Categorie
Traduttore: S. Rota Sperti
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2015
Pagine: 331 p., Brossura
  • EAN: 9788807031267
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,64

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    clare

    19/05/2017 08.10.00

    Bella saga familiare, scritta con poesia, dove si intrecciano vicende d'amore, di politica, di guerra e un pizzico di magia. Nazmiyeh è uno dei personaggi femminili più belli che abbia mai incontrato in un libro. Sicuramente leggerò altri libri di quest autrice.

  • User Icon

    Chiara

    17/06/2015 15.47.14

    Dopo essere stata incantata dalla vicenda di "Ogni mattina a Jenin", precedente romanzo della stessa autrice, sono stata soddisfatta di constatare che anche questo è un libro veramente ben scritto e avvincente, ti prende e ti conduce in un luogo magico e affascinante come quello della Palestina, mostrandoti un mondo pieno di vita e di colore anche dove il male della guerra sembra avere segnato i destini di tutti. Consigliatissimo!

  • User Icon

    Lupo '58

    13/06/2015 16.02.22

    E' il secondo libro che leggo di questa autrice palestinese e devo dire che il suo modo di scrivere mi piace decisamente. Come nel caso di "Ogni mattina a Jenin", anche questo romanzo é una saga familiare, con una connotazione un po' più "mistica" rispetto al precedente, in cui giostrano molti personaggi, tutti caratterizzati benissimo dalla Abulhawa. Il romanzo ci immerge ancora una volta nel clima dei territori occupati, invitando chi legge a riflettere una volta di più sul tema della Questione Palestinese. Decisamente bello, a tratti poetico, anche se, a mio parere, non raggiunge i vertici di intensità narrativa del primo romanzo. In ogni caso, da leggere.

  • User Icon

    Marco

    13/04/2015 12.09.11

    Un libro che consiglio vivamente per chi vuole approfondire il tema dei territori occupati. Israele non ne esce per niente bene come pure gli stati unti. Un libro che molstra la forza dei palestinesi a tenere ed andare duro. Raccontato in modo molto scorrevole.

  • User Icon

    Federica

    23/03/2015 07.04.36

    Forse non è un capolavoro come "Ogni mattina a Jenin" ma anche questo libro della Abulhawa mi ha preso molto. La costruzione è originale e più si va avanti e più la storia coinvolge. Personalmente, l'ho trovato intenso ma forse un po' pesante. Troppi "ingredienti"? Non lo so. In ogni caso, sono stata contenta di averlo letto - ne vale la pena - ma anche di averlo finito.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione