Categorie
Edizione: 2
Anno edizione: 2010
Pagine: 150 p.
  • EAN: 9788876061332

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Vito

    14/07/2007 11.49.40

    Opera di rara bellezza, autore di talento, ma i complimenti vanno all'editore che pubblica opere di questo livello.

  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    30/06/2007 18.42.56

    E' un'opera, per certi aspetti, innovativa e di grande valore. Esporre un concetto filosofico ricorrendo al genere fantasy consente un'assimilazione piacevole e graduale, una riflessione continua inconscia. A ciò si aggiunge una scrittura di apparente lievità, una sorta di prosa poetica ove il ricorso alla metafora non è mai forzato, ma è del tutto funzionale al testo. Ci sono pagine di intenso lirismo, omaggi alla natura di rara bellezza. Un libro, secondo me, assolutamente da leggere.

  • User Icon

    Federico

    05/05/2007 17.01.12

    "La memoria dell'acqua" di Antonio Messina è una raccolta di racconti particolare, una sintesi tra fantasy e filosofia, moderna e, nello stesso tempo classica e universale, per come vengono affrontate la tematiche portanti: amore, giustizia etc. Finisci di leggerla e rimani con la sensazione di aver avuto tra le mani e nel cervello qualcosa di singolare e di unico, che difficilmente oggi riesci a trovare nel mercato omologato dell'editoria contemporanea. La scrittura stessa non è convenzionale, è raffinata senza sfociare però nel tecnicismo pedante. Antonio traccia un mondo che "respira" dalla realtà, ma riesce a farlo diventare onirico, cavalca il sogno, e scorre, scorre fluido come l'acqua che "viaggia" verso il mare.

  • User Icon

    Luigi Gaudio

    13/12/2006 18.24.49

    Ci sono testi che toccano le corde più profonde dell'animo umano, quelle corde che non suonano da tanto tempo. Si ha la sensazione di qualcosa di prezioso, di ancestrale, di mitico quando si leggono i racconti de "La memoria dell'acqua". Chi l'ha detto che la profondità deve essere incomprensibile, criptica? Chi l'ha detto che la filosofia deve usare un linguaggio per iniziati? Questi testi sono come le "Operette morali", ma senza la filosofia materialista di Leopardi. Grazie, Antonio Messina

  • User Icon

    Deborah

    20/11/2006 17.38.13

    Che dire di questo libro? Che è particolare, originale e scritto benissimo! Che leggendolo si ha la sensazione di tornare indietro nel tempo, che dovrebbero leggerlo i giovani per succhiarne valori e suggestioni nuovi! Che dire del mio giudizio sull'autore? Che è brillante e che gli auguro di cuore di emergere ancora di più nel panorama letterario, affinché possa ridare dignità alla letteratura nostrana!

  • User Icon

    Claudia Morgese

    20/11/2006 17.33.03

    Un libro bellissimo, questo di Antonio, che mi ha fatto sorridere e mi ha fatto piangere, ha smosso dentro di me qualcosa, forse assopito da tempo e mai rimosso! Un libro dalla delicatezza estrema e dal linguaggio poetico, cn la magia di colui che, come un pifferario magico ha il potere di incantare e e condurre il lettore dove vuole! Un grazie di cuore allo scrittore per avermi emozionata!

  • User Icon

    catalano francesca

    16/11/2006 16.41.00

    Un'altra opera grandiosa, una prosa poetica avvolgente e accattivante, una cascata di parole, un registro linguistico aulico e soave. L' autore in quest'opera ha dato il meglio di se stesso, è riuscito a navigare nel mondo incantato della fantasia e a comunicare anche a noi le emozioni provate.Forza Antonio, continua a scrivere; il mondo della letteratura ha bisogno di opere pure e incantevoli come queste.Auguri!!!!

  • User Icon

    Stefania Ranieri

    04/11/2006 08.37.31

    Solo un consiglio per chi desidera leggere questo libro che è pura poesia: non leggetelo con gli occhi, leggetelo col cuore!

  • User Icon

    Paola Mastrorilli

    04/11/2006 08.28.52

    Lascio questa recensione in omaggio a uno dei miei scrittori preferiti del momento. Ho letto diverse cose di Antonio: una più bella, più emozionante e profonda dell'altra. Questo libro, poi, è l'acme della sua attività scrittoria (anche se gli auguro di cuore di arrivare ancora più in alto). Parole che fluttuano leggere nella mente, dopo averle lette, le sue, ma col peso del messaggio filosofico e di vita che lascia un segno. Un linguaggio, quello di Antonio, che sembra un fiume in pena; un vissuto, quello di questo libro, che rievoca mondi e tempi arcani, alla ricerca di qualcosa (che cosa?) che provoca una tensione perenne verso l'alto, l'intoccabile, l'etereo, l'apparentemente impenetrabile. La Memoria è un libro memorabile, che custodirò nella mia piccola biblioteca di casa sempre con estrema gelosia. Perchè è come se in questo libro Antonio ci abbia messo un frammento di me (credo di tutti) e le pagine si son fatte specchio del mio stesso viaggio. Un viaggio... un ricongiungimento, forse, o una conquista! E poi Antonio ha una grande dote, rara, ma in lui tangibile: quella di affondare il suo sguardo nella superficie delle cose, di penetrare l'universo umano e di far riemergere "statue" sommerse dal tempo con un semplice e inconfondibile tocco.

  • User Icon

    marinamonego

    27/10/2006 09.31.07

    Antonio Messina è un inventore di mondi, ci trasporta attraverso pianeti lontani eppure vicinissimi per le tematiche che affronta. I suoi sono racconti filosofici ibridati al fantasy, che, con una prosa ricercatissima e densa, ci fanno riflettere e sognare. E molto altro ancora.....per scoprire tutti i segreti è necessario leggere il libro.....

  • User Icon

    Daniele

    05/10/2006 15.05.46

    Un viaggio meraviglioso, un sogno senza confini. Scrittura magnifica. Libro che lascia il segno, ti scuote, ti avvolge. Eccellente prova d'autore.

  • User Icon

    Alberto Fossari

    05/10/2006 11.37.34

    I motivi che spingono ciascun lettore, ciascuno di noi, a scegliere un libro, sono svariati.La voglia di approfondimento, la semplice curiosita', ma sempre piu' spesso un desiderio:trovare un silenzio appartato in cui poter, piu' che ragionare, essere trasportati in una dimensione in cui cerchiamo una intimita' con noi stessi.Il libro dell'autore Antonio Messina non e' soltanto un mezzo per raggiungere questa intimita', bensi' un vero e proprio specchio che mette a nudo una parte, se pur nascosta, di ciascuno di noi. La magistrale mano che l'autore, attraverso i protagonisti dei suoi racconti, ci porge nell'accompagnarci alla scoperta di mondi che sembrano molto lontani, ma che invece albergano in noi, soffocati da una quotidiana omologazione dell'anima, ne sono la prova inconfutabile. A quello che puo' sembrare un fantasioso racconto ultraterreno, risponde invece la chiara, limpida, acuta analisi del sentimento umano, niente di piu' vicino. E' quindi, a mio avviso, una rivoluzionaria via di analisi dell'importanza della vita, dei valori veri della vita;un testo che aiuta ad "Amare". Alberto Fossari

  • User Icon

    ilaria dazzi

    03/10/2006 17.27.05

    Versi in prosa che oltrepassano la forma e la plasmano, per giungere alla sublimazione di una sequenza di vicende d'amore, sia esso amore per la vita, per la bellezza, per il sogno, sia esso volontà di sperare o accettazione del dolore costitutivo dell'essere. Libro dedicato all'esistenza nella propria totalità, oltre il mero confine fra letteratura e vita, fra morfologia e contenuto: esperienza che penetra il vissuto e lo deframmenta, per scorgerne sfumature e dinamiche. Operazione sensibile, raffinata, metodologicamente innovativa perchè rivolta all'essenza, "ciò che è essenziale è invisibile agli occhi" avrebbe sottolineato il Piccolo Principe. Volume scritto in punta 'di cuore', intriso di filosofia come arcano strumento di indagine, mediato dal tema del viaggio, sia esso interiore o ritratto dell'homo viator che si interroga e si ascolta, per riscoprirsi e ricongiungersi all'inatteso che lo tormenta e lo fa vibrare.

  • User Icon

    Nino

    20/09/2006 17.08.07

    E' un libro da consigliare a tutti per il suo contenuto e per la bellezza della scrittura poetica e raffinata.

  • User Icon

    Elisabetta Blasi

    03/09/2006 11.21.12

    Racconti filosofici soavi e dirompenti, ricchi di nostalgia e rimpianto per il Tempo della Grecità Perduta: quello che non ci rende schiavi con misurabilità e misurazioni. Tempo di... Ottembre

  • User Icon

    giuseppe petralia

    28/08/2006 12.33.06

    Tre racconti lungi e sei brevi compongono questo volume dello scrittore, il cui filo conduttore é la ricerca dell'armonia e dell'amore. Il fantasy rappresnta per Messina un pretesto letterario per esprimere i suoi gudizi sulla società, sui suoi parodossi e contraddizioni.Di primaria importanza le figure delle donne tratteggiate come Thana, Fabula, tanto per citarne alcune, donne che, assieme al mare, altro elemento predominante nei racconti, possono "salvare" l'uomo dallo squallore dell'esistenza. Quello che contraddistingue questo libro é lo stile narrativo. Lirico, a tratti poetico, limpido.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione