popolare, studioso di cinema e cineasta a sua volta, Crispino non è stato soltanto l'autore degli indiscussi capolavori thriller "L'etrusco uccide ancora" e "Macchie solari". Dopo una giovinezza come caporedattore della pagina culturale a "L'Unità", ha attraversato la grande stagione dei generi italiani creando in parallelo una riconoscibile poetica, proprio in seno a quel cinema superficialmente classificato come serie B. Dal boccaccesco al western, dal war movie allo spy, dal (finto) musicarello al conventuale, fino alle estremità della parodia e a un terzo capitolo thriller scritto e mai girato, il regista piemontese ha aderito ai canoni per stravolgerli, innervando la tradizione bis nostrana di quelle personalissime correnti che hanno reso le sue opere non solo riconoscibili, ma anche apprezzate oltreconfine a distanza di anni. Questa analisi storiografico/filmica, arricchita dalla presenza di bozzetti, sceneggiature e materiali fotografici inediti, ha la pretesa di porsi come contributo esaustivo e completo all'arte di Armando Crispino, allacciando con essa e con il lettore un duplice rapporto di prossimità.

€ 14,25

€ 15,00

Risparmi € 0,75 (5%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 15,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mattia Torremarte

    06/10/2015 11:05:44

    L'ho trovato personalmente noiosissimo. Poco approfonditi il regista e la sua filmografia. Assolutamente sconsigliato.

Scrivi una recensione