Missa in Illo Tempore - Salve Regina II & III - Regina Coeli / Vox in Rama - CD Audio di Claudio Monteverdi,Giaches de Wert,Odhecaton

Missa in Illo Tempore - Salve Regina II & III - Regina Coeli / Vox in Rama

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Interpreti: Odhecaton (ensemble)
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Ricercar
Data di pubblicazione: 13 maggio 2016
  • EAN: 5400439003224
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 19,90

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Claudio Monteverdi Cover

    Compositore.La formazione. primi successi e polemiche. Figlio del medico Baldassarre M., iniziò giovanissimo gli studi musicali sotto la guida di M.A. Ingegneri, maestro di cappella nella cattedrale di Cremona. A quindici anni rivelò la sua precoce maturità pubblicando una raccolta di Sacrae Cantiunculae a tre voci, cui seguirono quelle dei Madrigali spirituali a quattro voci (1583), e delle Canzonette a tre voci (1584). Nel 1587 apparve il primo dei sei libri di Madrigali a cinque voci che – pubblicati dal Gardano e dall'Amadino, veneziani – resero famoso il suo nome in tutta Europa (gli altri verranno pubblicati nel 1590, 1592, 1603, 1605 e 1614). Nel 1590 entrò a far parte, in qualità di suonatore di viola e di cantore, dell'orchestra di Vincenzo Gonzaga, duca di Mantova, il quale, amante... Approfondisci
  • Giaches de Wert Cover

    Compositore fiammingo. Condotto in Italia ancora bambino, trascorse alcuni anni a Napoli come cantore di corte presso la cappella di Maria di Cardona, e a Napoli, probabilmente, ebbe la sua prima educazione musicale. Intorno al 1550 si trasferì presso gli Estensi di Ferrara (dove fu allievo di Cipriano de Rore); passò poi alla corte dei Gonzaga di Novellara, dei Farnese di Parma e alla corte spagnola di Milano. Nel 1565 entrò al servizio dei Gonzaga a Mantova. Nel 1566 fu ad Augsburg per una dieta imperiale, riscuotendo successi personali in disquisizioni teoriche e in improvvisazioni di contrappunto alla mente sopra un canto fermo. Grazie alla sua posizione a Mantova e Ferrara, W. ebbe alle sue dipendenze musicisti famosi, quali G.C. Castoldi, C. Monteverdi (1590-96) e G. Pallavicino, sui... Approfondisci
Note legali