Niente caffè per Spinoza - Alice Cappagli - copertina

Niente caffè per Spinoza

Alice Cappagli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Collana: I coralli
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 5 febbraio 2019
Pagine: 288 p., Brossura
  • EAN: 9788806240035
Salvato in 207 liste dei desideri

€ 16,62

€ 17,50
(-5%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Niente caffè per Spinoza

Alice Cappagli

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Niente caffè per Spinoza

Alice Cappagli

€ 17,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Niente caffè per Spinoza

Alice Cappagli

€ 17,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 16,97 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vincitore del Premio John Fante Opera Prima 2020
Lei gli legge i filosofi e gli riordina la casa, lui le insegna che nei libri si possono trovare le idee giuste per riordinare anche la vita. Perché lui è un anziano professore capace di vedere nel buio, lei una giovane donna che ha perso la bussola.

«Un romanzo delicato, filosofico (ho contato quarantacinque citazioni), ironico e originale» - Brunella Schisa, Il Venerdì

E mentre il sole entra a secchiate dai vetri, mentre il libeccio passa «in un baleno dall'orizzonte al midollo, modificando i pensieri e l'umore», il profumo della zuppa di lenticchie si mescola ai Pensieri di Pascal, creando tra i due un'armonia silenziosa e bellissima. «Bisogna che io legga nelle cose piccole verità universali. Ma mi occorre la sua collaborazione», dice il Professore a Maria Vittoria. E non resta che dargli ragione, perché in fondo siamo tutti responsabili della forma che imprimiamo alla felicità, nostra e degli altri. Quando all'ufficio di collocamento le propongono di fare da cameriera e lettrice a un vecchio professore di filosofia che ha perso la vista, Maria Vittoria accetta senza pensarci due volte. Il suo matrimonio sta in piedi «come una capannuccia fatta con gli stuzzicadenti» e tutto, intorno a lei, sembra suggerirle di essere arrivata al capolinea. Il Professore la accoglie nella sua casa piena di vento e di luce e basta poco perché tra i due nasca un rapporto vero, a tratti comico e mordace, a tratti tenero e affettuoso, complice. Con lo stesso piglio livornese gioioso e burbero, Maria Vittoria cucina zucchine e legge per lui stralci di Pascal, Epitteto, Spinoza, Sant'Agostino, Epicuro. Il Professore sa sempre come ritrovare le verità dei grandi pensatori nelle piccole faccende di economia domestica e Maria Vittoria scopre che la filosofia può essere utile nella vita di tutti i giorni. Ogni lettura, per lei, diventa uno strumento per mettere a fuoco delle cose che fino ad allora le erano parse confuse e raccogliere i cocci di un'esistenza trascorsa ad assecondare gli altri. Intorno c'è Livorno, col suo mercato generale, la terrazza Mascagni e Villa Fabbricotti, le chiese affacciate sul mare. E una girandola di personaggi: gli amici coltissimi del Professore, la figlia Elisa, la temibile Vally, cognata maniaca del controllo, la signora Favilla alla costante ricerca di un gatto che le ricorda il suo ex marito, i vecchi studenti che vengono a far visita per imbastire interminabili discussioni. E poi Angelo, ma quello è un discorso a parte. A poco a poco Maria Vittoria e il Professore s'insegneranno molto a vicenda, aiutandosi nel loro opposto viaggio: uno verso la vita e l'altro – come vuole l'ordine delle cose – verso la morte. Senza troppi clamori, con naturalezza, una volta chiuso il libro ci rendiamo conto che la lezione del Professore sedimenta dentro a tutti noi: dai libri che amiamo è possibile ripartire sempre, anche quando ogni cosa intorno ci dice il contrario.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,14
di 5
Totale 42
5
21
4
10
3
8
2
2
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    AliceDido

    21/01/2021 16:13:03

    Libro semplice nella forma, ma che lascia un profondo significato per il lettore, risultando la base per una riflessione non certo superficiale sulla vita e sulle opportunità. Ho molto apprezzato il riferimento costante al mondo della filosofia, molto interessante e stimolante.

  • User Icon

    Martina

    21/11/2020 00:45:12

    Questo libro invita a riflettere così da saper trovare la luce persino nell'oscurità, ma sa anche scaldare il cuore, perché una volta trascinati nella routine quotidiana del professore Farnesi, che in compagnia di alcuni amici continua a perseguire un ideale di virtù e conoscenza, è impossibile non affezionarsi a lui, pur nella sua eccentricità. Dalla sua memoria e dalla sua biblioteca vengono estratte citazioni filosofiche da far vibrare nell'aria al momento giusto, meglio se accompagnate da un buon caffè. Così il corso della vita trova continuamente una giustificazione, anche nelle sue limitazioni e nella sua finitezza.

  • User Icon

    Nicoletta

    20/11/2020 17:31:31

    Delizioso romanzo in cui si ha l'incontro fra una ragazza giovane e fresca,ma avvilita e un vecchio professore,amante dei libri e della filosofia.Si aiuteranno a vicenda,traendo vantaggio dalle diverse competenze(come dice il professore).

  • User Icon

    valeria71

    29/07/2020 19:18:45

    la Cappagli dà vita a due bei personaggi - il professore e Maria Vittoria - che si muovono tra altri compagni di sipario divertenti e forse un po’ troppo da vecchia commedia dell’arte. Se all’inizio lo stile richiama quello di Genovesi, poi vira e cambia registro. Mi rimane una sensazione di non perfettamente definito, ma la lettura è comunque piacevole. Attendo di leggere una nuova prova della scrittrice

  • User Icon

    Donato

    15/07/2020 14:51:28

    Due personaggi che conoscendosi imparano uno dall'altro, aiutandosi nel loro viaggio. Un libro emozionante, molto delicato,

  • User Icon

    Anna Maria Garbarino

    27/05/2020 13:02:23

    Mavi, situazione matrimoniale e finanziaria che sono un disastro, trova lavoro come badante presso un anziano professore cieco. Sembra che la sua vita sia sull’orlo del baratro ma la vicinanza con il prof. Farnesi le dà le armi per sopravvivere e reagire alle difficoltà di tutti i giorni. Attraverso la lettura di massime filosofiche riesce a trovare nuovo coraggio e nuova consapevolezza. Sullo sfondo Livorno e la simpatia dei toscani, descritti in maniera vivida dall’autrice che quasi sembra di trovarci lì, a godere del panorama che spazia fino a vedere il ditone della Corsica e lo stretto di Bonifacio. Leggendo il libro capiremo che i vecchi maestri non parlavano per concetti astratti ma che ci hanno lasciato dei salvagente per affrontare la vita. Lettura consigliata a chi, tra problemi e difficoltà, ha perso l’orientamento

  • User Icon

    Katiuscia Lai

    17/05/2020 13:54:40

    Bellissimo!!! Sicuramente uno dei libri più belli che ho letto lo scorso anno ....tocca l’anima direbbe la mia nonna adorata ....da lei ho ereditato la passione e l’amore per la lettura ... Non pensavo che questo piccolo capolavoro potesse piacermi e ne sono rimasta stupita ...delicato,intenso e dolce ...lo consiglio !!

  • User Icon

    Federica

    17/05/2020 13:26:18

    Bellissimo romanzo, dolce, carino, lo consiglio!!!

  • User Icon

    linda bonelli

    01/12/2019 23:06:51

    Bel libro. Mi e' piaciuto nella sua semplicita'. Fa reflittere su temi importanti .i protagonisti e gli scenari mi hanno saputo coinvolgere.anche le descrizioni dei luoghi della Toscana .bello.consigliato.

  • User Icon

    Enrico

    19/10/2019 16:18:32

    Sopravvalutato. Un libro nell'ordinario, scontato e acerbo. L'idea è buona ma sa di già visto e non riesce a toccare le corde più intime del lettore restando sulla superficie. Errori formali ne rendono inoltre faticoso lo scorrimento. L'epilogo è tirato via e poco verosimile come l'avvicinarsi alla filosofia così come proposto dalla scrittrice.

  • User Icon

    Libriamoci913

    08/10/2019 11:09:19

    Uno scritto in cui la protagonista riscopre che la filosofia può essere utile nella vita di tutti i giorni, un componimento in cui ogni lettura diventa, per lei, uno strumento per mettere a fuoco delle cose che fino ad allora le erano parse confuse e raccogliere i cocci di un’esistenza trascorsa ad assecondare gli altri. A far da cornice, Livorno con la sua Piazza Mascagni, il suo mercato, i suoi usi e costumi. Lettura piacevole e interessante.

  • User Icon

    Matteo

    24/09/2019 19:26:26

    Bellissimo. Un libro tenero e profondo al tempo stesso, con due personaggi diversi quanto ugualmente indimenticabili. Uno dei migliori libri letti quest'anno.

  • User Icon

    lucia

    23/09/2019 13:26:29

    Mi è piaciuto molto. Fantastico il Professore. Lo consiglio.

  • User Icon

    maestra_g

    22/09/2019 19:58:42

    Libro sopravvalutato: storia banale, personaggi scontati, nessun guizzo degno di nota.

  • User Icon

    Raffaella

    22/09/2019 06:50:30

    Ho molto apprezzato l'intelligenza, la sensibilità e la preparazione dell'Autrice, che sono evidenti in molti dettagli del libro, tuttavia nel complesso la storia mi è parsa monotona e i personaggi tutto sommato piatti.

  • User Icon

    Nappy

    20/09/2019 09:38:13

    “Un caffè per Spinoza” è un libro leggero ma intelligente, adatto per trascorrere qualche ora in modo spensierato. Il racconto è incentrato sul rapporto che si viene a creare tra Luciano, uno strambo ex professore di filosofia sul finire degli anni, e Maria Vittoria, una donna in crisi mistica che accetterà il ruolo di sua badante. L'aspetto più originale e divertente della storia sta nel fatto che le situazioni che i due protagonisti affrontano quotidianamente trovano costantemente una lettura calzante nei libri dei più grandi filosofi che Luciano tiene sparsi per casa, e che inframmezzano la narrazione in modo simpatico. Queste massime, estrapolate dalle opere di Pascal, Spinoza, Kant e compagnia bella, danno un tocco di colore al libro. Una bella storia, insomma, scritta in modo semplice e scorrevole. Non aspettatevi l'opera del secolo, ovviamente. La trama è piuttosto prevedibile e i personaggi stereotipati e senza tante sfumature. Se, però, siete alla ricerca di un libro leggero ma non banale, secondo me, questa è un'ottima scelta.

  • User Icon

    loredana di Michele

    19/09/2019 19:44:11

    Questo romanzo è straordinario. È straordinario perché è semplice. È semplice perché ti accarezza dolcemente il cuore raccontandoti la vita quotidiana di Maria Vittoria che si prende cura del Professore. È semplice perché Maria Vittoria è semplice: una donna umile in mezzo ai due fuochi del marito e della suocera. Proprio per scampare da queste due figure Marvi (Maria Vittoria) accetterà il lavoro come badante del Professore. Il suo però, sarà un lavoro sui generis: dovrà leggere libri e quotidiani, sostituendosi agli occhi di un uomo colpito dall'età che avanza. Qui la filosofia  farà la sua comparsa sulla scena: Platone, Epitteto, Socrate ; e la scena non l'abbandonerà più perché per il professore era la sua norma di vita e ora diventerà anche per Marvi. Così, la donna umile, anonima, riprenderà la propria identità e dignità. Che lettura delicata, dolce, malinconica. Una lettura che fa nascere una grande esigenza: abbracciare forte forte il Professore.

  • User Icon

    Carmine

    19/09/2019 16:48:24

    Stile impeccabile, racconto piacevole, il libro che narra del professore e della giovane donna ha colpito nel segno. Perfetto nell’articolazione narrativa. Con Luciano, il docente ed il cucinare di Maria Vittoria. E poi ci sono Vally, la signora Favilla, Elisa. Un valzer di personaggi che scorrono sulla scena ed emergono tra le pagine del racconto. Mi è piaciuto molto. Lo rileggerei volentieri.

  • User Icon

    Silvia

    06/09/2019 11:45:38

    Carino ma ho ravvisato alcune inesattezze non di poco conto nella parte formale dello scritto. Poi mi chiedo: perché niente caffè per Spinoza se alla fin fine si prevalentemente di Pascal?

  • User Icon

    Sara I

    01/09/2019 22:03:32

    Un libro dolce, carino, un buon esordio. Tuttavia, lo stile narrativo è lento, talvolta troppo descrittivo e a tratti la trama rischia di diventare inverosimile.

Vedi tutte le 42 recensioni cliente
  • Alice Cappagli Cover

    Suona il violoncello nell'orchestra del Teatro alla Scala dal 1982. Laureata in filosofia, ha pubblicato nel 2010 per Statale 11 un racconto a tema musicale dal titolo Una grande esecuzione. Per Einaudi ha pubblicato Niente caffè per Spinoza (2019) e Ricordati di Bach (2020). Approfondisci
Note legali