Categorie

Nicholas Evans

Traduttore: M. Nicola
Collana: Superbur
Anno edizione: 2002
Formato: Tascabile
Pagine: 490 p.
  • EAN: 9788817117548

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zombie49

    15/11/2016 12.29.29

    Ed è un musicista di Boston originario del Kentuky; Connor un fotografo cowboy x tradizione familiare. Sono grandi amici e d’estate si ritrovano nel Montana x combattere gli incendi lanciandosi col paracadute. Entrambi sono innamorati di Julia, che tiene corsi di sopravvivenza nella natura x ragazzi difficili. Lei però è fidanzata con Ed, e Connor deve nascondere i suoi sentimenti. Dopo la tragedia sulla montagna che segna la vita di tutti, Connor diventa reporter di guerra in Bosnia e in Africa. La conclusione scontata è l’unica possibile. Ho comprato questo libro x errore, pensando descrivesse la vita dei celebri pompieri paracadutisti americani; invece è una storia rosa e la lotta agli incendi nella foresta resta solo sullo sfondo. Al primo tentativo, molti anni fa, ho abbandonato la lettura; ora, riprendendola, l’ho rivalutata nel suo genere. E’ una vicenda melodrammatica, con il classico triangolo di due uomini innamorati della stessa donna ma legati da una solida amicizia, che ricorda le avventure di Misery, la detestata eroina dello scrittore Paul Sheldon di King. E’ un mieloso trionfo di buoni sentimenti, amicizia, onore, lealtà, amore, un’apologia del coraggio, della fedeltà, del sacrificio fino a reprimere i propri desideri con scelte masochistiche. Tutti antepongono il bene degli altri al proprio, anche a rischio della vita; non ci sono persone cattive ma solo fuorviate, in attesa di un confortevole abbraccio. Detesto il buonismo e l’ottimismo ad ogni costo, perché non li ritengo realistici: c’è una scala istintiva e definita di valori che favorisce l’autoconservazione, e nessuno può accettare con serenità eventi che compromettono la salute e sconvolgono la vita. Tuttavia il libro è scritto con un linguaggio gradevole e lo stile è scorrevole; nonostante il moralismo, la storia non è irritante ed evita toni da crociata. Un romanzo piacevole, nel filone di “Love Story”.

  • User Icon

    Tiziana

    13/03/2014 12.15.53

    Mi spiace, ma io non sono riuscita a finirlo; mi ha annoiato a morte e quindi l'ho piantato lì. Anni fa non avrei mai interrotto una lettura, quantunque sgradevole, ma ora non ho nessun rimpianto a farlo e qui mi risultava necessario. Non coinvolgente, senza empatia, senza profondità.

  • User Icon

    Giada

    05/05/2013 12.52.32

    Dalla descrizione che viene fatta all'inizio non si capisce al meglio quale sarà la storia narrata nel libro. Inizialmente ho fato un po' fatica a lasciarmi prendere dal racconto, ma la fiducia che ho in questo autore è tanta e per fortuna sono andata avanti nella lettura: Evans riesce sempre a regalare emozioni uniche, sottili e delicate, a intrecciare al meglio i rapporti tra le persone e a far emozionare. Bello davvero!

  • User Icon

    Brunella

    23/10/2010 18.50.50

    I romanzi di Evans non mi deludono mai e anche questo mi è arrivato al cuore. Emozionante, coinvolgente, bellissimo.

  • User Icon

    Azzurra

    27/06/2009 16.56.46

    Molto interessante questo libro,vale proprio la pena leggerlo,ha scaturito in me un mare di emozioni!complienti all'autore!

  • User Icon

    ane

    06/04/2009 22.30.44

    Stupendo!!!Evans non si smentisce mai!!Ti fa vivere le emozioni dei personaggi come se fossero le tue!!Bellissimo libro!

  • User Icon

    vally

    25/03/2008 22.38.30

    Libro meraviglioso,ricco di emozioni.Non so per quale motivo ma questo libro mi è rimasto nel cuore e mi ha dato tanto.Leggetelo è meraviglioso!

  • User Icon

    Catoclepa

    07/01/2008 12.34.35

    Non sarà il mio genere ma questo libro non ha lasciato il segno.

  • User Icon

    Emy

    07/03/2007 17.39.41

    Il libro è molto bello, la scrittura scorrevole. Come per "L uomo che sussurrava ai cavalli" ciò che mi colpisce di più è la descrizione dei luoghi, della natura, e della psicologia dei protagonisti. Commovente il racconto della ragazza. Per il resto l'intreccio tra i tre adulti non mi ha entusiasmato più di tanto, ma del resto sono conscia di avere una visione completamente diversa dell'amore... :p ps. perchè "l'uomo che sussurrava ai cavalli" non ci sta su ibs?

  • User Icon

    clara

    14/02/2006 10.44.09

    Un bel libro, come al solito scorrevole e scritto bene. Anche se al lieto fine sono dedicate poche pagine e non è toccante come quello de "L'uomo che sussurrava ai cavalli", questo libro è per i sognatori romantici e gli amanti della natura. Da leggere per gli amanti del genere.

  • User Icon

    carmen

    08/09/2005 02.10.22

    le mie letture solitamente non superano le 250 pag eppure questo libro è stao il mio primo "grande libro" complimenti all'autore

  • User Icon

    Davide

    10/06/2005 14.55.51

    Bel libro, vicenda interessante e appassionante. Contiene valori umani importanti come la lealtà e il sacrificio, la sofferenza e la passione. I paesaggi sono ben descritti, Evans è bravissimo in questo. Leggendo il libro sembrava davvero di essere in Montana sulle canoe e in Africa di notte a fianco dei protagonisti! La metafora del fuoco è azzeccatissima, il fuoco, come dice lo stesso Evans, scalda, purifica, libera. Nicholas Evans è indubbiamente uno degli autori più bravi di sempre.

  • User Icon

    Baghy

    22/04/2005 13.09.27

    Mi dispiace essere una voce fuori dal coro ma a me il libro non e' piaciuto molto. Mi e' stato regalato e avendo visto in passato il film "l'uomo che sussurrava ai cavalli", ho cominciato a leggerlo con interesse. Sono rimasto invece deluso da una trama a tratti scontata e imperniata solo sulla tragedia e sulla storia d'amore tra Connor e Julie. Non me ne vogliano le signore lettrici ma l'ho proprio trovato un romanzo "femminile" se mi consentite il termine. Finale scontato della serie "e vissero felici e contenti". Sono capitato per caso su Evans ma non credo che ci ritornero'.

  • User Icon

    mangialibri

    22/02/2005 23.28.10

    Bellissimo, la storia di un doppio amore, l'amicizia di due "saltatori", la difficile storia di una ragazzina incompresa...tutto ben scritto

  • User Icon

    Katty

    19/01/2005 21.27.35

    Anche a me è piaciuto tantissimo questo libro ed è bello che tutti abbiate fatto un commento positivo!!!

  • User Icon

    LORY

    03/01/2005 00.39.56

    E' assolutamente fantastico e a distanza di pochi mesi l'ho già letto due volte e la seconda è stata come la prima cioè mi ha coinvolto in un turbine di emozioni indescrivibili.Ora vorrei leggere L'UOMO CHE SUSSURRAVA AI CAVALLI e spero che sia altrettento interessante e scritto bene.

  • User Icon

    Alexein

    13/11/2004 17.45.33

    Meravigliosooooooo...Quando ho letto "L'uomo che sussurrava ai cavalli" e l'ho trovato splendido non sapevo che "Nel fuoco" lo superasse di parecchio!!!!!Questo scrittore è il migliore in assoluto

  • User Icon

    Monica

    30/08/2004 16.05.14

    Meraviglioso!!!Una storia davvero bella!Leggetelo!

  • User Icon

    Ester

    24/08/2004 09.12.22

    Il romanzo è semplicemente splendido.

  • User Icon

    francesca

    20/01/2004 12.15.53

    Libro bello ed intenso, anche se molto molto triste e malinconico...Mi son scese parecchie lacrimucce...Pero' lo consiglio...a chi come me ama sognare...a chi come me ha un amore lontano,che sogna e aspetta sempre di rivedere un giorno...per poter essere finalmente felice...come i protagonisti di questo splendido libro.

Vedi tutte le 25 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione