La morte, il diavolo e Martin Bora

Ben Pastor

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Judy Faellini, P. Bonini
Collana: Giallo & nero
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 13 novembre 2008
Pagine: 287 p., Rilegato
  • EAN: 9788878517721

nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa straniera - Gialli - Gialli storici

Salvato in 55 liste dei desideri

€ 9,00

€ 18,00
(-50%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

La morte, il diavolo e Martin Bora

Ben Pastor

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La morte, il diavolo e Martin Bora

Ben Pastor

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La morte, il diavolo e Martin Bora

Ben Pastor

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 18,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Ucraina, 1941.Tutto inizia con l'Operazione Barbarossa, l'attacco nazista all'Unione Sovietica. Tra i primi a varcare il confine tra Germania e Russia c'è un giovane capitano dell'esercito tedesco: il suo nome è Martin Bora, il detective che ha reso celebre Ben Pastor. Colto, distaccato, compassionevole e nel contempo severo, anche in Russia Bora sarà costretto a dare prova del suo talento investigativo, inciampando quasi subito nel cadavere mutilato di una contadina. Ma questo "corpo in cerca di giustizia" è soltanto la prima tessera di un mosaico che dalla Russia si allarga alla Praga del feroce Reinhard Heydrich, per poi dilagare, con nuovi personaggi, in altri teatri di guerra e caricarsi di risvolti sempre più minacciosi. E allora, a poco a poco, tra scene (e messinscene) del crimine, presenze fantasmatiche, intrighi spionistici, ricordi traumatici della Prima guerra mondiale e del conflitto civile spagnolo, ambigui gesuiti e aristocratici dalla doppia vita, questa "sinfonia in giallo" si trasforma in un autentico viaggio di conoscenza all'interno della storia europea (e dei suoi misfatti più vergognosi), fino ad arrivare non solo al cuore degli enigmi ma anche, simbolicamente, alla radice di alcuni archetipi che hanno accompagnato la cultura dell'Occidente: il Cavaliere,la Morte,il Diavolo...
3,13
di 5
Totale 8
5
2
4
2
3
0
2
3
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Rigus68

    25/06/2019 21:41:57

    Dissipiamo la nebbia: non è un romanzo, ma un insieme di disparati racconti, tripartiti, per un totale di dieci. Il titolo originale “Odd Pages” ben s’attaglia: odd è anche “strano, eccentrico, stravagante, bizzarro”. Ed è proprio la bizzarria di questi racconti che lascia il lettore in stato confusionale. Non solo abbraccia topiche troppo vaste ed eterogenee, ma vuole ammantarle di un’aura di mistero che sfocia sia nel fantastico, sia nel grottesco. Vediamone alcuni: I primi tre, dedicati a Martin Bora (alias Muzio Scevola o Stauffenberg) sono dei noir risolti in modo piuttosto semplice e banale. Ne “Il cavaliere, la Morte e il Diavolo”, Pastor vuole imitare Manzoni e la sua descrizione della peste milanese del 1630, ma neppur lontanamente raggiunge i vertici del nostro romanziere. In “Panis Agelicus” Pastor ci ammannisce una storia più che improbabile su un generale che viene punito dalla truppa nella guerra del 15-18. Questo lasciamolo raccontare a Lussu nel suo grande romanzo “Un Anno sull’Altopiano”, dove il racconto è veritiero e ben più pregnante. Il vertice dell’irreale è raggiunto ne “L’Ombra di Achille”, sui due militi dispersi nel folle attacco a Gallipoli (1915). Intanto non erano gl’inglesi a dare l’assalto ma le povere truppe australiane, usate come carne da macello dai reggimenti inglesi, rintanati nelle retrovie. E poi, via, la storia delle anime morte che bevono il sangue dei soldati maciullati non è da Odissea, ma è una gothic horror story. Molto meglio E. A. Poe, che lui si le storie truculente le sapeva raccontare! Per non parlare di Nino Bixio che “vide i fantasmi”. Via non era uno che masticava funghi allucinogeni ed era un abile condottiero. Queste storie sono state descritte con gran maestria ne Il “Gattopardo” di Tomasi di Lampedusa, che Pastor avrebbe dovuto studiare con diligenza. Con buona pace di “Remedios”, la guerra civile spagnola l’ha raccontata in modo mirabile Orwell in “Homage to Catalonia”!

  • User Icon

    Paola

    13/11/2018 04:54:09

    Credo di aver letto tutti i libri che hanno come protagonista Martin Bora e ho acquistato compulsivamente questa raccolta di racconti che non hanno filo logico nè, tantomeno, un unico protagonista. Ahimè una delusione

  • User Icon

    missvirgie

    25/06/2018 10:48:42

    E' stato il primo giallo che ho letto di Ben Pastor. L'ho trovato terribilmente noioso, proprio non sono riuscita ad appassionarmi. Peccato.

  • User Icon

    Mauro

    12/10/2017 12:35:03

    Non mi è piaciuto ! Libro scritto o tradotto male. Storie con trama inconsistente.

  • User Icon

    lucio

    13/03/2009 19:17:23

    Niente male, niente male. Divertente, elegante, molto calcolato, molto colto e piuttosto ironico (nei momenti migliori, vedi Panis Angelicus o Tri Brata). Un solo appunto: ma se Martin Bora è un oppositore al nazismo, com'è che tratta così male i partigiani? In fondo dovrebbero stare dalla stessa parte, no?

  • User Icon

    elena

    11/02/2009 19:00:12

    Ho comprato questo libro non solo perché sono un'appassionata di gialli e apprezzo Martin Bora come personaggio, ma anche perché ho letto una recensione che concludeva dicendo: finalmente una vera scrittrice. A lettura ultimata confermo il giudizio: finalmente (anche se per me non è una novità) una vera scrittrice. Un libro molto bello, che non annoia mai e che tiene desta l'attenzione con storie e ambientazioni sempre molto indovinate e originali, tra le cose migliori di questa scrittrice grazie al cielo "maschiaccia".

  • User Icon

    alberto

    19/01/2009 07:12:54

    C’è una logica da compilation che forse può spiazzare, ma andando avanti ci si accorge che i racconti sono davvero intimamente uniti e il collante è la guerra che, sotto ogni cielo e durante ogni tempo, non cambia mai. L’abilità della Pastor, sia letteraria che di invenzione di storie, di rimanere sempre se stessa anche quando affronta scenari diversi ha davvero qualcosa di diabolico. Un libro incantevole, anche se forse non è l’aggettivo giusto, visto che il sangue scorre a fiumi e c’è almeno un morto ammazzato ogni 10 pagine.

  • User Icon

    Lidia

    08/01/2009 10:02:04

    Belle storie, scritte con grande cura e ottimo stile, dove il giallo va verso il nero o il nerissimo, soprattutto in "Bocca d'Inferno" e nell'eccezionale "Il cavaliere, la morte e il diavolo" (meritevole di essere letto nelle scuole, visto che si riallaccia direttamente, con grande scrupolo storico, alla Milano della peste dei "Promessi sposi"). Un unico appunto: ci tocca aspettare ancora per sapere se Martin Bora sopravviverà alla guerra...

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
Da Lumen (2001) a La Venere di Salò (2006), il lettore ha potuto seguire le vicende poliziesche dell'ufficiale della Wehrmacht Martin Bora attraverso narrazioni esclusivamente di ampio respiro, che accoglievano intrecci complessi e accurate analisi psicologiche. Allo stesso personaggio, l'ultimo lavoro di Ben Pastor riserva poco più di cento pagine, affidandogli tre casi che diventano altrettanti racconti capaci di replicare, in scala ridotta, lo schema narrativo dei trascorsi romanzi. Il primo è ambientato in Ucraina, un mese dopo l'inizio dell'Operazione Barbarossa. Ruota attorno al ritrovamento del cadavere della prostituta di un villaggio in cui si trova a studiare il folclore locale Vladimir Propp. Considerato il suo ruolo nella vicenda, l'autore della Morfologia della fiaba non avrebbe esitato a definire se stesso, in questo caso, un "aiutante" dell'eroe. Teatro del secondo racconto è Praga nel 1942 e Martin Bora indaga sull'assassinio di un informatore civile del Reich, mentre un attentato uccide il gerarca nazista Heydrich. L'Appennino nord-occidentale nel corso del 1944 è sfondo all'ultima storia che, a quattro omicidi, unisce la cattura di alcuni partigiani e uno scambio di persona. L'altra novità di questo testo si rintraccia nelle restanti due sezioni, costituite da un mannello di racconti ambientati in tempi e luoghi lontani da Martin Bora ma a lui legati dal fil rouge della guerra: dal fronte italiano nel corso del primo conflitto mondiale alla Sarajevo in fiamme, dalla Milano secentesca e appestata alla turca Gallipoli nel 1915. Qui, accanto a storie tinte di giallo, si affastellano racconti di altro genere, qualificabili come ghost stories, con il risultato di una miscellanea che manca di sufficiente robustezza per brillare di luce propria.
Rossella Durando
  • Ben Pastor Cover

    Scrittrice italoamericana, all'anagrafe Maria Verbena Volpi, nata a Roma ma trasferitasi ben presto negli Stati Uniti, ha insegnato Scienze sociali presso le università dell'Ohio, dell'Illinois e del Vermont. Oltre a Lumen, Luna bugiarda, Kaputt Mundi, La canzone del cavaliere, Il morto in piazza, La Venere di Salò,  Il cielo di stagno, - ovvero il ciclo del soldato-detective Martin Bora (pubblicati da Hobby&Work a partire dal 2001 e poi da Sellerio) - è autrice di I misteri di Praga (2002), La camera dello scirocco, omaggi in giallo alla cultura mitteleuropea di Kafka e Roth (Hobby &Work), nonché de Il ladro d'acqua (Frassinelli 2007), La voce del fuoco (Frassinelli 2008), Le vergini di pietra e La traccia del vento (Hobby & Work 2012), una serie... Approfondisci
| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali