Il miracolo del vescovo assassinato

Anonimo

Curatore: I. Romeo
Collana: Teatro
Anno edizione: 1994
In commercio dal: 22 aprile 1994
Pagine: 65 p.
  • EAN: 9788838910043
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 6,59

€ 7,75

Risparmi € 1,16 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 


scheda di Bertini, M., L'Indice 1994, n. 9

Composti da autori ignoti tra il 1336 e il 1382, i "Miracles de Notre Dame" costituivano il repertorio della confraternita degli orafi di Parigi e mettevano in scena, come scrive il prefatore, "un campionario enciclopedico e caleidoscopico di episodi sorprendenti, meravigliosi, crudamente realistici, avventurosi o deliziosamente incongrui". L'argomento era spesso tratto dalla "Legenda aurea" di Jacopo da Varagine o da altri repertori agiografici; il momento centrale della vicenda era in genere la discesa della Vergine sulla terra, allo scopo di soccorrere qualche suo devoto o di punire qualche malvagio. La scena, in legno, rappresentava simultaneamente, in diversi scomparti, i luoghi in cui si svolgeva l'azione, compresi il Paradiso e l'Inferno. In questo "Miracolo" un arcidiacono invidioso colloca un masso sulla porta di una chiesa e riesce così a uccidere il vescovo, facendosi poi nominare al suo posto. La Vergine però non lascerà impunito il delitto; durante il banchetto in cui si festeggia il nuovo vescovo, arriveranno i diavoli a impadronirsi di lui e a trascinarlo all'inferno. Come sempre, un sirventese in gloria della Madonna conclude la rappresentazione: 'Vergine, stella polare, / corpo di purezza perfetta...".