Traduttore: I. Blum
Editore: Adelphi
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 15 luglio 2009
Pagine: 496 p., Brossura
  • EAN: 9788845924194
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 14,04
Descrizione
Un giorno, a New York, Oliver Sacks partecipa all'incontro organizzato da un batterista con una trentina di persone affette dalla sindrome di Tourette: "Tutti, in quella stanza, sembravano in balia dei loro tic: tic ciascuno con il suo tempo. Vedevo i tic erompere e diffondersi per contagio". Poi il batterista inizia a suonare, e tutti in cerchio lo seguono con i loro tamburi: come per incanto i tic scompaiono, e il gruppo si fonde in una perfetta sincronia ritmica. Questo stupefacente esempio, spiega Sacks, è solo una particolare variante del prodigio di "neurogamia", che si verifica ogniqualvolta il nostro sistema nervoso "si sposa" a quello di chi ci sta accanto attraverso il medium della musica. Presentando questo e molti altri casi con la consueta capacità di immedesimazione, Sacks esplora la "straordinaria forza neurale" della musica e i suoi nessi con le funzioni e disfunzioni del cervello.

€ 14,04

€ 26,00

14 punti Premium

€ 22,10

€ 26,00

Risparmi € 3,90 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    lapo

    16/01/2010 19:14:30

    Un’esplorazione di grande interesse delle alterazioni nei legami fra centri auditivi e funzioni cerebrali, alla scoperta di fenomeni inimmaginabili per il lettore comune tracciati con la consueta competenza dall’autore che attinge alla propria esperienza neurologica e a casi concreti con i quali è venuto a contatto – rimane particolarmente impressa, fra le altre, la trattazione di quello che in gergo è chiamato “orecchio assoluto”. Si legge con curiosità mai sazia. Essenziale per un musicista o per un medico, un must per un dottore musicofilo, godibile per tutti. Il prezzo non aiuta.

  • User Icon

    Piero

    03/10/2009 20:22:08

    Una miriade di disturbi, dai meno gravi a quelli più invalidanti, legati all'ascolto o alla rappresentazione mentale della musica. Finirete per leggervelo tutto d'un fiato, a volte forse un pò ripetitivo. Quasi per tutti i vari disturbi, descritti sapientemente attraverso le storie dei vari pazienti di Sacks e non con un asettico snocciolamento di sintomi e delle loro possibili basi fisiologiche la musica può intervenire per alleviarli e attenuarli. A tratti inquietante le storie di coloro i quali soffrono di Allucinazioni musicali e quella di Clive, un amnesico che ha perso gran parte dei suoi ricordi e non è in grado di apprenderne di nuovi. I suoi periodi di coscienza durano solo pochi secondi per poi venire inghiottiti dall'abisso dell'amnesia Fin quando non intervenne la musica... il filo rosso che lega tutti i capitoli. Inoltre scoprirete pure quanto poco ne sapete di musica classica.

Scrivi una recensione