Mercy. Senza Pietà (DVD) di Damian Harris - DVD

Mercy. Senza Pietà (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Damian Harris
Paese: Stati Uniti
Anno: 1999
Supporto: DVD
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 2,50 €)

Una donna viene ritrovata morta nel suo appartamento. E' nuda, il suo corpo è stato martoriato ma ha il viso perfettamente truccato e i capelli pettinati con cura. Era dirigente di una società di computer.Sul caso deve investigare il detective Catherine Palmer, una donna sola che lavora in un ambiente ostile. Interrogando Vickie, un'amica e collega della vittima, Palmer scopre l'esistenza di un gruppo di donne, bisessuali e lesbiche, che conducono una doppia vita dalla quale si sente attratta, ed incontra uno psicanalista di successo, Broussard, anche lui in qualche modo legato alle vittime. Quando viene compiuto un terzo assassinio con le stesse caratteristiche Palmer si introduce sempre più a fondo in quell'oscuro mondo di passione e dolore.
  • Produzione: CDI, 2003
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 102 min
  • Lingua audio: Italiano
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Area2
  • Stephen Baldwin Cover

    Attore statunitense. Il più giovane dei fratelli Baldwin alterna all'inizio della carriera una fitta presenza televisiva (dai telefilm ai tv-movie) a piccole parti nel cinema (la più importante in Nato il 4 di luglio, 1989, di O. Stone). Attore decisamente poco dotato, ottiene una certa credibilità grazie al successo di I soliti sospetti (B. Singer, 1995), ma non riesce a ripetere l'exploit con le pellicole successive. Approfondisci
  • Ellen Barkin Cover

    Attrice statunitense. Eclettica, dotata e seducente, è una delle presenze femminili più interessanti del cinema americano a cavallo tra gli anni '80 e '90. Con ottime escursioni nella commedia (Nei panni di una bionda, 1991, di B. Edwards e La gatta e la volpe, 1992, di B. Rafelson) e la sempre personalissima attenzione alla scelta dei ruoli: dai film d'esordio di J. Turturro (Mac, 1992) e B. Levinson (A cena con gli amici, 1982) all'intensa e brevissima partecipazione a Daunbailò (1986) di J. Jarmusch, fino al sottovalutato Johnny il bello (1989) di W. Hill, al thriller Seduzione pericolosa (1989) di H. Becker e a Palindromes (2005) di T.?Solondz, amaro apologo sull'impossibilità di essere felici presentato alla Mostra di Venezia 2004. Approfondisci
  • Julian Sands Cover

    Attore inglese. Biondo, freddi occhi chiari, fascino ambiguo, approda al grande schermo agli inizi degli anni '80 sulla scia del successo televisivo di uno sceneggiato. La prima buona occasione che lo fa conoscere a critica e pubblico è il ruolo di Jon Swain nell'apocalittico Urla del silenzio (1984) di R. Joffé. Seguono pellicole che non sempre lo vedono calato in personaggi convincenti, ma imperniate sul suo indubbio fascino. È il giovane anticonformista che fa innamorare di sé l'irrequieta H. Bonham-Carter nel letterario Camera con vista (1986) di J. Ivory, chirurgo ossessionato da una donna nel mediocre e «scandaloso» Boxing Helena (1993) di J. Chambers Lynch, torbido protagonista dell'orrorifico Il fantasma dell'Opera (1998) di D. Argento, efferato rapitore di un piccolo monaco buddista... Approfondisci
Note legali