Mosaico napoletano

Daniela Carelli

Editore: Segmenti
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 5 aprile 2018
Pagine: 234 p., Brossura
  • EAN: 9788899713195
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Una forza misteriosa trascina Giuseppe su una terrazza di Napoli costringendolo a rivivere gli anni della sua infanzia e dell'adolescenza, i primi amori, le battaglie che ha dovuto combattere, i lutti che ha dovuto subire. I ricordi si affacciano alla mente felici e spensierati, tristi e amari. Ricordi di un tempo in cui i telefoni andavano a gettoni e la musica di Pino Daniele era incisa su vinile; ricordi dai colori accesi, vibranti, pallidi o smorti. Ricordi da cui è fuggito, scappando da Napoli per rifugiarsi a New York, e che dovrà finalmente affrontare per giungere a un'inaspettata rivelazione.

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mimmo

    04/11/2018 09:38:17

    Quando un libro si insinua nei miei pensieri quotidiani, con un flash mentre guido o mentre faccio la spesa, allora vuol dire che mi ha preso…e quando questo accade, ne centellino le pagine…le aspetto…le desidero…come si fa nei giochi degli amanti,,, ci si desidera e ci si fa desiderare…”Mosaico Napoletano” è stato questo per me…un insieme di flash, colori ed immagini evocate, un ritmo narrativo dolce, divertente, vero…i personaggi parlano come mangiano, affrontano i propri drammi nel contesto di una città che è sfondo e protagonista vittima e carnefice per loro stessa ammissione, al tempo stesso…mi sono emozionato a seguire le vicende del protagonista, ricordando a mia volta le scene d’infanzia, i riti e le giornate di festa in famiglia, vissute seguendo un copione che portava puntualmente alla felicità…quella fatta di presenze e piccole cose, che i bambini amano e di cui perdono il gusto ahimè diventando adulti…Daniela Carelli non ha paura di chiamare le emozioni col proprio nome, non teme di evocare “mostri”…ama la SUA Napoli e la racconta, vivendola con gli occhi dei suoi personaggi…… In estrema sintesi, il libro mi è piaciuto molto…ve lo consiglio…

  • User Icon

    marco

    24/09/2018 14:52:53

    Napoli è come una bella donna, indomabile e capricciosa, irraggiungibile e per questo irresistibile. Dalla quale si torna sempre pur sapendo che prima o poi farà soffrire. Napoli è come un amore che non si dimentica mai, pieno di bei ricordi ma di altrettanti dolori. Uno di quegli amori che fa inevitabilmente male, ma senza il quale si va incontro a una vita spenta e vuota. "Perché Napoli non si può lasciare...ti vive dentro". Daniela Carelli è una Donna straordinaria, di quelle con la D maiuscola, di quelle che ne hanno passate tante e che sanno bene cosa sia il dolore, ma nonostante questo sanno emozionare e commuovere con un sorriso. Daniela è una di quelle donne in grado di portare colore e musica in ogni stanza in cui entra. E sono proprio questi i due ingredienti principali del libro, o almeno quelli che più mi hanno colpito. A parlare in prima persona è Giuseppe, che ripercorre i vari momenti della sua vita a Napoli, i ricordi di una famiglia a cui era molto legato, l'infanzia e l'adolescenza, i primi amori, le amicizie e i lutti. Perdite talmente dolorose da indurlo a scappare a New York, per tentare di lenire il dolore. In questo suo rivivere gli anni della giovinezza, vengono evocati tanti colori, ciascuno dei quali viene associato a un momento di vita. Per questo motivo il libro si chiama Mosaico Napoletano, perché come in un mosaico ciascun tassello di vita del protagonista è rappresentato da un colore, e ciascun colore è una delle parti in cui è suddiviso il libro. Scelta questa che non solo è efficace dal punto di vista narrativo, ma che ben si associa alla bella prosa di Daniela. Sì, perché l'autrice è davvero brava a scrivere, la sua prosa è fluida e scorrevole al punto da tenere il lettore incollato alla pagina, ma soprattutto si eleva quando a questi colori associa delle emozioni. È come se Daniela, nel descrivere le sensazioni umane, usasse un pennello e si accingesse a dipingere un quadro, tanto è brava a cogliere sfumature e tonalità.

  • User Icon

    Lettore

    10/07/2018 17:53:43

    Un libro che sorprende, appassiona, emoziona e in cui un po' ci si ritrova. Il libro mi è stato regalato e avendo letto anche gli altri due romanzi di Daniela Carelli, posso dire l'autrice, in questa sua ultima opera ci sorprende ancora con la sua bella scrittura che sa essere leggera e profonda, allegra e drammatica. Ho trovato originale l'accostare colori al procedere della storia che si compone come i pezzi di un mosaico. Il risultato è un romanzo che appassiona fino alla fine.

  • User Icon

    Loredana

    09/07/2018 18:41:04

    ♪♫ Napule è mille culure… cantava Pino Daniele, meravigliosa colonna sonora della città e del romanzo Mosaico Napoletano (Segmenti) di Daniela Carelli, nel quale ogni tessera è un colore, ogni colore un episodio, ogni episodio una perfetta gouache. Giuseppe, il protagonista, ci porta per mano su una terrazza panoramica e lì ci racconta di sé: bambino, ragazzo e poi uomo, mentre sullo sfondo scorrono le immagini, ora felici ora tristi, di un’epoca indimenticata e indimenticabile la quale attraversa gli anni ’70 e ’80 per giungere a un finale imprevedibile. Un romanzo in cui ognuno si può ritrovare e un periodo fatto di dischi in vinile e telefoni a gettone. La scrittura incantevole, arguta e trascinante dell’autrice ci fa amare ancora di più quel che non c’è più. E la città, questa Napoli regina delle sirene, descritta con amore sviscerato è destinata a restare a lungo negli occhi del lettore così come è narrata.

  • User Icon

    Adriano

    09/07/2018 18:25:24

    Uno splendido spaccato di vita, una storia appassionante che si lascia leggere con grande facilità e non vi permetterà di chiudere il libro fino a quando non lo avrete finito, il tutto nella splendida cornice di Napoli. Altamente consigliato.

  • User Icon

    NQ

    28/06/2018 23:14:48

    Da partenopeo dico basta scrivere libri su Napoli, questa città si racconta solo vivendola, ci vorrebbero 30 volumi e non basterebbero. Ogni tanto c'è qualche scrittore nato a Napoli o in Campania che si erge a narratore di questa città unica che non si può raccontare. Scelta mediocre e goffa. Napoli si racconta da sola, solo a chi la vive.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione