Niente caffè per Spinoza

Alice Cappagli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Einaudi
Collana: I coralli
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 5 febbraio 2019
Pagine: 288 p., Brossura
  • EAN: 9788806240035

54° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

Salvato in 195 liste dei desideri

€ 14,88

€ 17,50
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Niente caffè per Spinoza

Alice Cappagli

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Niente caffè per Spinoza

Alice Cappagli

€ 17,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Niente caffè per Spinoza

Alice Cappagli

€ 17,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 17,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Lei gli legge i filosofi e gli riordina la casa, lui le insegna che nei libri si possono trovare le idee giuste per riordinare anche la vita. Perché lui è un anziano professore capace di vedere nel buio, lei una giovane donna che ha perso la bussola.

«Un romanzo delicato, filosofico (ho contato quarantacinque citazioni), ironico e originale» - Brunella Schisa, Il Venerdì

E mentre il sole entra a secchiate dai vetri, mentre il libeccio passa «in un baleno dall'orizzonte al midollo, modificando i pensieri e l'umore», il profumo della zuppa di lenticchie si mescola ai Pensieri di Pascal, creando tra i due un'armonia silenziosa e bellissima. «Bisogna che io legga nelle cose piccole verità universali. Ma mi occorre la sua collaborazione», dice il Professore a Maria Vittoria. E non resta che dargli ragione, perché in fondo siamo tutti responsabili della forma che imprimiamo alla felicità, nostra e degli altri. Quando all'ufficio di collocamento le propongono di fare da cameriera e lettrice a un vecchio professore di filosofia che ha perso la vista, Maria Vittoria accetta senza pensarci due volte. Il suo matrimonio sta in piedi «come una capannuccia fatta con gli stuzzicadenti» e tutto, intorno a lei, sembra suggerirle di essere arrivata al capolinea. Il Professore la accoglie nella sua casa piena di vento e di luce e basta poco perché tra i due nasca un rapporto vero, a tratti comico e mordace, a tratti tenero e affettuoso, complice. Con lo stesso piglio livornese gioioso e burbero, Maria Vittoria cucina zucchine e legge per lui stralci di Pascal, Epitteto, Spinoza, Sant'Agostino, Epicuro. Il Professore sa sempre come ritrovare le verità dei grandi pensatori nelle piccole faccende di economia domestica e Maria Vittoria scopre che la filosofia può essere utile nella vita di tutti i giorni. Ogni lettura, per lei, diventa uno strumento per mettere a fuoco delle cose che fino ad allora le erano parse confuse e raccogliere i cocci di un'esistenza trascorsa ad assecondare gli altri. Intorno c'è Livorno, col suo mercato generale, la terrazza Mascagni e Villa Fabbricotti, le chiese affacciate sul mare. E una girandola di personaggi: gli amici coltissimi del Professore, la figlia Elisa, la temibile Vally, cognata maniaca del controllo, la signora Favilla alla costante ricerca di un gatto che le ricorda il suo ex marito, i vecchi studenti che vengono a far visita per imbastire interminabili discussioni. E poi Angelo, ma quello è un discorso a parte. A poco a poco Maria Vittoria e il Professore s'insegneranno molto a vicenda, aiutandosi nel loro opposto viaggio: uno verso la vita e l'altro – come vuole l'ordine delle cose – verso la morte. Senza troppi clamori, con naturalezza, una volta chiuso il libro ci rendiamo conto che la lezione del Professore sedimenta dentro a tutti noi: dai libri che amiamo è possibile ripartire sempre, anche quando ogni cosa intorno ci dice il contrario.
4,42
di 5
Totale 24
5
14
4
6
3
4
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Silvia

    06/09/2019 11:45:38

    Carino ma ho ravvisato alcune inesattezze non di poco conto nella parte formale dello scritto. Poi mi chiedo: perché niente caffè per Spinoza se alla fin fine si prevalentemente di Pascal?

  • User Icon

    Sara I

    01/09/2019 22:03:32

    Un libro dolce, carino, un buon esordio. Tuttavia, lo stile narrativo è lento, talvolta troppo descrittivo e a tratti la trama rischia di diventare inverosimile.

  • User Icon

    Serena92

    30/08/2019 14:12:52

    Libro molto dolce in cui vera voce e colonna portante è Luciano. Maria Vittoria conquista per la personalissima crescita che porta a termine, tuttavia resta sempre sulle retrovie. Dal punto di vista sentimentale, inoltre, le vicende sembrano non decollare mai. Ottima l'idea della filosofia come moto del quotidiano. Non sono rimasta convinta però a livello formale avendo riscontrato alcune inesattezze ed essendo il ritmo narrativo lento, un po' fiacco. Comunque, un buon esordio.

  • User Icon

    Alessandra

    29/08/2019 10:18:58

    Un libro gradevole che invita alla riflessione. Tuttavia, a tratti, l'ho trovato poco realistico e mi ha ricordato a più riprese "L'eleganza del riccio". Stilisticamente la penna è semplice, fluida ma dal ritmo narrativo lento. La trama rischia di suscitare dei dubbi. Piacevole, un buon esordio ma non mi ha totalmente convinta.

  • User Icon

    Laura

    26/08/2019 10:28:40

    Un libro dolce amaro come può esserlo l’incontro tra una donna, prigioniera inconsapevole di un’esistenza grigia, e un vecchio professore di filosofia cieco. A partire dal loro incontro Maria Vittoria e il Professore sapranno regalarsi a vicenda il sostegno necessario per affrontare la prossima tappa della vita. Per lei, la conoscenza con il professore, rappresenterà una svolta, un risveglio che le farà riscoprire se stessa, con l’energia e la voglia di rimettersi in gioco, di ripartire. Per lui, l’ultima “allieva” renderà più lieve il suo addio alla vita, il percorso necessario per distaccarsi dall’esistenza quotidiana, prendere commiato da ciò che ama, attraverso le parole dei filosofi che lo hanno accompagnato per un’intera esistenza. Un romanzo commovente che parla di morte come tappa inevitabile della vita, ma che nel farlo ribadisce come la vita vada vissuta tutta, fino alla fine, perché essa sorprende, meraviglia, arricchisce anche nei momenti imprevisti. Un libro ricco di spunti di riflessione e di massime filosofiche Una storia lieve e profonda che tocca le corde più profonde dell’animo, consigliatissimo

  • User Icon

    loredana

    09/08/2019 07:36:15

    Una gradevole sorpresa !

  • User Icon

    Laura

    08/08/2019 07:58:07

    Una lettura da sorseggiare, come una tazzina di caffè

  • User Icon

    Cassiopea75

    28/07/2019 12:42:30

    Libro piacevole da leggere, non folgorante, ma forse terapeutico. L’immedesimazione con i protagonisti rende il lettore partecipe delle loro fragilità, il dolore dei ricordi, la forza delle decisioni importanti per dare un senso alla propria vita. La trama è imbastita con citazioni di Epitteto, Pascal, Leibniz e Spinoza come si conviene ad un’autrice laureata in filosofia, ma il libro ci dice che il loro pensiero accompagna le nostre inconsapevoli vite più spesso di quanto pensiamo. La libreria del Professore è anch’essa protagonista del romanzo: rappresenta ‘concretamete’ il suo pensiero e rispecchia , come il più noto quadro, il mutare della sua condizione. L’immagine del professore ormai cieco, che ha bisogno di essere accompagnato tra i suoi percorsi e le sue parole, è un ottimo espediente letterario, non lascia indifferente il lettore anche grazie all’ironia ‘livornese’ dei personaggi con cui l’autrice condisce i vari avvenimenti. Infine, Livorno e Pisa visti con gli occhi del cuore, una opportunità per rivedere con uno sguardo nuovo paesaggi già noti. Non riuscite ad immaginare di ridere con Schopenhauer... consiglio.

  • User Icon

    Vale

    19/07/2019 20:34:01

    Una bella sorpresa. Bel romanzo.

  • User Icon

    jane

    23/06/2019 18:03:24

    Una giovane un po' sbandata accompagna con affetto e complicità un vecchio professore cieco verso il traguardo della vita, ma il professore, che vede ancora con gli occhi della mente, la aiuta a trovare consapevolezza e fiducia in sé. Un libro leggero e profondo, che fa ridere e piangere, commuove e fa riflettere, pieno di saggezza e di ironia, delicato e pieno di verve, insomma un ossimoro continuo. E la filosofia a far da basso continuo ai due solisti e Livorno a far da cornice con il mare, il vento, l'aria salmastra e le battute dialettali frizzanti.

  • User Icon

    Manuela

    21/06/2019 08:58:31

    Nella casa dell’anziano professor Farnesi, piena di libri, di sole, di vento e di uccelli e gatti in cerca di un rifugio, Maria Vittoria vive un periodo meraviglioso e trova la forza di riprendere in mano la propria vita priva di sbocchi e di soddisfazioni. Grazie ai libri di filosofia del professore, ma soprattutto alle frasi citate a memoria dall’anziano che ha perso la vista, ma non la capacità di “vedere” a fondo nel cuore delle persone, Maria Vittoria riuscirà a guardare oltre le proprie insicurezze. Un romanzo delicato, da consigliare, con una copertina meravigliosa.

  • User Icon

    Karin Frank

    15/06/2019 17:36:54

    Ho appena finito questo meraviglioso libro....non so che dire.....mi ha sconvolta per la sua bellezza.......

  • User Icon

    Pierre2005

    08/06/2019 20:41:37

    Una fine e un nuovo inizio passando per le citazioni di filosofi tra cui Epicuro, Pascal, Spinoza, Epitteto senza rendere la narrazione pesante. Un libro che fa riflettere. Luciano, il professore , Maria Vittoria e tutti i personaggi di questo volume sono ben caratterizzati: sembra di vederli, di conoscerli. Un libro che dispiace abbandonare una volta terminato. Un'autrice esordiente veramente brava!

  • User Icon

    Donatella Renga

    12/05/2019 06:41:02

    Libro delicato e profondo, di quelli a cui si ripensa. Un libro che parla di cambiamento, di crescita, ma anche di accettazione di ciò che non si può cambiare. Un libro che fa capire come la filosofia è nel quotidiano delle nostre vite e ci spinge a riflettere e a vedere ciò che viviamo da nuove prospettive. A tratti commovente, davvero bello!

  • User Icon

    lunastorta

    24/04/2019 23:40:54

    «Dai libri che amiamo è possibile ripartire sempre» è una piccola verità nella quale ho sempre creduto e che il Professore (e Alice Cappagli) mi hanno insegnato in queste pagine, dandomene la prova. Una storia fatta di delicatezza, empatia, complicità, che ha il sapore del caffè e delle patatine fritte, e a volte anche delle zucchine lesse tanto odiate. Tra una citazione di Pascal e una di Epitteto, questo libro ci mostra che è sempre possibile trovare un filo di Arianna che ci conduca all'uscita dal labirinto, anche quando è talmente buio e ci sembra di essere destinati a camminare alla cieca per il resto del tempo.

  • User Icon

    Margie

    23/04/2019 14:19:41

    Ho avuto questo Professore....leggendo rivedo il suo modo di camminare, risento la sua voce, lo vedo nei suoi abiti e nei suoi movimenti....lacrime e gioia....grazie Alice, hai condiviso con noi lettori momenti molto intimi, Il Professore è rimasto dentro di me, uno dei ricordi più belli del liceo (sez. C maturità 1978)

  • User Icon

    Giulia

    13/04/2019 09:48:25

    Ho divorato questo libro in 2 giorni. È delicato come il Professore e luminoso come la sua casa, quasi una poesia. L’idea è semplice, ma trattata in modo originale e il personaggio del Professore tratteggiato alla perfezione come su una tavola da disegno, sembra davvero di "vederlo". Fa piacere sapere che la letteratura italiana può ancora produrre libri come questo. Complimenti all’autrice.

  • User Icon

    coachfabio

    10/04/2019 11:05:29

    Bello, piacevole, ben scritto e con un messaggio interessante. Consigliato.

  • User Icon

    caffè

    27/03/2019 18:28:09

    Un libro da amare per la dolcezza nei confronti dei filosofi che animano la vita Maria Vittoria legge i filosofi al Professore e con lui accoglie le avversità della vita. Leggere fa bene. Grazie ad Alice Cappagli. La attendiamo alla sua prossima prova.

  • User Icon

    antkost

    25/03/2019 18:35:08

    Un libro che farà fortuna. I lettori che amano le belle storie scritte bene, sicuramente terranno d'occhio anche in futuro, questa giovane musicista appassionata di filosofia. Auguri Alice

Vedi tutte le 24 recensioni cliente
  • Alice Cappagli Cover

    Suona il violoncello nell'orchestra del Teatro alla Scala dal 1982. Laureata in filosofia, ha pubblicato nel 2010 per Statale 11 un racconto a tema musicale dal titolo Una grande esecuzione. Per Einaudi ha pubblicato Niente caffè per Spinoza (2019). Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali