-15%
Morbide guance - Natsuo Kirino - copertina

Morbide guance

Natsuo Kirino

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Antonietta Pastore
Editore: Neri Pozza
Collana: Le tavole d'oro
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 1 luglio 2004
Pagine: 508 p., Brossura
  • EAN: 9788873059875
Salvato in 54 liste dei desideri

€ 15,30

€ 18,00
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Morbide guance

Natsuo Kirino

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Morbide guance

Natsuo Kirino

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Morbide guance

Natsuo Kirino

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Kasumi è nata e cresciuta nell'Hokkaido, ma fugge ben presto a Tokyo, dove sogna di realizzare una vita libera e diversa da quella monotona e squallida dei suoi genitori. Sposatasi con un tipografo mite e serio, Kasumi cerca una via di fuga nelle braccia di un cliente del marito con il quale inizierà una relazione segreta e appassionata, che indurrà l'uomo a comprare una casa nell'Hokkaido per ospitare la donna e la sua famiglia. Nel corso di questo soggiorno, la figlia maggiore di Kasumi scompare senza lasciare traccia. Convinta che la scomparsa della bambina sia il meritato castigo per aver tradito il marito, le figlie e, anni prima, i genitori, Kasumi intraprende un viaggio alla ricerca della figlia che la ricondurrà alle sue origini.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,3
di 5
Totale 23
5
13
4
5
3
4
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marta

    08/03/2019 20:04:12

    Il giallo è un pretesto, e come elemento non è calcato, all'interno di un romanzo che in realtà ha tratti a metà fra l'esistenzialismo e l'espressionismo ostentato che è elemento caratterizzante in questa autrice. La tematica dell'abbandono, del lasciar andare, della crescita e del passaggio, è trattata con una sorta di esasperata, e a volte esasperante, tristezza di fondo, attraverso il segno della tragicità. L'elemento negativo, tuttavia, si traduce in efficacia espositiva, dal momento che la narrazione ben si concilia con un cetro fascino dark, derivante dal fatto che come romanzo fra quelli di questa autrice siamo di fronte a un prodotto più compassato, meglio misurato, dal buon equilibrio formale, lessicale, e contenutistico. Lontano da certi eccessi alle volte distonici, in questo prodotto l'autrice trova la misura del racconto psicologico e il giusto passo per enfatizzare le tematiche alla base del romanzo: ciò conferisce organicità e compattezza al romanzo, e un gran senso di coerenza al lettore, appagato quando arriva alla fine se ha inteso ciò che ha letto nella giusta ottica, ovvero andando oltre il racconto del crimine che ne è la vena narrativa pricipale, fino alla grande metafora insita in ciò che vi si può leggere.

  • User Icon

    karolina

    24/12/2018 11:20:04

    non mi è piacuito il libro, tutto tirato e contradittorio. prima parte lenta, seconda comicia bene ma finisce senza una fine. Sono rimasta delusa.

  • User Icon

    lina

    10/11/2016 19:03:10

    i personaggi sono contraddittori quanto basta per essere affascinanti. tuttavia la storia è un po' troppo "tirata per le lunghe".

  • User Icon

    stefano

    02/09/2016 15:18:56

    Da appassionato lettore di romanzi made in japan, ho trovato questo libro bellissimo.

  • User Icon

    Anna

    21/04/2016 18:49:58

    Ho letto questo libro l'anno scorso, e della Kirino ho già letto altri libri. Secondo me si conferma una gran narratrice e una fine descrittrice delle ipocrisie e delle convenzioni sociali che sono poi la base della società giapponese, attraverso personaggi molto variegati e sfaccettati, su cui naturalmente spicca la madre della bimba scomparsa, che col suo dolore e la sua tenacia è la colonna portante del libro fino ad oscurare la sua stessa figlioletta. Io amo molto la letteratura giapponese perché riesce a descrivere situazioni umane che accadono in ogni angolo del mondo in modo totalmente diverso da quello occidentale, rendendo quelle situazioni e i personaggi quasi appartenenti a un altro pianeta. E forse per certe cose il Giappone lo è, un altro pianeta rispetto all'Occidente. Lo consiglio a chi vuole scoprire la letteratura giapponese cominciando da libri non troppo impegnativi ma dark.

  • User Icon

    Emanuele

    16/01/2015 21:40:57

    Sono anche io d'accordo sulla lentezza iniziale del romanzo, poi fortunatamente, con l'entrata in scena di Itsumi, la storia si risolleva ed ha dei risvolti interessanti. Della kirino avevo gia letto Grotesque che considero un capolavoro, questo mi è piaciuto moderatamente, ma non lo consiglierei come libro per apprezzarla al massimo. Poi magari, visto che non sono padre mi ha toccato meno, magari un genitore lo apprezzerà di più.

  • User Icon

    Guia

    02/03/2013 18:26:03

    All'inizio è un po' lento, ma dalla metà in poi scorre molto bene, con un buon equilibrio tra suspence ed introspezione. Io però non mi sono affezionata più di tanto ai personaggi, che si "raccontano" molto bene ma non ti entrano dentro. Quella che ti entra dentro, invece, è un po' di tristezza, che pervade tutto il libro.

  • User Icon

    vittorio pisa

    12/04/2012 18:39:38

    Meraviglioso.

  • User Icon

    PeppeT

    05/04/2012 11:07:39

    Scusatemi se magari vado contro corrente, a me non è piaciuto per niente. Mi affido spesso ai commenti degli amici di ibs e devo dire che spesso condizionano le mie scelte, per la prima volta mi sento di dire che questo libro mi ha deluso.

  • User Icon

    valentina

    29/02/2012 15:46:11

    questo romanzo è veramente bellissimo!!!!!! è il primo che leggo di una scrittrice giapponese, tra le sue righe si nota una sensibilità nel descrivere una tragedia che ho notato in pochi altri libri. consigliatissimo

  • User Icon

    Kaonashi

    02/11/2011 12:31:11

    La scomparsa della piccola Yuka genera un incredibile vortice che sconvolgerà la vita di due famiglie, rivelando la vera natura delle persone che le compongono. Incredibile lo spessore dell'intreccio intessuto dalla Kirino, con personaggi a dir poco indimenticabili come l'ispettore Utsumi, condannato ad una lenta morte, e la madre Kasumi: entrambi incapaci di vivere nient'altro che il presente (sebbene per ragioni diametralmente opposte), si ritroveranno a compensarsi vicendevolmente nella ricerca oramai disperata della piccola. E sebbene l'autrice non fornirà risposte certe al termine del romanzo, limitandosi a darci 3 visioni della vicenda (due plausibili, una decisamente improbabile), le ultime 4 pagine sapranno darci la giusta chiave di lettura di tutta l'opera, con un epilogo da brividi. Consigliatissimo, uno dei capolavori di Natsuo Kirino che, con "Morbide Guance", dimostra di meritare tutta la fama internazionale acquisita.

  • User Icon

    claudia

    01/04/2011 12:48:29

    dopo essermi innamorata di questa scrittrice leggendo "le quattro casalinghe di Tokyo", non sono rimasta minimamente delusa da questo romanzo, ANZI "morbide guance" è ancora meglio. DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE!

  • User Icon

    Stefano

    22/07/2010 11:48:47

    E' il primo libro di Natsuo Kirino che leggo ed è stata una vera rivelazione. A mio giudizio il libro è bellissimo, un mix perfetto tra delicata suspence e psicologia dei personaggi, il tutto in una cornice culturale giapponese che a me piace molto. Davvero da leggere.

  • User Icon

    Gabriele

    18/10/2009 11:25:20

    Terzo libro che leggo di Natsuo Kirino,l'ho finito propio ieri.Che dire? Sarete partecipi dell'angoscia della madre che ha perso la figlia,come nel migliore dei gialli sospetterete di tutti per arrivare alla soluzione,e poi alcune cose che non sono tali... Ci si potrebbe benissimo trarre un film. Dicono tutti che questo sia il migliore dell'autrice,io ho preferito Grotesque e Le 4 casalinghe di Tokyo,ma sono gusti.

  • User Icon

    Standbyme

    14/05/2009 18:21:10

    Leggere questo romanzo della Kirino è stato come scendere un fiume. Non un ripido torrente con rocce affioranti dove l’adrenalina va alle stelle e le emozioni sono forti ma si arriva troppo presto alla fine, non un nero limaccioso corso d’acqua dove non si vede il fondo e le insidie sono nascoste con mulinelli traditori che rischiano di farti girare in tondo e perdere l’orientamento, bensì un largo placido fiume che ti permette di godere il paesaggio, dove struggenti emozioni non mancano. Un lungo percorso che vorresti non finesse mai e che ti permette di conoscere nell’intimo i compagni di viaggio, così diversi fra loro ma tutti necessari per dirigere la barca, tenerla al centro del fiume e mai farla arenare. Queste parole per descrivere lo stile non la trama, non il contenuto. Non crediate che si tratta di un viaggio di piacere, tutt’altro! Una tragedia è l’incipit del romanzo: la scomparsa, in un isolato luogo di vacanza, della piccola Yuka, tragedia che segnerà e sconvolgerà per sempre la vita dei nostri compagni di viaggio. Kasumi, la madre, tenace, instancabile con un’incrollabile fede nella ricerca della figlia, il padre, il rassegnato e remissivo Michihiro, che avrà un timido guizzo d’orgoglio, Ishiyama, amante di Kasumi, il cui cambiamento di stile è sorprendente, l’altezzosa Noriko, moglie di Ishiyama, che dopo un primo attimo di smarrimento, riprenderà il proprio stile di vita agiato, il sordido e subdolo Mizushima, custode del villaggio vacanze, potenziale pedofilo che sarà sospettato del crimine, l’ambigua anziana Tsutae, proprietaria del comprensorio turistico, amante di Mizushima e infine Utsumi, cinico e arrivista ex-poliziotto, condannato a morire per un tumore che aiuterà Kasumi a indagare sulla scomparsa della piccola. Rapporto stupendo quello che si istaura tra la donna che non vuole accettare la realtà della morte della figlia e l’uomo che non si rassegna a morire. Per la scomparsa della piccola Yuka tutti sono o potrebbero essere i colpevoli, nei fatti, o nelle intenzioni, o nei sentimenti.

  • User Icon

    kikkokat

    04/05/2009 23:45:32

    E'l'ultimo libro della Kirino che ho letto in ordine di tempo. E' molto triste ma ben scritto come nel suo solito. Kasumi cerca disperatamente la sua figlia Yuka scomparsa in una località di montagna, dove si incontrava con l amante. Il senso di colpa dilanierà la donna, che poi farà la consocenza di un ex poliziotto malato terminale che l aiuterà nella ricerca della figlia. Un cast molto efficace per un dramma/giallo di forte impatto. Lo consiglio a tutti.

  • User Icon

    annalisa

    16/12/2008 11:26:53

    Bellissimo romanzo psicologico. Scandaglia a fondo l'"io" dei personaggi, pilastro di una storia dove la soluzione del "giallo" è affidata al pensiero di ogni singolo protagonista, restando però isolata e sconosciuta agli altri. Originale l'evolversi della trama e scorrevolissimo lo stile. Leggerò senz'altro gli altri libri dell'autrice.

  • User Icon

    mafalda

    16/12/2008 09:01:07

    Un capolavoro: quello che sembra un giallo, diventa una spirale, una scatola cinese. Dei tre libri tradotti da NeriPozza forse il suo più bello, più addolorato ed enigmatico. Un finale che è un colpo al cuore.

  • User Icon

    Oz

    04/06/2008 21:36:19

    Un romanzo intenso. Kirino Natsuo è un'autrice straordinaria, che riesce come pochi a intessere trame intriganti e solide e allo stesso tempo a sondare l'animo umano fino all'osso. Un'inquietudine di fondo aleggia fin dalle prime pagine e resta intatta fino al bellissimo finale. LETTORI: recuperate "Le quattro casalinghe di Tokyo"! NERI POZZA: vi prego di tradurre altre opere di questa brillante scrittrice.

  • User Icon

    silvia

    02/03/2007 23:12:34

    Fantastico: non lo conoscevo e l'ho ricevuto in regalo per Natale... Il modo particolare con cui vengono descritti gli stati d'animo dei suoi personaggi è quello che regge tutto il libro. Un giallo non cruento ma che crea uno stato d'ansia e di attesa per tutta la durata del libro. Secondo me, riuscitissimo!

Vedi tutte le 23 recensioni cliente
  • Natsuo Kirino Cover

    Natsuo Kirino è nata a Kanazawa, in Giappone. Nel 1993 si è aggiudicata il premio Edogawa Ranpo con il romanzo Pioggia sul viso. Con Le quattro casalinghe di Tokyo (Neri Pozza 2003) ha raggiunto una notorietà internazionale e ha vinto il prestigioso premio dell’Associazione giapponese degli autori di romanzi polizieschi. Morbide guance (Neri Pozza 2004) ha vinto il premio Naoki. Nel 2008 è stato pubblicato con grande successo Grotesque. La fama mondiale della scrittrice è in costante ascesa, e viene ormai considerata un’autrice capace di innovare la lezione di autori come Chuck Palahniuk e Murakami Haruki. Nel 2016 con Neri Pozza ha pubblicato La notte dimenticata dagli angeli. Approfondisci
Note legali