Categorie

Tommaso Carbone

Editore: Rusconi Libri
Anno edizione: 2012
Pagine: 240 p. , Rilegato
  • EAN: 9788818028263

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    lauretta

    07/03/2016 12.04.19

    Concordo con le recensioni più recenti...veramente illeggibile

  • User Icon

    saveria

    01/03/2016 13.46.26

    francamente illeggibile, banale

  • User Icon

    marina

    26/02/2016 09.33.01

    Grazie a Dio l'ho comprato usato ad un prezzo irrisorio.....dovrò inevitabilmente abbassare la media di questo libro "giallo" (noir)?....insulso come pochi, forse mi è sfuggito qualcosa, ma il finale quale sarebbe?? ed il segreto della protagonista? mah chiedo lumi a tutti i "recensori" che hanno dato 5!

  • User Icon

    Giuseppe

    05/01/2015 15.25.50

    La scrittur fluida, essenziale, porta il lettore nel cuore della vicenda. Ed è proprio l'immediatezza che seduce, trascinando in una storia dai risvolti inaspettati. Come i dialoghi, botta e risposta, che ricordano tanto lo stile americano, in una sequenza di momenti di tensione, ricchi di personaggi, di chiaroscuri che mescolano verità e inganno, fino alla fine. Quando la luce, illumina traballante il buio della tragedia e dell'apparenza e allora è chiaro a tutti che niente è come sembra.

  • User Icon

    Alessandro

    05/04/2013 09.57.53

    Bel romanzo scritto con un ritmo incalzante, quasi "ritmico". La narrazione della storia e la caratterizzazione dei personaggi è affidata a dialoghi ben costruiti che fanno da filo conduttore. Dalla prima all'ultima pagina è tutto un susseguirsi di colpi di scena e di un crescendo di tensione.

  • User Icon

    Angelo

    28/08/2012 12.58.21

    Un vero noir, come da tempo non se ne leggevano. Diretto, rapido, toccante, duro e crudo, ma anche delicato, dolce e commovente. Una bella sorpresa !

  • User Icon

    Maria Linguiti

    01/07/2012 08.02.00

    Carbone ha scritto un romanzo ricco di tensione e convincente, ben costruito e appassionante, pieno di colpi di scena e svolte inattese.

  • User Icon

    Giovanni A. Monte

    20/06/2012 20.47.00

    Nelle pieghe impensabili di un delitto irrisolto. Si astengano dalla lettura i romantici, sognanti fruitori di ambrosia (che nel ferro spinato di queste righe rischierebbero di incagliarsi), e gli edulcorati cultori della parola (che nelle pagine di Carbone non troverebbero materiale per sottolineatura neanche con l'aiuto di Massimo Ferretti, investigatore privato). Non si fraintenda, il Signore abbia in gloria quel tipo di lettore che qui ci permettiamo di mettere sull'avviso, e garantisca lunga vita a quei nobili prosatori, ma adesso stiamo parlando di un'altra faccenda. Lontano da ogni forma di "bella scrittura", con una lingua umile e "bassa", Carbone ci trascina nel suo vortice noir, grazie alla perfezione di un ordito che si snoda per brevissimi tasselli, ben connessi e incastrati, e facendo un uso giudizioso dello stile: a volte si ha l'impressione che Carbone consideri le parole superflue quasi un crimine, ecco perché, con cura certosina, s'impegna a toglierle di mezzo. Dei criminali vi racconto solo le vicende, il narratore conservi la sua purezza!, sembra dirci Carbone. E questo è tanto vero che mi tocca avvertire ancora una volta il lettore esperto e frequentatore assiduo di Alta Letteratura: finirà per imbattersi in tre o quattro asperità puramente linguistiche che gli faranno storcere il naso. Bah, Carbone ne sorriderà, e spazzerà via i vostri tentennamenti, o scrollate di capo, come polvere dal vestito. Vi costringerà a girare pagina e vi convincerà che aveva ragione lui. (Quale trionfo più grande per un narratore?) E allora gli si perdonano anche quelle coerenti concessioni al genere dell'ultima parte del romanzo, quando i fantasmi di Clint Eastwood e di Starsky e Hutch sembrano emergere dalle pagine, ognuno con qualche cazzotto di troppo. Infine, quando sembra che la storia sia giunta alla sua naturale conclusione, la beffa: chi sono i mandatari dell'ennesima atrocità che Carbone ci racconta nell'epilogo?

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione