Categorie

Lars Kepler

Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Anno edizione: 2015
Pagine: 601 p. , Rilegato

60 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Thriller e suspence - Thriller

  • EAN: 9788830441835

Un nuovo serial killer si aggira per le fredde vie di Stoccolma, inafferrabile come un fantasma si avvicina alle sue vittime protetto dal velo nero della notte. Le donne sono le sue prede predilette, racchiude i loro ultimi attimi di vita in dei filmati che carica abilmente su YouTube prima di uccidere senza pietà, i filmati sono l’unico vero indizio che lascia spontaneamente alla polizia. «La lama penetra nel collo e nel petto e poi di nuovo nel viso. Susanna capisce che non potrà cavarsela. Un’angoscia raggelante si apre come un abisso quando smette di lottare per la propria vita». Donne comuni, con vite ordinarie apparentemente sconnesse tra loro se non per un dettaglio: Erik Maria Bark. Erik è il miglior ipnotista di Scozia, che da anni collabora con la polizia per riuscire ad entrare nei più oscuri antri della mente umana. Margot Silverman, l’incaricata dell’indagine, brancola nel buio, il killer lascia dietro di se segnali scomposti che dicono tutto e niente. Solo un detective come Joona Linna può riuscire a riunire i tasselli di un puzzle iniziato prima di quanto credano.
Nella mente dell’ipnotista è il sequel del bestseller L’Ipnotista, infatti nel corso del romanzo ritroviamo personaggi già conosciuti come Erik e Joona. Qui lo psichiatra è chiamato a scavare nella mente sotto shock di Bjorn che di ritorno da un viaggio trova la moglie brutalmente assassinata. Emerge un dettaglio, forse superfluo, che risveglia in Erik il ricordo di una vittima di molti anni prima, il cui assassino però risulta incarcerato proprio grazie a una sua perizia.  Tutte le ipotesi della polizia ricadono su Erik ed inizia così una corsa contro il tempo e contro la morte.

Lars Kepler, o meglio i coniugi Ahndoril, sono riusciti a mettere in luce il lato più oscuro e spaventoso di un fenomeno che li ha toccati anche in prima persona: lo stalking. Le capacità narrative dei due permettono al lettore di vivere per pochi attimi le sensazioni delle vittime, il senso di oppressione e l’ansia che cresce appena scopri che fuori dalla finestra qualcuno ti osserva. Un thriller inquietante capace di tenerti con il fiato sospeso fino all’ultima pagina, il momento in cui finalmente si può tornare a respirare.

I Kepler, con questo romanzo, inseriscono elementi diversi in grado di soddisfare la maggioranza del pubblico: colpi di scena, azione, turbe mentali e anche una storia d’amore degna di un romanzo rosa. Nella mente dell’Ipnotista è un viaggio nei luoghi più pericolosi della Svezia ma anche della mente umana, costretta a vivere un turbinio di emozioni diverse nella disperata ricerca della verità. Una storia di un notevole spessore, molto dettagliata e con un’ottima caratterizzazione dei personaggi, sui quali i Kepler non si sono risparmiati. Un romanzo che scorre e quasi si legge da solo, non è infatti possibile dormire sereni la notte con un assassino in circolazione.
«Esistono solo la mia voce e la tua volontà di ascoltarla…a ogni numero sprofondi sempre più in uno stato di rilassamento…diventi sempre più tranquillo…ottantacinque, ottantaquattro…qui non c’è nessun pericolo, nulla ti minaccia..»

Recensione di Francesca Magni

"Ascolta solo la mia voce e nient’altro. Presto inizierò il conto alla rovescia… Entrerai in casa. La vedrai. E non avrai paura."

Lars Kepler, pseudonimo di una coppia di scrittori svedesi che ha venduto milioni di copie nel mondo con il romanzo L’ipnotista, torna in libreria con l’attesissimo sequel che vede di nuovo in scena Erik Maria Bark, personaggio già al centro del loro primo grande successo. Un thriller incalzante e ricco di colpi di scena, una storia travolgente che trascina il lettore in un vortice oscuro. I coniugi Ahndoril con una mossa a sorpresa spiazzano tutti scrivendo il loro thriller più avvincente.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    claudia t

    25/07/2016 23.46.27

    discreto, leggermente inferiore alle aspettative di questi autori

  • User Icon

    Giuly

    06/04/2016 07.52.07

    Ancora una volta i maestri svedesi del thriller mi hanno strabiliata. Confesso di avere un debole per Erik Maria Bark (senza nulla togliere a Joona Linna!), ma sono d'accordo con chi sostiene che questo libro sia forse il migliore scritto dai Lars Kepler: bello e adrenalinico da mozzare il fiato!

  • User Icon

    ANDREA

    06/08/2015 16.58.35

    Ciao a tutti.....sono a meta' libro e devo proprio ammettere che e' davvero entusiasmante... complimenti

  • User Icon

    Umberto75

    29/07/2015 22.16.12

    Discreto thriller da leggere sotto l'ombrellone senza particolari pretese. Alcuni aspetti sono abbastanza inverosimili ed i colpi di scena latitano. Decisamente meglio i precedenti

  • User Icon

    andabonni

    08/07/2015 10.02.11

    Un titolo assolutamente da non perdere. La trama è sempre molto interessante e avvincente e, per chi ha letto gli altri titoli finora scritti da Lars Kepler, è un ulteriore importante sviluppo della storia dei personaggi, con il gradito ritorno di Erik Maria Bark. Consigliatissimo per una lettura che cattura fin dalle prime pagine e invoglia a continuare a leggere per ore!

  • User Icon

    Twilight85

    04/07/2015 10.53.15

    Superlativo!!!!! Kepler stupisce ancora una volta...consigliato a chi e' amante del genere.

  • User Icon

    patrizia b.

    29/06/2015 12.27.17

    Solo per amanti del genere. Brutto, scritto male, frasi troppo brevi,e volte non in consecutio logica, inserti per allungare il testo e completamente inutili ed alla fine un crescendo di improbabili orrori ed una fine striminzita. Il libro mi è stato regalato, perché non l'avrei mai comprato, vista la precedente esperienza con "la lestimone del fuoco" che ho ceduto immediatamente, come farò con questo. Voto 1/5

  • User Icon

    miry56

    07/06/2015 21.09.47

    Bello, uno di quei libri che non smetteresti mai di leggere e che vorresti non finisse mai. Consiglio vivamente agli amanti del genere.

  • User Icon

    Omar

    22/05/2015 10.07.21

    Il primo capitolo aveva una trama più avvincente. Lo stile è rimasto quello mediocre. Ha senso scrivere un romanzo a quattro mani?

  • User Icon

    davide951

    28/03/2015 15.25.10

    Coinvolgente come sempre... Da leggere sicuramente. Ma non posso dare il massimo! 4/5

  • User Icon

    NADIA3

    25/03/2015 16.53.36

    Tensione alle stelle fino alla fine, un giallo di gran livello con finale spiazzante, una sola pecca, il titolo che non c'entra nulla ma non è ovviamente colpa degli autori, il loro titolo in lingua originale era perfetto e loro sono sempre più bravi a stupirci.

  • User Icon

    Isa

    24/03/2015 12.29.29

    Un altro incubo ad occhi aperti da un autore che continua a non deludere!

  • User Icon

    Alessandro

    08/03/2015 17.39.07

    Un buon thriller. Ottima la prima parte del libro...un po' meno la seconda dove Joona Linna sembra uno Steven Seagal primi anni '90. Tutto sommato le 600 pagine scorrono velocemente e la tensione di certo non manca soprattutto nel finale tutt'altro che scontato. ^_^

  • User Icon

    Valentina

    05/03/2015 17.29.28

    Ho letto tutti i libri della coppia,nell'esatto ordine di uscita. Non so ancora se questo sia il migliore,di sicuro vi si avvicina molto. La prima parte e l'ultima sono ottimi,c'è una suspence continua,una tensione palpabile eccellente,colpi di scena, fiato sospeso in diverse pagine,protagonisti d'impatto,come Erik e Jonna che adoro. C'è però tutta una parte,quella centrale che risulta un pò sottotono e monotona,di stallo. Non si capisce più dove voglia andare a parare,la tensione pura dell'inizio svanisce e sembra allontanarsi dalla storia. Poi un episodio rimette tutto in gioco e la storia riparte alla grandissima con un crescendo entusiasmante di thrilling che continua fino alla penultima pagina. Come al solito nei romanzi dei Kepler scene al limite dell'assurdo e irreale,chi muore per una coltellata e chi dopo 7/8 ancora è vivo :-) e le solite scene di sesso buttate là. Nel complesso,alla luce di ciò e di 610 pagine,tanti personaggi e tanti episodi intrecciati,non posso dare meno di 5.

  • User Icon

    Oraz65

    04/03/2015 08.53.17

    Per chi come me ha letto tutti i libri della coppia Lars Kepler trovo che questo sia il miogliore di tutti. Sono rimasto fino alla fine incollato alle pagine con il fiato sospeso per il finale. Per chi ama questo genere di libri lo consiglio vivamente. E ora non vedo l'ora che arrivi un nuovo libri perchè senza Joona Linna non riesco a stare.

  • User Icon

    Talisie

    26/02/2015 21.59.44

    Il libro intriga e trascina nei torbidi meandri delle menti dei protagonisti, concludendosi con un inaspettato colpo di scena, ma qualche sbavatura appanna un po' il prodotto. Siamo d'accordo che il serial killer sia fuori di testa, ma anche i due che cercano di trovare l'assassino non sembrano proprio in sé, oltre tutto coadiuvati da una ispettrice di polizia al nono, dico nono, mese di gravidanza che pur di essere sul luogo in cui si scioglie drammaticamente la vicenda cerca di trattenere la rottura delle acque e solo a viva forza viene caricata in ambulanza. L'ex-poliziotto poi si concede iniziative decisamente al di là della legge e l'ipnotista di cui al titolo, tanto conclamato e osannato professionista, si improvvisa detective con i conseguenti pasticci del caso. Insomma, fanno tutto loro tre e voi leggendo vi domanderete più volte perché non chiamino rinforzi, non avvertano gli agenti che evidentemente si trastullano nella centrale o almeno mandino un sms segnalando dove si trovino. A parte ciò, indubbiamente la tensione c'è e il ritmo è ben tenuto per cui difficilmente vi arresterete prima di essere arrivati all'ultima pagina.

  • User Icon

    Claudia

    18/02/2015 19.11.40

    Libro molto bello. Letto tutto d'un fiato fino all'ultima riga. Uno di quei libri che ti permette di affeziorti ai protagonisti. Uno di quei libri che ti fa mangiar di corsa perché non vedi l'ora di riprendere la lettura. Uno di quei libri che, quando smetti di leggere, ti chiedi: il prossimo libro sarà bello quanto questo? Speriamo di si.

  • User Icon

    fausto 74

    08/02/2015 15.19.48

    Ottimo ritorno per questi autori..la trama e davvero buona con finale imprevedibile...a metà libro sembra diventare noiosetto poi di nuovo si infiamma...un bel thriller!

  • User Icon

    elena.bazz

    31/01/2015 22.35.02

    Un buon thriller, ben congeniato e ben scritto. Talmente ben scritto ed efficace nel creare tensione che, devo dire la verità, leggendolo mi è venuta la paura del buio e un po' d'ansia nello stare a casa da sola... soprattutto controllavo che tende e finestre fossero ben chiuse!!! Se non ci fossero state alcune scene (francamente poco credibili) in cui il protagonista si trasforma in una sorta di "Rambo" dalla forza eccezionale (mi riferisco alla lotta nel campo rom e alla scena contro quelli della "Zona", per esempio...) il mio giudizio sarebbe stato ancora più positivo.

  • User Icon

    Pupottina

    30/01/2015 22.21.00

    Il bello dei romanzi dei Lars Kepler sta proprio nell'imprevedibilità delle loro storie. Il lettore resta sempre spiazzato dinanzi alle loro scelte narrative. Adrenalinico e ricco di colpi di scena.

Vedi tutte le 23 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione