Categorie

Michael Cordy

Traduttore: V. Februari
Editore: Nord
Collana: Narrativa Nord
Anno edizione: 2008
Pagine: 440 p. , Rilegato
  • EAN: 9788842915676

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luciano Vallefuoco

    22/01/2015 17.33.10

    Appoggio in pieno il commento di Massimo, anche se il mio voto al libro è poco al di sopra del suo. Aggiungerei solo un paio di considerazioni: il libro ricollega la figura del Papa Rosso alla 'Congregazione per la dottrina della fede', ma stando a wikipedia (non sono un esperto di Curia romana)il Papa Rosso è a capo della 'Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli'(anche detta Congregazione di Propaganda Fidei). Non so se è una svista dell'autore o del traduttore. Inoltre, temo sia impreciso parlare di Ziggurat nei paesi del sud-america,visto che lo Ziggurat è una costruzione tipica della mesopotamia. Interessante, comunque, l'ipotesi della genesi umana prospettata dal personaggio principale del romanzo. Se vi capita tra le mani, leggetelo pure.

  • User Icon

    alessandra

    01/02/2014 13.22.13

    Un libro bellissimo. Il manoscritto di Voynich ha sempre affascinato il mondo con la sua indecifrabilità e a mio parere questo è uno dei romanzi che più si avvicina ad un'ipotetica soluzione del mistero.

  • User Icon

    dany

    27/05/2012 15.17.30

    ottimo romanzo tratto dal Mistero del Voynich. bella narrazione, scorrevole, appassionante. complimenti all'autore.

  • User Icon

    Paolo Numana

    04/05/2012 23.39.28

    Personalmente credo che sia proprio un bel libro. Originale la scelta di porre il Voynich al centro della vicenda e far diramare la trama narrativa tutta intorno ad esso. Gradevole la prosa e ricco di avventura. Libro approvato in toto. Vedremo se l'autore bisserà il buon tenore narrativo prodotto con Il manostritto di Dio...

  • User Icon

    Massimo

    29/08/2011 11.21.28

    Libro difficile da giudicare in quanto, come già evidenziato da precedenti recensioni, tanti sono gli aspetti e i livelli di lettura da valutare. Interessante e meritoria la scelta di porre al centro del racconto il manoscritto di Voynich, ovvero un documento effettivamente esistente e che davvero risulta essere un irrisolto ed intrigante enigma. Dopo la parte iniziale in cui si descrive questo manoscritto, facendo intendere che il suo contenuto assume una fondamentale importanza non solo di tipo storico-documentale ma anche perchè capace di influenzare le future prospettivite dell'umanità, il racconto si ambienta sostanzialmente fino alla fine nella foresta amazzonica peruviana, dove diverse persone per diversi motivi, cercano di trovare quanto indicato nel misterioso documento. La descrizione della foresta amazzonica, delle civiltà che anticamente l'hanno popolata, dei pericoli corsi dalla spedizione, sono senz'altro coinvolgenti, ma nel proseguire il racconto diventa sempre più misticheggiante, un pò troppo secondo me, tanto che da un certo punto in poi l'unica distinzione rispetto ad un classico fantasy, genere che sinceramente non è tra i miei preferiti, è che quanto raccontato ha come fulcro e fondamento aspetti di natura religiosa, che comunque inducono il lettore a fare considerazioni e a riflettere, facendo sì che gli avvenimenti descritti si possano considerare anche in modo metaforico. La Chiesa, come sembra andare di moda oggi, viene anche in questo libro messa in cattiva luce nella figura dell'ignobile responsabile gesuita, ma se è vero che nella storia la Chiesa ha senz'altro annoverato al suo interno figure di dubbio profilo, quando non decisamente negativo, è anche vero che fornire nel libri a sfondo esoterico-religioso quasi sempre questo stereotipo delle istituzioni ecclesiastiche mi sembra un pò limitativo e superficiale. Comunque libro originale che partendo da uno spunto reale pone anche importanti interrogativi.

  • User Icon

    Camelot

    23/06/2010 14.19.10

    La prima parte sembra ispirata da Dan Brown, la seconda da Indiana Jones, la terza da un videogioco con i passaggi ai vari livelli, la quarta parte sembra l'attivita' di onirica di uno con la febbre che si è addormentato guardando 2001 Odissea nello Spazio......eppure il racconto appassiona, pur in ambito totalmente fantasy gli avvenimenti scorrono in modo logico. Non c'è la pretesa di raccontare qualcosa di verosimile, e proprio per questo, alla fine, la storia regge senza contraddirsi. L'unica difficolta', per me, è stata cercare di capire gli aspetti chimici, biologici e medici della vicenda, su cui l'autore si sofferma. Appassionante, comunque, e splendida l'ambientazione.

  • User Icon

    andrea_18_

    14/04/2010 22.33.13

    vorrei mettere mille stelline...un libro appassionante,intrigante,intenso,pieno di avventura e suspance; ho letto 440 pag in 2 giorni esatti...strabiliante..!!! iper consigliato a chi ama l'avventura e non(non sono un'appassionato del genere)come un treno mi ha travolto..leggevo anche mentre camminavo!!! un vero manoscritto di dio!

  • User Icon

    cobra

    13/04/2010 22.40.32

    veramente un bel libro avvincente la storia con una fine all'altezza delle apettative. sicuramente un romanzo che vale la pena leggere

  • User Icon

    Dennype

    11/04/2010 13.09.14

    Libro veramete ben scritto, con luogni da sogno e trama avvincente.

  • User Icon

    Denis

    14/02/2010 16.57.17

    Semplicemente stupendo. Un'avventura molto emozionante che fa sognare, trasportando il lettore in luoghi fantastici ma reali che sembra di vedere con i propri occhi.

  • User Icon

    Stefano

    09/02/2010 11.53.40

    Bellissimo libro d'avventura, stile Cussler ne "L'oro dell'inca". Trama coinvolgente e mai noiosa, ricca di colpi di scena e suspance. Questo Michael Cordy scrive moooolto bene...

  • User Icon

    francesco

    08/07/2009 21.45.39

    Libro merviglioso...stile indiana jons nel suo tempo migliore. Tutto ti trasporta e bellissima l'interpetazione del vornjc che l'autore da e ne scrive questo capolavoro. Veramnte un libro da primo della classe

  • User Icon

    Richebourg83

    20/03/2009 19.35.07

    Bella l'idea di partire da un mistero reale e non di pura invenzione come è il Voynich. Più scontata invece l'idea dell'avventura alla Indiana Jones e del potere ecclesiastico stile Codice da Vinci. Fantastici i personaggi nel loro realismo trascinati dalle loro credenze, esperienze e sentimenti. Sono pieni di dubbi come ciascuno di noi (Marco e Ross in primis). Utile il fatto che una volta ancora si tenga a precisare che la salute vale più dei soldi (il giardino è un tesoro più ricco della ziggurat d'oro). L'inica nota negativa, a mio avviso, è il finale dove il caso e la provvidenza prevaricano l'azione del protagonista che così non deve pagare il conto delle proprie scelte. Peccato per i diffusi errori di battitura per cui diverse parole sono scritte in modo errato. Da segnalare infine alcune imprecisioni ed altre considerazioni faziose, ma nell'insieme è sicuramente un libro da leggere divorato 440 pagine in 3 gg lavorativi. Voto 3.75 stelle che gli vale l'arrotondamento per eccesso.

  • User Icon

    nadia

    17/03/2009 14.43.55

    Bellissimi i personaggi, compreso Marco che non so perchè mi ha ricordato molto Silas (si scrive così?) de Il codice Da Vinci. Inizio un po' lento, ma si entra nel vivo dell'azione non appena "i nostri eroi" entrano finalmente ne Il Giardino di Dio. Bella la storia e soprattutto bello il finale, che stante l'argomento, avevo paura fosse deludente.

  • User Icon

    Emiliano

    09/02/2009 13.52.25

    Una bella avventura che scorre fluida per tutta la durata del libro. Certo ci sono i soliti stereotipi degli ultimi thriller in circolazione con sfondo religioso (chiesa cattiva, scoperta sensazionale, ecc.) ma a rendere particolare il libro c'è questo Manoscritto Voynich ricco di mistero e di fascino ( io non ne conoscevo l'esistenza ed è stato proprio questo a farmi comprare il libro). Buona caratterizzaione dei personaggi, ambientazioni suggestive, qualche situazione d'azione rendono questo libro davvero una piacevole lettura. Consigliato principalmente a chi non ama l'azione sfrenata ma preferisce l'esplorazione.

  • User Icon

    luca

    23/01/2009 12.35.49

    Bel libro. Ambientato nell'amazzonia sembra quasi di ritornare al libro di Rollins anche se non di medesimo livello. Molto intrigante e coinvolgente. Consigliato per chi apprezza il genere avventura e thriller.

  • User Icon

    ##Alessandro

    21/11/2008 20.45.47

    Decisamente mi è piaciuto. Ci sono alcune parti un po' lente ma tutto sommato è un libro che rileggerei volentiri. Non lo considero il romanzo dell'anno (avrei dato 4/5) ma considerato l'originalità di alcuni argomenti ho dato un voto in più. Piacevole

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione