Categorie

Leonardo Patrignani

Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Anno edizione: 2012
Pagine: 341 p. , Rilegato

Età di lettura: Young Adult.

Scopri tutti i libri per bambini e ragazzi

  • EAN: 9788804616795

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Pluffa

    15/08/2016 04.31.22

    Il bello dei romanzi fantasy (tutti i tipi di fantasy dal Signore degli anelli ad Hunger games) è il fatto di sembrare credibili nonostante siano lontanissimi dalla realtà. Questo romanzo è ambientato nel 2014, i protagonisti sono sedicenni e compiono azioni assurde per incontrarsi (un viaggio fino in Australia) senza prendere in considerazione soluzioni più semplici (chiedere il numero di cellulare piuttosto che il nome del sindaco ad esempio!) tanto più che uno di loro è un genio informatico! I personaggi sono poco caratterizzati, sembra che abbiano tutti lo stesso carattere! Si distinguono solo dall'aspetto fisico. Oltretutto la scrittura è veramente di basso basso livello (sembra scritto da un ragazzino delle medie!). Detto questo do due punti solo perché l'idea mi è piaciuta e penso che abbia del potenziale. Spero che nel continuo, che leggerò a breve, ci sia un salto di qualità altrimenti dubito che riuscirò a terminare la trilogia. Da un autore Italiano con tanta fantasia mi aspettavo molto di più. Peccato!

  • User Icon

    Marco

    13/07/2015 10.22.29

    Il libro parte inizialmente un po' piano per districarsi in una splendida trama ed avvolge il lettore in un turbine di emozioni.

  • User Icon

    Elena

    13/05/2014 19.19.02

    Un libro bellissimo! L'ho letto tutto d'un fiato, l'ho aperto e non sono più stata in grado di smettere di leggerlo fino alla fine. Una storia coinvolgente che mi ha preso tantissimo, una scrittura magistrale, mai un momento di noia. Ho già acquistato il secondo volume e non vedo l'ora di sapere come va avanti. Un libro che vale la pena di leggere, da consigliare assolutamente!

  • User Icon

    Sergio RAFFAELE

    08/12/2013 23.29.42

    Ho conosciuto il libro e lo scrittore per caso, andando ad una manifestazione ludica, quando mi sono trovato davanti a questo tizio alto ma simpatico ed alla mano, mi sono detto che avrei dovuto assolutamente provare a leggere il suo libro... Ed ho fatto bene!! Multiversum mi è piaciuto da subito, l'ho divorato velocemente ed è riuscito a coinvolgermi senza sforzo, peccato solo per il tipo di impaginazione che a mio avviso ha sacrificato il gusto nella lettura... La trama è, a mio avviso, troppo stretta per poter venire classificata come Urban Fantasy o per un target di adolescenti, una storia che trovo adatta sia ai miei coetanei (46 enne), sia per molti altri 'vecchi' lettori che hanno potuto apprezzare questo primo capitolo. Ed è solo l'inizio, visto che la saga è composta di tre libri, anzi, detto in tutta sincerità, il secondo (Multiversum: Memoria) mi è piaciuto anche di più, ho notato una maturazione nel modo di scrivere e nelle scelte narrative che sono andate ancora più verso la fantascienza. Lo consiglierei? Di sicuro e senza perdere tempo!

  • User Icon

    silvermat

    12/11/2013 22.03.17

    E' un libro scritto benino, non troppo prolisso (odio le lunghe descrizioni) ma spesso si sofferma su particolare completamente inutili al fine della storia: il vestito della tizia incontrata per strada, il gusto di gelato del bambino all'angolo, ecc ecc. Tutte le volte che incontravo queste descrizioni mi domandavo: ma perché? Per quanto riguarda la trama, è sicuramente bucherellata, le azioni dei personaggi non sono spesso comprensibili, la storia dell'amico genio è proprio una paraculata eccezionale. C'è da dire che in tutto questo guazzabuglio di idee e frasi, il libro mi ha tirato fino alla fine, volevo assolutamente scoprire dove andasse a parare... e purtroppo ha parato maluccio.

  • User Icon

    Laura

    27/02/2013 11.40.43

    Il pregio di questo libro è l'idea, anche se non originalissima. Peccato che sia stata sviluppata male e che il libro sia stato scritto in modo, direi, infantile. Personaggi caratterizzati male, alcuni introdotti quasi a caso e poi abbandonati da un momento all'altro, descrizioni di particolari inutili, momenti importanti liquidati in poche righe... No, mi spiace non mi è piaciuto, ma complimenti per la fantasia.

  • User Icon

    Jey87

    18/01/2013 09.44.26

    Un bel libro, dalla trama intricata e originale, ha un finale decente nonostante sia il primo di una serie, e credo proprio che prenderò il secondo. Il concetto all'inizio può sembrare difficile o banale ma ci si trova in un viaggio e in una fuga tra i mondi davvero avvincente che ti tiene incollato alle pagine.

  • User Icon

    Noemi

    23/10/2012 16.50.57

    Alex e Jenny si parlano telepaticamente da qualche anno e quando riescono finalmente a comunicare senza provare dolore, decidono di scoprire se tutto quello è frutto della loro immaginazione o meno. Parte così la loro storia, una lotta contro il tempo, una corsa verso la loro salvezza. I due ragazzi scopriranno che vivono in mondi paralleli e che le loro capacità, sono doti che permetteranno solo a loro di sopravvivere ad un'imminente catastrofe. L'inizio del racconto mi ha preso moltissimo. I problemi che avevano nel comunicare, la decisione di vedersi, le bugie per incontrarsi... Tutto molto poetico e romantico. Il dubbio però è sorto dopo, quando è arrivata la necessità di avere delle risposte. Non solo le pretendevano i protagonisti ma anche io, da "esterna", mi domandavo dove volesse andare a parare. Le idee cerano ma le risposte no. Più andavo avanti e più mi chiedevo "Perchè??". L'uccisione della bambina, il viaggio nei vari mondi, l'elettroshock, la catastrofe, i loro poteri.... Un'accozzaglia di idee (e molte altre) che non hanno risposto a nessuna delle mie domande... Anzi, mi hanno messo in testa una tale confusione che ancora adesso non so districare. Certo, questo è il primo di una trilogia e forse le risposte arriveranno dopo ma se in 341 pagine, mi sono venuti solo dubbi, cosa succederà con il secondo?

  • User Icon

    Pifoyde

    26/06/2012 15.27.54

    Di buono c'è l'idea e la prima metà della trama, di cattivo il guazzabuglio della seconda parte del libro ed i grossolani errori astronomici sulla costellazione di Orione e l'asteroide (veramente dilettanteschi), il voto giusto è tra 2 e 3. Voglio essere generoso.

  • User Icon

    feli

    09/05/2012 11.50.14

    Beh che dire... fare le pulci ad un autore sul fatto che abbia tralasciato dei particolari, oppure omesso di aggiungere spiegazioni convincenti, o quant'altro, mi pare ingeneroso nei confronti di un brillante e fantasioso scrittore che non ha fatto null'altro che dare una propria visione di un mondo, o di mondi, a chiunque sconosciuti. Pretendere, da parte di alcuni, che un semplice se pur volenteroso scrittore dia spiegazioni esaustive sul multiverso, piuttosto che sulla teoria delle stringhe, membrane o p-brane, argomenti privi di fondamenti certi anche per il mondo della fisica moderna, è qualcosa che trascende il più ragionevole buonsenso. Io dico, da appassionato di fisica, fantasy, fantascienza e narrativa in genere: bravo Leonardo. Gran bel lavoro. Seguirò con interesse i tuoi prossimi scritti. A chi vuole approfondire l'argomento, consiglio trattati di fisica sulla teoria delle stringhe/superstringhe...poichè non troverete di certo illuminazioni concrete nel libro del buon Leo, che vuole solo intrattenere e raccontare una storia d'amore che valica i confini dei sogni, con un pizzico di richiami scientifici qua e la...amalgamati ad un'ottima dose di fantasia sulla quale questo libro è imperniato.

  • User Icon

    Titti

    07/05/2012 12.26.56

    La trama sembrava accattivante e la campagna marketing è stata strepitosa ma il libro è stato una delusione. Le varie dimenisioni del multiversum non sono collegate, la storia e sconclusionata, è noioso ed io che sono una lettrice velocissima ho il libro iniziato sul comodino da 10 giorni.

  • User Icon

    niccolò

    27/04/2012 12.06.18

    meraviglioso! assolutamente meraviglioso. ti porta a viaggiare per il mondo e per i suoi possibili piani con una continua tensione che si respira tra le righe! emozionante la storia di jenny e alex! attendo con ansia il secondo capitolo della trilogia. CONSIGLIATISSIMO

  • User Icon

    ANDREA

    26/04/2012 19.52.14

    Per multiverso si intende un insieme di universi coesistenti e alternativi al di fuori del nostro spaziotempo, denominati dimensioni parallele, e li'la capacità di Alex e jenny di comunicare telepaticamente e migrare da una linea,dimensione,all'altra mescolando i personaggi che diventano alter ego di se stessi. Il tutto mentre il mondo che accomuna tutte le linee del multiverso sta per subire una grossa minaccia. E' un romanzo che si inserisce bene nella fascia del genere a cui è destinato, non cercando di strafare con troppe descrizioni,che alla lunga finiscono per annoiare. L'attenzione del lettore è continuamente catturata perchè ricco di colpi di scena e quindi privo di punti morti. La bravura di Patrignani, si rivela nel non annoiare mai il lettore,nel costruire personaggi a tutto tondo e credibili e nel presentare ,in maniera assolutamente verosimile gli elementi fantastici,soprattutto nella desrizione dei luoghi(Milano). Insomma il libro,prestatomi per caso,per quanto mi riguarda, non delude affatto, rivelandosi un piccolo capolavoro del genere,thriller fantasy, ricco di humour e privo di sbavature. Adatto anche per la sceneggiatura di un film o videogame. L'unica pecca che ho riscontrato è che il libro è finito ed avendo,credo, un continuo devo aspettare, con ansia,il continuo anche per scoprire diversi misteri rimasi insospesi. Spero che l'autore,a me sconosciuto,cui faccio i miei piu' grandi complimenti, sia celere nel scrivere il continuo.

  • User Icon

    nadia

    14/04/2012 13.38.12

    bellissssssssssssssssssimo veramente letto in 2 giorni complimenti

  • User Icon

    Jenny

    09/04/2012 21.47.14

    Il piu' bel libro fantasy mai letto prima d'ora. Complimenti sinceri all'autore che mi piacerebbe conoscere per scambiare opinioni riguardo ai mondi paralleli, argomento che mi prende da quando il mio cervello ha iniziato a farsi domande sull'universo. Questo libro e' per persone a cui piace sognare, viaggiare con la fantasia (che poi e' forse realta'), persone che sognano fin da piccole di poter comunicare telepaticamente e non per persone la cui piu' alta aspirazione e' scambiarsi un numero di telefono o giocare con le applicazioni del loro iphone. In una sola parola: grazie. J.

  • User Icon

    JusticePoetry

    09/04/2012 20.51.50

    Un quadrato bianco mi fissa, 2000 caratteri, no anzi 1945. Sono veramente pochi, oppure tanti se non si sa cosa dire. Ho avuto la fortuna di leggere questo libro, ho avuto la fortuna di incrociare la mia strada con quella dei personaggi della Storia, la mia linea rossa sicuramente è entrata in contatto con loro e li ho visti, materializzati in camera mia, non so se loro mi abbiano visto, ma poco importa. La storia mi ha appassionato, tanto da leggerla tutta ad un fiato, la scrittura è fluida, per niente banale, ogni fine capitolo ha quel "non so chè" che ti spinge ad aprire una finestra su quello successivo. Ho vissuto le pagine una dietro l'altra con gran velocità e profondità, quasi come vedo correre ora il contatore (1263) dei caratteri di questo commento. Sicuramente lo consiglio, chi ha voglia di una storia diversa, chi vuole tornare ad innamorarsi, chi vuole tornare a sognare e immaginare questo libro fa per lui. Ci saranno cose che faranno in modo che ci si faccia delle domande, cose che non piaceranno, situazioni che ispireranno, ma finché si creerà un immagine nitida e un ricordo che permane vorrà dire che questo libro ha lasciato il segno. Io spesso mi sono domandato cosa sarebbe accaduto se avessi scelto una via piuttosto che un'altra, e se non l'avessi letto non sarei qui a scrivere e soprattutto non ci saresti tu qui a leggere queste povere parole, che corrono verso l'esaurimento dei caratteri. Ma se sei qui. Allora seguimi. Ultimo dubbio "invia la recensione" o "Annulla"... E' come scegliere tra la pillola blu e la rossa in matrix. "Annulla" rimani nella realtà lineare. "Invia la recensione" fai vedere quanto è profonda la tana del bian coniglio. Ma si.. Buona Lettura. "Invia la Recensione"

  • User Icon

    Rowan

    30/03/2012 18.29.25

    Credo che il problema maggiore del libro sia stata l'aspettativa altissima che ha creato. Ha fatto parlare di sé, ha incuriosito, ha sfoggiato una trama accattivante e una cover meravigliosa.. è difficile riuscire a mantenere le aspettative, e a parere mio non ci è riuscito. Nel libro vengono mischiati davvero tantissimi argomenti: i Multiversi, i viaggi nel tempo, le visioni, la telepatia.. e nulla viene spiegato. Si tratta pur sempre di un Urban Fantasy, non pretendevo certo spiegazioni scientifiche, ma questo continuo dire, inventare e aggiungere, senza spiegare niente di niente, mi ha fatto andare in crisi. Regna una confusione terribile in questo libro. I personaggi saltano da uno scenario all'altro senza nessuna logica e senza sapere né il come né il perché, in un susseguirsi di viaggi attraverso le dimensioni. Leggere questo libro mi ha dato la sensazione di correre all'impazzata in un labirinto, senza capire dove fosse il sopra e il sotto, la destra e la sinistra. La conseguenza? Un gran mal di testa e qualche imprecazione. Che dire poi dei personaggi? Due sedicenni che ragionano e parlano come dodicenni alla prima cotta. Alex e Jenny sono poco caratterizzati e quasi del tutto inverosimili, ingenui fino al limite dell'esasperazione e poco reali. La loro storia d'amore è del tutto illogica.. sembra iniziare dal nulla, non si sviluppa in maniera ragionevole. Le situazioni assurde purtroppo non mancano, come ad esempio il fatto che Alex parta all'improvviso per l'Australia lasciando un biglietto a dir poco ridicolo, senza pensare ad un modo più semplice per trovare Jenny. Non so, e se invece di scambiarsi l'indirizzo di casa, viaggiando da Milano all'Australia, si fossero scambiati il numero di telefono? Mah. Lo stile dell'autore non è brutto, ma mi ha lasciato abbastanza perplessa. Il libro sembra scritto da un ragazzino e pare essere destinato ad un pubblico di dodicenni.Che posso dire? Non è riuscito a mantenere le aspettative che aveva creato.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione