Neuroeconomia, neuromarketing e processi decisionali

Fabio Babiloni,Vittorio Meroni,Ramon Soranzo

Editore: Springer Verlag
Collana: Unitext
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 7 settembre 2007
Tipo: Libro universitario
Pagine: 170 p., Brossura
  • EAN: 9788847007154
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Il libro copre un settore, quello della applicazione delle moderne tecniche di neuroscienze ai settori dell'economia e del marketing, di recente nascita e di grande interesse per l'opinione pubblica, per gli addetti alla pubblicità nonché agli studiosi di neuroscienze. Il libro presenta, in un linguaggio piano e non per gli esperti della materia, la struttura ed il funzionamento cerebrale (così come si conosce ad oggi) durante i processi decisionali nell'uomo. Di interesse l'analisi di come i diversi sistemi neuronali all'interno del cervello possono cooperare fra loro nel generare delle decisioni. Tutta questa semplice trattazione fisiologica è inserita nel contesto dell'analisi dell'attività cerebrale durante la visione di clip commerciali. Nello studio originale presentato in questo libro, le variabili interessate sono state quelle relative al ricordo della pubblicità televisiva in un campione di soggetti normali giovani. Questo studio è semplicemente il primo che si effettua di tale tipo in Italia e sarà destinato ad essere un punto di riferimento per i successivi studi nel settore.

€ 11,01

€ 12,95

Risparmi € 1,94 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Manuel Pappacena

    06/09/2017 12:00:31

    Un grattacielo di sovrastrutture e formule a cui mancano le fondamenta. Viene si descritto e osservato cosa accade nel cervello e allo stesso tempo è stato completamente tralasciato il quesito fondamentale: perchè accadono questi processi a livello neuronale? Come è possibile comprenderli? Per quanto mi riguarda quello che viene a galla è uno sterile esercizio di stile a cui manca completamente il contatto con la realtà della materia studiata.

  • User Icon

    NEUROECONOMIA,NEUROMARKETING E PROCESSI DECISIONALI. Recensione di Fausto D'Aprile/Giornalista Scientifico. Gli scettici nel campo delle neuroscienze e del marketing ritengono che i modelli economici e le tecniche neuroscientifiche di "brain imaging" operino a livelli talmente diversi di analisi del comportamento che difficilmente potranno collaborare nella comprensione dei problemi caratterizzanti il comportamento sociale ed economico dell'uomo. Non sono della stessa opinione F.Babiloni, V.M.Meroni e R.Soranzo autori di questo interessante saggio. Il libro costituisce un primo interessantissimo contributo italiano in questa specifica area di ricerca, attraverso la proposizione di intelligenti riflessioni su come il cervello possa generare decisioni, e su come sia possibile monitorare con accuratezza tali decisioni. Scopo del libro è essenzialmente quello di proporre al lettore,in un linguaggio scorrevole,una serie di informazioni organizzate sull'attività cerebrale nell'uomo durante la generazione delle decisioni,anche in materia economica. Partendo da una definizione di neuroeconomia,nel volume vengono affrontati in modo stimolante molteplici argomenti,come ad esempio quello riguardanti le principali strutture cerebrali coinvolte nei processi decisionali. In particolare,il cap.4 esamina nel dettaglio come il nostro cervello possa valutare le decisioni da prendere in seguito ad eventi esterni con differenti valenze emozionali. Nel saggio vengono inoltre presentati i risultati del primo studio effettuato in italia di analisi di processi di memorizzazione della visione di filmati commerciali, mediante le tecniche moderne di "brain imaging". Chiudono il libro alcune considerazioni degli autori circa i percorsi futuri da intraprendere per migliorare la ricerca nel settore concernente la comunicazione pubblicitaria e televisiva. Per non appesantire troppo il saggio sono stati introdotti in appendice i formalismi matematici,che avrebbero rappresentato delle barriere formali alla comprensione del testo.

Scrivi una recensione