Maledetti hippie!

Jörg Juretzka

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: R. Gado
Editore: Meridiano Zero
Collana: I taglienti
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 27 marzo 2013
Pagine: 216 p., Brossura
  • EAN: 9788882372590
Salvato in 6 liste dei desideri

€ 9,70

Venduto e spedito da Libro di Faccia

Solo una copia disponibile

+ 2,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 9,70 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Kristof Kryszinski, scanzonato detective privato dal sarcastico monologo interiore, viene inviato dagli Stormfuckers - la gang di bikers della Ruhr di cui fa parte - sulle tracce del "Cucciolo", compagno centauro partito verso il Sud della Spagna alla ricerca di un luogo soleggiato in cui fondare una nuova base del club e sparito nel nulla insieme ai 180.000 euro affidatigli. Ad accompagnarlo a bordo dello scalcagnato camper, l'amico Pierfrancesco Scuzzi, professione: fancazzista. Sul tratto più deserto della Costa de la Luz i due s'imbattono nel Paradise Lodge, bizzarro camping hippie che raduna surfisti olandesi e crocerossine scandinave in un grande revival delle atmosfere anni Settanta, fra spinelli e funghi allucinogeni, pastoni salutisti e musica psichedelica. Scuzzi vi si abbandona beato e ignaro, mentre grazie a scomode domande e scettiche risposte Kristof si attira subito l'ostilità generale. Ad aumentare le tensioni, un confinante campo di zingari col vizietto della lapidazione facile. Cadaveri di clandestini alla deriva, ex zone militari sigillate, ambigui rapporti fra Guardia costiera e Guardia Civil; per non parlare di quel misterioso ex caseificio... Dietro alla sparizione del Cucciolo sembra nascondersi un disegno criminale ben più spaventoso. E per sciogliere omertose lingue e complesse connivenze il nostro novello Odisseo della Ruhr dovrà innanzitutto districarsi dalle languide reti tese da abili e pulsionali "sirene" sexy in muta da sub.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,5
di 5
Totale 2
5
0
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Luchito

    20/09/2019 22:12:36

    Un romanzo “pulp” ambientato nel sud della Spagna, dove una strana coppia formata da un detective tedesco ed un amico di origine italiana indaga alla ricerca di un biker scomparso con il malloppo. L'ultimo avvistamento è in un campeggio hippie che nasconde molti segreti dietro la propria facciata pacifista. Romanzo difficile da catalogare per il mix di generi letterari e difficile da valutare: l'autore ha la capacità di mantenere nel crescendo dell'azione un tono leggero, con stile ironico e tagliente. Emblematica la descrizione del campeggio: “Al centro di quell'idillio, un ex scuolabus americano senza ruote, appoggiato su blocchi di cemento e dipinto a motivi psichedelici; non occorreva che mi avvicinassi per sapere che avrei trovato scritto 'Magic Bus' sul parabrezza.” Ma solo qualche pagina dopo: “Mi ero sbagliato. Lo scuolabus senza ruote non si chiamava 'Magic Bus'. E' più una cosa da via orientale, tipo Kathmandu. Qui, al margine sud-occidentale d'Europa, ovviamente sul parabrezza c'era scritto 'Marrakech Express'.”

  • User Icon

    riccardo

    05/02/2014 14:12:40

    Un simpatico miscuglio! Personaggi anni 70, ambientazioni di cartapesta, psicologie essenziali. Un po' Orson Welles un po' Tarantino ma tutto torna. La storia tiene e diverte, anche se con qualche disinvolta forzatura. Con un bel finale al fulmicotone che forse tende a sistemare un po' troppo i vari tasselli, un racconto così sopra le righe poteva anche permettersi delle smagliature (io l'avrei preferito). Non so se imputarlo alla traduzione ma di qualche passaggio non ho capito il senso.

Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali