Categorie

Glenn Cooper

Traduttore: R. Cristofani, F. Frulla
Editore: Nord
Collana: Narrativa Nord
Anno edizione: 2011
Pagine: 416 p. , Rilegato
  • EAN: 9788842916727

Poi, nel groviglio di braccia, gambe, costole, teschi e spine dorsali, individuò una caratteristica sorprendente, che la colpì con la forza di un'onda gigantesca che si abbatte su una scogliera. Il suo sguardo passò rapido da un corpo all'altro, finché non le si annebbiò la vista e le cedettero le gambe. Signore misericordioso, dammi la forza.

Sì, d’accordo, non sarà fornitissimo di coperchi: ma negli ultimi tempi il set di pentole da cucina del diavolo, per quanto incompleto, sembra più che sufficiente per preparare ricchissimi banchetti. Un po’ di zolfo arricchisce ogni pietanza, e non ci stupiremmo se di qui a qualche tempo vedessimo il numero verde di molte case editrici cominciare con il prefisso 666.
Glenn Cooper, comunque, è uomo di mondo, e sa che certe cose vanno affrontate senza esitazioni. Inutile menare troppo il can per l’aia, quando si ha intenzione di danzare un sabba alla pallida luce del chiaro di luna, pratica della quale il nostro è riconosciuto maestro. In questo suo quarto romanzo Cooper – reduce dalla marcia trionfale avviata qualche anno fa con La biblioteca dei morti, strepitoso successo editoriale – tuffa i suoi lettori fin dalle prime pagine nel gorgo di una cospirazione che copre un arco di tempo lunghissimo, collegando senza soluzione di continuità la Roma dei Cesari a quella odierna, in una sarabanda demoniaca a cavallo dei secoli che riuscirà a tenere incollati alle pagine i lettori fino in fondo.
Protagonista della intricatissima vicenda è una giovane archeologa che in seguito ad una misteriosa aggressione subita nel centro di Roma prende i voti e si consacra alla vita religiosa. Ma qualche anno dopo il suo ordinamento, il passato torna a bussare impetuoso alla porta dell’Istituto presso il quale Suor Elisabetta insegna e vive: un crollo improvviso occorso durante gli scavi nelle catacombe di San Callisto rivela qualcosa che c’entra molto da vicino con gli studi effettuati da Elisabetta anni prima.
La chiamata della fede è intatta e fortissima, in Elisabetta, ma quella del Vaticano, in certi ambienti può essere addirittura imperiosa, e così la donna si ritrova proiettata nel bel mezzo di un’indagine a proposito del più incredibile dei ritrovamenti. Dapprima perplessa, poi sempre più coinvolta, Elisabetta dovrà convogliare tutta la propria intelligenza e quella delle persone che le stanno vicine, per venire a capo di un rompicapo che affonda le sue radici a un tempo lontanissimo, e nessun pericolo le verrà risparmiato.
Cooper ci ha abituati bene, e quest'ultima fatica non smentisce la sua fama di abile entertainer. Il plot corre veloce su binari paralleli: da un lato la cospirazione che sottende a tutta la vicenda narrata, nel suo dipanarsi mano a mano attraverso i personaggi che l'hanno ordita.
Dall'altra parte, e ad essa inestricabilmente legato, un evento di importanza capitale: un conclave che nel suo avvicinarsi al suo pronunciamento scandisce il countdown tesissimo verso il sorprendente, scintillante epilogo. Punti di forza del narratore americano, anche questa volta, sono la profondità delle ricerche effettuate e la facilità con cui Cooper sembra riuscire a far confluire in un medesimo affresco narrativo suggestioni diversissime e intriganti.

A cura di Wuz.it

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandra

    27/06/2014 10.17.38

    Idea interessante ma da Glenn Cooper mi aspettavo qualcosina di più... Lettura tutto sommato piacevole ma che non ricorderò negli anni.

  • User Icon

    Manuela

    03/05/2014 14.51.06

    Finita da poco la lettura. Questo autore che ho iniziato a leggere quasi per caso, si sta rivelando uno scrittore accattivante dove non solo non risparmia in fantasia, ne ha davvero molta, ma con la descrizione dell'azione in diversi periodi temporali riesce a catturare l'attenzione e a spiegare molto bene momenti e personaggi che furono. Consigliato.

  • User Icon

    Renzo

    27/03/2014 22.56.22

    La storia si sviluppa in diversi periodi temporali, che si intrecciano tra loro: un marchio di fabbrica dell'autore. Ambientato in Italia, la trama è fluida e scorrevole ed abbastanza coinvolgente. La scelta fantasiosa dei lemuri, può piacere o meno... a me è piaciuta. Da leggere

  • User Icon

    Mattia

    08/01/2014 11.53.56

    Romanzo ben scritto e scorrevole. Ho apprezzato particolarmente l'ambientazione italiana, forse Cooper questa volta è andato un pò troppo oltre. Libro in ogni caso piacevole e coinvolgente, ma almeno a mio parere l'autore è capace di ben altro.

  • User Icon

    Walter

    07/01/2014 11.26.28

    Libro accattivante, lettura scorrevole.

  • User Icon

    MARILENA

    23/11/2013 16.53.39

    Storia accativante e ben congeniata....unica nota negativa.....il fatto di scrivere tutti i libri con tre o quattro periodi storici che si intrecciano tra di loro...all'inizio l'ho trovato geniale..ora mi sta un po' stufando...provare a cambiare alla prossima?Comunque lo consiglio...soprattutto le parti che sono ambiaentate nel medioevo sono molto appassionanti.

  • User Icon

    alessandra

    16/06/2013 15.18.09

    L'ho letto in meno di tre giorni. E' il quinto libro di Cooper che leggo e devo dire che mi è piaciuto molto. Mettere la coda ai personaggi storici come Nerone è stato molto "fantasy" ma nel complesso il libro è ok.

  • User Icon

    EMANUELA

    02/05/2013 12.55.11

    ho letto questo libro in un soffio, essendo in oespedale ed avendo molto tempo! mi è piaciuto per l'originilatità della trama. Magari un pò eccessivo. per ora Cooper non delude.

  • User Icon

    gino

    05/02/2013 13.47.05

    Ho letto molto velocemente questo romanzo di Glenn Cooper e sorvolando sugli uomini con la coda l'ho trovato piacevole. Di sicuro non e' niente di straordinario e pur avendo una trama potenzialmente interessante che spazia dall'antica Roma imperiale ai giorni nostri passando dall' Inghilterra di Elisabetta I toccando vari argomenti non regala spunti di riflessione o approfondimento. In conlusione una letttura piacevole ma facilmente dimenticabile.

  • User Icon

    Maurizio

    01/02/2013 19.13.59

    Peccato che l'autore continui a sprecare discreti spunti di racconto, con svolgimenti troppo improbabili e veloci dei momenti chiave. Continuo ad avere l'impressione che Cooper scriva pensando a sceneggiature da cinema, dove la grossolanità della trama viene a confondersi con gli effetti speciali...Leggero, scorrevole, impalpabile. La mente si riposa, e questo in fondo è un pregio.

  • User Icon

    Alessandro

    23/01/2013 15.18.56

    Glenn Cooper si riconferma... altro che raschia il barile. Bella trama e spunto come al solito interessante che ormai si contraddistingue il suo marchio di fabbrica. Forse l'epilogo è un pò troppo contratto per cui si merita un 4/5 Da leggere assolutamente: senza fretta e "non in meno di tre ore" come sostiene qualcuno, il buon vino d'altronde si gusta a sorsi non tracannando.

  • User Icon

    gino

    20/11/2012 00.45.12

    Ho letto il libro subito dopo la sua uscita perchè adoro Cooper. il romanzo è interessante come tutti i suoi libri. Trovata geniale quella dei lemuri e dell'assalto al papato.E la storia continua..

  • User Icon

    paola

    07/11/2012 10.53.16

    Libro incredibilmente bello,una miscela di cultura,storia, religione in cui l'amicizia e i valori umani prevalgono a volte sulla perfidia, da legggere in un fiato!!

  • User Icon

    bobo83

    20/09/2012 22.18.32

    Sarebbe un 4, se non fosse per i protagonisti cattivi di questa storia. Un esercito di uomini con la coda, e la cosa più sorprendente è che uomini storici del passato erano tra questi: i fantomatici lemuri... per cortesia. Peccato, perchè la storia è davvero interessante, e i passaggi, tra passato e presente, affascinano molto. Sarebbe stato molto più credibile una classica setta segreta di persone normali, invece di inventarsi personaggi al limite dell'idiozia.

  • User Icon

    Annalisa

    16/09/2012 16.25.20

    Sempre idee eccellenti per Cooper. Questa volta la trama e' piu' articolata e sostenuta nella narrazione...assolutamente meglio dei precedenti

  • User Icon

    Cristina

    05/09/2012 17.26.03

    Discreto... Come sempre confermo che La biblioteca dei morti è stato il miglior lavoro di Glenn Cooper, per cui tutti gli altri possono solo essere inferiori. Detto questo, il libro scorre bene, un po' banale la risoluzione di tutto nel finale.. Bella l'ambientazione tutta italiana. Lo consiglio per una lettura leggera.

  • User Icon

    Brunella

    31/08/2012 18.01.09

    Gleen Cooper non mi delude mai. Questo romanzo storico ed al tempo stesso contemporaneo è avvincente e pieno di colpi di scena (soprattutto il finale). Consigliato!

  • User Icon

    erika

    28/08/2012 18.17.33

    a me è piaciuto molto, libro scorrevole, letto in poco tempo.. certo la storia è un po' "strana" ma cmq gradevolissimo!!

  • User Icon

    Fulvio Ciapessoni

    27/08/2012 16.54.51

    Scorrevole e avvincente. E' il tipico libro di Cooper e se vi sono piaciuti i precedenti non potete perdervelo!

  • User Icon

    Isa

    26/07/2012 14.52.27

    Bello e coinvolgente come tutti i precedenti!

Vedi tutte le 70 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione