Categorie
Traduttore: D. Comerlati, G. Lupieri
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2009
Pagine: 535 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811670223

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luca

    25/11/2013 16.37.47

    Dopo aver letto I fiumi di porpora e Il giuramento ero certo di andare a colpo sicuro, e così è stato. Grangè non si smentisce nemmeno questa volta. Esemplare caratterizzazione dei personaggi principali, estremamente scorrevole, crudo ma sempre coerente. Un unico leggero appunto: il finale è un po' troppo convulso, ad un passo dal divenire troppo hollywoodiano, ma merita il massimo dei voti.

  • User Icon

    Franko56

    19/11/2011 16.06.24

    E' il primo libro che ho letto di questo scittore e devo dire che mi è piaciuto molto. La storia è intrigante e ben presentata. La lettura scorrevole, trasmette voglia di non smettere sino alla fine. Interessanti e ben inseriti nella trama i due poliziotti protagonisti che diventano simpatici e per i quali ho fatto il tifo. In crescendo, molto intrigante e con la giusta suspance, il finale. Lo consiglio.

  • User Icon

    Nicola81

    22/07/2011 15.30.35

    Io di Grangè non avevo mai letto nulla e quindi non sono in grado di fare raffronti. Posso dire che questo libro mi è piaciuto, ma con qualche riserva. La scrittura è scorrevole, i due protagonisti ben delineati, i riferimenti alla dittatura cilena molto interessanti, e non mancano certo la suspense e i colpi di scena. Quello che non funziona è il movente degli omicidi, francamente un pò troppo surreale, e alcune descrizioni dell'ambiente sadomaso di cui si poteva tranquillamente fare a meno. Comunque una buona lettura, ovviamente sconsigliata a chi si impressiona facilmente.

  • User Icon

    mariomio

    04/02/2011 19.19.37

    Il Maestro ha colpito ancora!

  • User Icon

    Mauro

    02/04/2010 09.26.07

    Ho dato 4/5. E' il secondo libro di Grangè che leggo. Secondo me è un bel libro, tuttavia inferiore al suo capolavoro: "I fiumi di porpora". La storia è anche interessante, solo che per certi aspetti è leggermente difficile da seguire in quanto coinvolge anche la storia recente. Il finale è un pò incasinato, però non è malvagio. Comunque, un thriller da leggere ! Ora leggerò "Il giuramento".

  • User Icon

    Leonardo61

    08/03/2010 15.22.20

    Buon libro, con trama avvicente, anche se con un finale un po' maccheronico

  • User Icon

    Tiziana

    27/02/2010 22.18.09

    appassionante, avvincente sebbene a volte un po' crudo. soggetto molto originale, scritto in stile impeccabile.

  • User Icon

    Giuseppe

    12/02/2010 13.47.31

    Bel libro, decisamente sulla lunghezza d'onda dei miei gusti: un poliziesco mistico, cruento, con riferimenti storici ben documentati, con la giusta suspance. Anche la traduzione mi è sembrata molto buona. Certo, volendo trovare il pelo nell'uovo potrei affermare che Grangé gioca un po' troppo con i particolari macabri al limite dello splatter, ma fa parte del suo stile e mi piace così.

  • User Icon

    Mdk7

    30/11/2009 23.12.02

    Ennesimo capolavoro di uno dei miei autori preferiti. Violento, malsano, crudele... l'ho trovato a tratti sontuoso, quasi ai livelli de Il Volo delle Cicogne (che rimane uno dei miei libri preferiti in assoluto!) e di molto superiore a Miserere. Solo il finale -come da tradizione per Grangé- cala leggermente di tono al punto da sembrare un po' troppo affrettato ed inconcludente, ma la lettura rimane qualitativamente eccellente. Grande, grandissimo Grangé.

  • User Icon

    Dan

    23/11/2009 10.24.43

    Solito Grangè, forse più granguignolesco del necessario. Si conferma la sua capacità straordinaria di coinvolgere il lettore e costringerlo ad andare avanti capitolo dopo capitolo. Non male l'accoppiata di detective dal turpe passato. Non del tutto all'altezza il finale "strappato via" e un pò confuso il "movente" in relazione ai molti elementi prodotti. Comunque consigliabile agli amanti del genere. PS: vedo che "la linea nera" viene giudicato inferiore alla produzione media di Grangè. A me è piaciuto più di questo.....

  • User Icon

    gabriele23

    18/11/2009 15.15.11

    SUSPANCE dall'inizio alla fine. la strana coppia kasdan-volokine mi ha fatto impazzire. non è per stomaci leggerini, ma io non lo sono quindi me lo sono goduto in una settimana!. dopo MISERERE' e IL SUGGERITORE chiedo consiglio per trovare libri simili. grazie!

  • User Icon

    Viola

    15/09/2009 22.40.18

    Per una volta, do un voto 'basso' a un libro di Grangé. Ho sempre sbandierato l'inventiva e l'originalità dei suoi romanzi, li consiglio e spesso regalo, direi che sono addirittura una 'fan'. Ma questo, personalmente, non mi è piaciuto. L'ho trovato come sempre scorrevole e ben scritto, ma tutto quel descrivere torture e violenze su di me ha avuto l'effetto contrario: erano concetti talmente ripetuti ed esasperati che alla fine più che inquietarmi mi sembravano grotteschi e mi facevano quasi ridere (si fa per dire, ovvio!). Insomma, mi è sembrato sopra le righe, ecco la definizione giusta. Mi era piaciuto molto di più 'Il giuramento', che insieme ai 'fiumi' è per me il capolavoro di Grangé. Del resto, grazie anche al recente film 'Martyrs' (ho resistito solo 5 minuti, NON avvicinatevi neanche se siete impressionabili), abbiamo capito che i francesi puntano molto su sangue, (s)torture e schifezze del genere.

  • User Icon

    Luke87

    21/07/2009 19.45.21

    Avvincente e ben strutturato...non mi ha fatto staccae dalla sedia per 3 giorni! Un pò lento per quanto riguarda la parte storica-politica della situazione cilena.

  • User Icon

    Anya

    21/06/2009 21.35.07

    Bellissimo e terribile!

  • User Icon

    A-Man

    20/06/2009 22.44.32

    Faccio come Jack Frusciante,esco dal gruppo,ho fatto una fatica bestiale a finirlo.

  • User Icon

    Andrea

    15/06/2009 09.24.32

    Ancora un altro bellissimo libro di grangè! Storia bellissima, ricorsi storici, violenza e sangue: Grande Grangè! Dopo il meraviglioso "Giuramento", un altro bellissimo noir! Da Leggere!

  • User Icon

    NADIA3

    05/06/2009 13.38.53

    Bel giallo,argomento davvero originale anche se le descrizioni delle torture o delle pratiche sadomaso sono un pò esasperate ,ma si sa ,Grangè è uno scrittore per lettori dal palato forte ma fedeli e ogni suo libro racconta sempre qualcosa di scioccante cosi' da non tradirli mai.

  • User Icon

    Fabio

    03/06/2009 15.11.01

    Grangè torna dopo il capolavoro "Il giuramento", con un libro che dimostra la capacità dell'autore francese di saper cambiare, creare e inventare situazioni, personaggi e storie nuove. Una storia che , in puro stile Grangé, unisce la realtà alla fantasia e trascina il lettore fino all'ultima pagina. Sono state sollevate molte critiche al finale, che in realtà non poteva essere molto diverso. Un ennesimo buon libro insomma, non al livello de "Il giuramento" ma sicuramente una spanna sopra gli altri thriller in circolazione.

  • User Icon

    gregorio

    01/06/2009 13.53.27

    Bel libro, non dò il massimo dei voti perchè un pò alla fine troppo scene alla "Rambo".

  • User Icon

    Domenico

    23/05/2009 17.50.21

    Al momento sono arrivato a pagina 360 e devo dire che da quello finora letto Grange ancora una volta si dimostra il Numero 1 in questo genere di romanzo. La sua capacita di trovare sempre trame nuove e innovative ad ogni nuovo romanzo,il non riciclarsi mai,la capacità di catturare l'attenzione del lettore dopo appena 5/6 pagine è davvero incredibile. Leggendo le recenzioni di altri lettori sembra che il finale deluda un po,staremo a vedere al momento trovo questo romanzo devvero super appassionante e molto ben scritto,come del resto tutti i romanzi del romanziere francese (eccezion fatta per LA LINEA NERA) P.S. Incredibile che non compare ,non dico nei primi dieci libri della classifica dei più comprati ,ma neanche tra i primi venti.mah..

Vedi tutte le 25 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione