Il morso del serpente

Elizabeth George

Traduttore: M. C. Pietri
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Edizione: 5
Anno edizione: 2000
In commercio dal: 31 marzo 2000
Pagine: 576 p., Rilegato
  • EAN: 9788830418165
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

A Londra un produttore di musical si suicida inspiegabilmente dopo la trionfale prima della sua nuova opera. Tre mesi più tardi, nella brughiera del Derbyshire, vengono trovati i corpi senza vita di Nicola, figlia di un ex poliziotto, e di un giovane ucciso a coltellate. Quale può essere il legame tra i due eventi? L'ispettore Linley di Scotland Yard comincia la difficile indagine senza la sua partner abituale, Barbara Havers, degradata per insubordinazione, che condurrà invece un'indagine parallela. In un crescendo di sospetti, la George scava a fondo nell'animo umano, facendone emergere i desideri e le paure più inconfessabili.

€ 8,92

€ 16,53

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

€ 14,05

€ 16,53

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Un nuovo caso per l'ispettore Thomas Lynley di New Scotland Yard. E un nuovo romanzo della scrittrice americana Elizabeth George, che con questo libro riconferma in pieno la sua fama di abile ed apprezzata autrice di storie gialle. Lodata dalla critica, che l'ha paragonata a Patricia Highsmith, Ruth Rendell e P.D. James, e molto amata dal pubblico dei lettori di mezzo mondo, voraci consumatori delle sua ampia produzione, la George è autrice di una serie di thriller che, al di là della trama complessa e avvincente, colpiscono soprattutto per l'approfondita descrizione della psicologia dei personaggi, la sapiente indagine dei meandri del cuore umano, la capacità di sondare i segreti e le complessità dell'anima.
In quest'ultima opera tali doti narrative trovano la loro consacrazione in una storia ricca di mistero e dall'epilogo sconvolgente, in cui si affolla un variegato universo di personaggi. Accanto a Thomas Linley e all'assistente Barbara Havers, ospiti fissi dei gialli della George, si distinguono, tra le altre, le figure di Andy Maiden, ex agente dei servizi segreti e padre della ragazza assassinata, e quelle delle due vittime, Nicola e Terry, i cui caratteri ribelli e le irrequiete esistenze vengono scandagliate dagli abili investigatori. Il tutto si svolge in un'atmosfera carica di suspense, accresciuta dall'asprezza selvaggia del luogo del delitto, un paesaggio disseminato di tumuli preistorici e perennemente avvolto dalla nebbia, e dalle efferate modalità dell'uccisione. E sopra ogni cosa domina l'ambiguità dei personaggi, ognuno dei quali sembra essere proprio ciò che non è, sino al sorprendente finale che svelerà, in un turbine di legami e perversioni insospettabili, una verità sconcertante: il sangue che unisce può anche uccidere.