Mangia prega ama - Elizabeth Gilbert - copertina

Mangia prega ama

Elizabeth Gilbert

Scrivi una recensione
Traduttore: M. Crepax
Editore: Rizzoli
Collana: Vintage
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29 giugno 2011
Pagine: 376 p., Brossura
  • EAN: 9788817053051
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 11,05

€ 13,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Quantità:
LIBRO

€ 7,02

€ 13,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Liz è bella, bionda, solare; ha una grande casa a New York, un matrimonio perfetto, un lavoro invidiabile. Eppure, in una notte autunnale, si ritrova in lacrime sul pavimento del bagno, con l'unico desiderio di essere mille miglia lontana da lì. Quella notte, Liz capisce di non volere niente di tutto quello che ha, e fa qualcosa di cui non si sarebbe creduta capace: si mette a pregare. Come reagireste se Dio (o qualcosa che gli assomiglia) venisse a toccarvi il cuore e la mente, non per invitarvi alla pazienza e alla rassegnazione, ma per dirvi che avete ragione, quella vita non fa per voi? Probabilmente fareste come Liz: tornereste a letto, a pensarci su. A raccogliere le forze, perché il bello deve ancora venire. Un amarissimo divorzio, una tempestosa storia d'amore destinata a finir male e, in fondo, uno spiraglio di luce: un anno di viaggio alla scoperta di sé. In questo irresistibile diario-confessione, Elizabeth Gilbert ci racconta le tappe della sua personalissima ricerca della felicità: l'Italia, dove impara l'arte del piacere, ingrassa di 12 chili e trova amici di inestimabile valore; l'India, dove raggiunge la grazia meditando in compagnia di un idraulico neozelandese dal dubbio talento poetico; e l'Indonesia, dove uno sdentato sciamano di età indefinibile le insegna a guarire dalla tristezza e dalla solitudine, a sorridere e a innamorarsi di nuovo. "Mangia prega ama" è la storia di un'anima irrequieta, con cui è impossibile non identificarsi.
2,73
di 5
Totale 15
5
4
4
0
3
3
2
4
1
4
  • User Icon

    Annalisa

    10/03/2019 12:02:42

    Un viaggio alla ricerca di se stessi e della fede, divertente, emozionante, allegro, triste. Un viaggio di rinascita. Leggendolo sembra davvero di entrare nel libro, di intraprendere questo percorso insieme alla protagonista. La storia è scorrevole, spesso ironica e Liz riesce a comunicare con efficacia i suoi passaggi, alcuni molto intensi e stimolanti, coinvolgendo il lettore nella sua ricerca spirituale. Un libro da leggere almeno una volta nella vita, con un significato profondo che ti lascia dentro tantissime emozioni.

  • User Icon

    Patty

    21/07/2016 21:48:29

    Ho letto questo libro perché mi era piaciuto molto il film e devo dire che il libro è ancora meglio. Penso che, al di là di come siano o meno raccontate le varie parti del viaggio di Elizabeth , la sua storia sia veramente meravigliosa e d'ispirazione. Lo consiglio molto.

  • User Icon

    vinny

    22/06/2016 12:06:24

    Mangia prega ama dovrebbe essere un libro in cui il lettore dovrebbe avvertire il sentimento di essere cittadino del mondo e l'impulso di viaggiare. In questo il libro c'entra il suo obiettivo, ma lo fa talvolta impreziosendosi di stereotipi (il classico italiano sciupafemmine-amante del pallone-che non vuole lavorare; matrimoni combinati indiani; approfittatori di turisti indonesiani). Il libro tuttavia pecca nel modo in cui viene raccontato a tratti prolisso e poco incisivo come se fosse scritto da uno scrittore principiante. Talvolta sembra persino di essere finiti in un romanzo rosa. Di certo un libro che si scorderà facilmente.

  • User Icon

    roberta

    29/02/2016 10:49:50

    Noioso è fargli un complimento. Non ho mai visto il film ma spero sia l'eccezione al solito " il libro è sempre meglio del film".

  • User Icon

    Elisa

    20/10/2015 17:48:39

    Ma per carità! noioso all'inverosimile. Si riscatta nella parte finale ma non così tanto da fare alzare il voto. Per fortuna me l'hanno prestato...

  • User Icon

    Francesca

    28/08/2015 15:01:04

    Concordo con i vari lettori che sono rimasti delusi: ancora non mi capacito di come abbia fatto questo libro ad avere così tanto successo. Di una noia mortale per 200 pagine, si salva dalla catastrofe totale grazie alle ultime 100, ma questo non è sufficiente a riscattare la noia. Mi dispiace, ma è un libro che non consiglierei mai.

  • User Icon

    elena

    19/04/2015 18:27:32

    non si puo dire che sia un libro scritto male pero a me è risultato estremamente pesante e alle volte le elucubrazioni mentali della protagonista poco comprensibili. Forse non l'ho apprezzato perché non mi sono trovata per nulla in sintonia con liz. Comunque sto faticando da matti per cercare di finirlo, ancora di più da quando ho visto il film. Peccato.. speravo mi appassionasse di piu

  • User Icon

    valentina

    03/07/2013 08:53:44

    la parte più interessante del libro è l'ultima: lì si vivacizza un po' con il racconto del vissuto reale della protagonista, che fino a quel momento resta in ombra e lascia prevalere le sue (eccessive) elucubrazioni e in pratica lascia spazio solo a un trattato di yoga e di meditazione. fino a quel momento non sembra quasi un romanzo.

  • User Icon

    Francesca

    11/04/2013 15:14:37

    A mio avviso un libro davvero intenso e toccante, a tratti anche molto divertente. L'autrice, con il suo stile ironico e coinvolgente, ci accompagna nel suo lungo e complesso viaggio alla ricerca di se stessa. L'ho amato in ogni sua parte, inclusa quella centrale che per molti, forse, può risultare meno scorrevole. Vivamente consigliato. Anche se, riconosco, deve piacere il genere.

  • User Icon

    paola

    07/02/2013 12:40:01

    Bellissimo libro, forse un pochino lento l'inizio ma appena il viaggio inizia le pagine si lasciano leggere con piacere e scorrono veloci. Un consiglio però: leggete questo libro con leggerzza, senza aspettative ma con la sincera capacità di guardarsi dentro mentre lo si legge. Troverete in quello pagine qualcosa di ognugno di noi. Attraversatelo, come direbbe la protagonista :)

  • User Icon

    Valeria

    09/07/2012 14:03:44

    Libro noioso. Non sono riuscita a finire di leggerlo. Le mie aspettative sono state profondamente deluse

  • User Icon

    Stellasolitaria

    18/04/2012 13:41:55

    Libro piacevole e allegro. Scrittura semplice e descrittiva. Un libro che si legge bene in spiaggia, come ho fatto io lo scorso settembre. E' una storia che fa sorridere.

  • User Icon

    Tinama

    09/04/2012 11:35:38

    "Come il fumo per i polmoni, così è il risentimento per l'anima" è una delle tante riflessioni che questo libro propone ai lettori. Ognuno può trovare nelle sue pagine una parte di sé, un'esperienza interiore vissuta. Non è da tutti o per tutti fare, invece, le esperienze di viaggio della protagonista. Piacevoli e interessanti ma un po' lontane dalla disponibilità e dalla mentalità dei più. Ciò che la protagonista si propone, ad un certo punto della sua vita, è indagare un aspetto di se stessa sullo sfondo di tre Paesi. L'Italia per imparare l'arte del piacere, l'India per apprendere l'arte della devozione e l'Indonesia per assimilare l'arte di bilanciare l'uno e l'altro. Sarà per Liz, un viaggio alla scoperta di se stessa. Per il lettore, predisposto a questo tipo di esperienze, uno stimolo a provarci, senza necessariamente partire per Paesi lontani e sconosciuti.

  • User Icon

    katy

    15/03/2012 15:10:53

    era da tanto tempo che volevo comprarlo e alla fine mi sono decisa...lo sto leggendo in questo periodo e sinceramente non so se riuscirò a finirlo...sono nel punto in cui lei è in india. probabilmente non sono abbastanza spirituale ma sinceramente x me è una vera agonia...la maggior parte del libro è un continuo monologo...spero che quando andrà in tailandia la situazione migliori.

  • User Icon

    lucia

    07/02/2012 15:18:22

    premetto che ancora non finisco di leggerlo. Ma per ora è a dir poco deludente. E se continuerò questa lettura è solo per rispetto ai soldi che ho speso! La parte ambientata in Italia mi offende e non poco, piena di luoghi comuni (vedi il pacco postale che non arriva, vedi l'ossessione del cibo, vedi la ragazzina napoletana che alza il dito medio). Ho abitato a Napoli per tanti anni, non sono napoletana e non ci tornerei mai a vivere...ma nessuna ragazzina mi ha alzato il dito medio come descrive la Gilbert. Faccio yoga, e non capisco per quale motivo lei affermi che yoga e Italia non vanno d'accordo. bah...

Vedi tutte le 15 recensioni cliente
  • Elizabeth Gilbert Cover

    Laureata alla New York University in scienze politiche è giornalista e autrice di racconti, romanzi e biografie. La sorella, Catherine Gilbert Murdock, è anch'essa scrittrice.Dopo il successo internazionale di Mangia prega ama – bestseller da 8 milioni di copie tradotto in 30 lingue – nel 2008 è stata inserita da “Time Magazine” nella classifica delle 100 persone più influenti al mondo. Vive nel New Jersey (per ora), col marito, un giardino e fin troppi animali. Approfondisci
Note legali