Musica completa per quartetto d'archi - CD Audio di Hugo Wolf

Musica completa per quartetto d'archi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Hugo Wolf
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Brilliant Classics
Data di pubblicazione: 20 aprile 2012
  • EAN: 5028421941660

€ 9,50

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Registrazioni: 15-17 settembre 2011 - Quartetto in Re minore, Italienische Serenade, Intermezzo
In un’eccellente performance dell’ensemble italiano Quartetto Prometeo, il CD presenta il giovanile Quartetto per archi di Wolf, ispirato dai monumentali lavori di Beethoven, il breve Intermezzo e l’Italienische Serenade; più regolarmente eseguita, quest’ultima, costruita come un esteso movimento di rondò, presenta una una curiosa mescolanza di passione e di umorismo. Le composizioni rivelano quanto sia intenso l’approccio del compositore nei brani per ensemble da camera. L’Intermezzo mostra un continuo sviluppo di un tema che, con grande abilità compositiva, raggiunge un alto grado di complessità. Il libretto del CD include testi musicologici in lingua italiana. Sul Quartetto Prometeo ha scritto Alessandro Romanelli: «[...] Certo è invece che il leggendario Quartetto Italiano ha probabilmente trovato nel giovane ma già strepitoso Prometeo un altro dei suoi possibili eredi».

Il Quartetto Prometeo è una formazione bolognese giovane ma già affermata a livello internazionale, che si dedica con impegno a un repertorio molto vasto, che spazia dal Barocco alle opere più innovative dei compositori contemporanei.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Hugo Wolf Cover

    Compositore austriaco. Avviato alla musica dal padre, pianista e violinista dilettante, nel 1875 si iscrisse al conservatorio di Vienna; ma ne uscì due anni dopo. Visse costantemente in precarie condizioni economiche, contando su lezioni private e sull'aiuto di parenti e amici (nel 1881 ottenne un posto di vicemaestro di cappella a Salisburgo, ma lo lasciò dopo due mesi). Nel 1884 divenne critico musicale del «Wiener Salonblatt»: difese strenuamente Wagner, lodò Bruckner, il giovane Mahler, Berlioz, e attaccò ferocemente Brahms e Dvoák. Dal 1887 si dedicò interamente alla composizione, soprattutto di Lieder. Nel 1892 si manifestarono in lui i primi segni di infermità mentale. Dopo un silenzio di tre anni, riprese a comporre con lena e realizzò l'opera Il Corregidor (da Il cappello a tre punte... Approfondisci
Note legali