Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Salvato in 17 liste dei desideri
Attualmente non disponibile Attualmente non disponibile
Info
La meglio gioventù
35,70 € 42,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+360 punti Effe
-15% 42,00 € 35,70 €
Attualmente non disp. Attualmente non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
35,70 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
35,70 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
La meglio gioventù - Pier Paolo Pasolini - copertina

Descrizione


La figura di Pasolini si staglia nel panorama contemporaneo per la molteplicità dei suoi interessi letterari e culturali, per la sua dinamica poliedricità, che lo portava ad accostarsi a generi diversi: narratore, poeta, uomo di teatro e di cinema, in lingua e in vernacoli diversi. Tra le sue opere giovanili spicca La meglio gioventù (1954), raccolta di poesie in friulano, ricca di motivi d’interesse linguistico e ideologico-culturale. Il primo nucleo della raccolta, infatti, Poesie a Casarsa, venne pubblicato nel 1942 già con la coscienza di aver realizzato un’operazione altamente letteraria, linguistica e filologica insieme. Pasolini era alla ricerca di uno strumento espressivo puro, di una lingua per la poesia “ingenua”, usata fino ad allora esclusivamente per la comunicazione orale. Al contempo, però, questa scelta si carica di altre valenze: essa esprime infatti una vera passione per le culture minoritarie, minacciate di estinzione dal progresso e dalla cultura ufficiale, ed è insieme il segnale di una scelta antiborghese, connessa alla ricerca di un’identità personale e sociale più ingenua e accettabile. Se tuttavia ricca di significati e implicazioni è la scelta dialettale operata da Pasolini, non v’è dubbio che alla mole davvero considerevole di interventi sulla figura del poeta e sulle motivazioni della sua opzione linguistica non corrisponde sempre una diffusa e adeguata conoscenza dei testi. L’edizione curata da Antonia Arveda, e presentata da Furio Brugnolo, vuole offrire per l’appunto un contributo alla conoscenza diretta della poesia friulana di Pasolini, e si segnala per la sistematicità del commento, di solito riservata più ai classici che ai contemporanei. Ogni poesia presenta un “cappello” introduttivo di carattere critico-interpretativo, una nota metrica, la traduzione (d’autore), e il commento esplicativo dei singoli passi, basato su una puntuale griglia intertestuale; segue l’apparato delle varianti, sia del testo friulano sia dell’autotraduzione. Chiudono il lavoro i consueti indici dei nomi, dei capoversi e delle note linguistiche.

Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

1998
1 novembre 1998
XXX-440 p., Brossura
9788884022646

Conosci l'autore

Pier Paolo Pasolini

1922, Bologna

Pasolini nasce a Bologna il 5 marzo 1922. Per tutta l’infanzia e l’adolescenza segue il padre, ufficiale di fanteria, nei suoi spostamenti, trasferendosi continuamente da una città all’altra del Nord Italia. Nel 1942 a causa della guerra si rifugia nel paese materno, Casarsa in Friuli. Sin da giovane, inizia a scrivere poesie, alternando testi in italiano e in friulano. Nel 1942 esce il suo primo libro Poesie a Casarsa. Nel corso della sua vita l’attività poetica costituirà una costante e porterà alla pubblicazione di alcuni dei più importanti testi della letteratura italiana del Novecento. Nel 1950 Pasolini è costretto a lasciare il Friuli e si trasferisce a Roma. Nel 1955 esordisce nella narrativa con Ragazzi di vita. Parallelamente,...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore