Categorie

Chuck Palahniuk

Traduttore: M. Colombo
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: 273 p. , Brossura
  • EAN: 9788804549970

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    KidChino

    25/10/2016 16.11.12

    Senza dubbio al di sotto dei capolavori di questo autore (Soffocare e Fight Club) Ninna Nanna è un libro ad ampio spettro. Il tema toccato da questo romanzo è un tema molto duro. Ma purtroppo anche molto reale. Dietro ad un ipotesi surreale quale la filastrocca in un vecchio libro che potrebbe portare alla morte prematura di un neonato c'è la realtà di chi resta. Di chi resta senza nulla a cui aggrapparsi. Solo al mondo. E con un potere troppo forte. Quello di comandare la morte. Di provare a migliorare il mondo. Ma infine solo di distruggerlo. Un ottimo libro di un ottimo autore. Consigliato.

  • User Icon

    Simone

    14/09/2014 22.52.34

    Niente. Ho scoperto che Palahniuk mi rimane indigesto. Se Fight club l'ho trovato accettabile e Soffocare l'ho trovato carino questo non sono riuscito a sopportarlo.

  • User Icon

    Sarah

    30/09/2013 11.07.13

    Questo romanzo di Palahniuk ha un inizio magistrale, accattivante. La storia del giornalista che detesta il rumore, adoratore del silenzio, che si seppellisce nei dettagli è interessante. Però la seconda parte del libro l'ho trovata meno geniale, mi aspettavo di più...Non è che non sia bella, però è più contorta e meno originale secondo me. Rimane il secondo libro più bello tra i 4 che ho letto!! E non smetterò mai di amare Chuck!

  • User Icon

    Claudio78

    09/10/2012 19.53.23

    Ottimo, tra i migliori libri di Palahniuk. Certo, il mio giudizio potrebbe essere influenzato dal fatto che ne sono molto affezionato, essendo stato il mio primo libro di Palahniuk, ma dopo averlo letto (in due giorni) non sono più riuscito a staccarmi da Palahniuk. La trama è sicuramente il punto forte: uno degli intrecci più riusciti che abbia visto, con tutt'altro che ovvio finale a sorpresa ed uno svolgimento sempre accattivante, senza cali di ritmo. Lo stile inconfondibile dello scrittore statunitense (dark, erotico, comico, splatter) avvolge nella lettura pagina dopo pagina. Inoltre, la scelta migliore di Palahniuk è quella di scrivere libri brevi (150/300 pagine circa), riuscendo a mantenere lo stile senza appesantire, e potendone "sfornare" uno all'anno. Capolavoro.

  • User Icon

    Antonio Dudù

    01/07/2012 03.38.46

    Scrittura ironica e fresca, parole cave in cui i simboli si raccolgono a delineare il pensiero di Palahniuk sulla realtà contemporanea. Attraverso deliziosissime allegorie e coloratissimi personaggi Palahniuk regala un mondo abitato da forti contrasti, sacro-profano, mistico-venale, in cui il buono si reinventa nel cattivo ed il cattivo nel buono, in un gioco continuo di rimandi ad una quotidianità familiare ad ognuno di noi. Naturismo, magia, malavita e collezionismo diventano il bacino all'interno del quale una scrittura ironica e cruda si scioglie regalando una suggestione estetica che si ritrova solo in pochissimi altri autori. Bellissimo.

  • User Icon

    jurgen

    12/03/2012 23.07.48

    Che è Palahniuk lo puoi riconoscere anche se nella copertina non c'è scritto l'autore! A dir la verità mi aspettavo di meglio da questo libro. Inizialmente la storia si fa interessante è piena di mistero, ma continuando a leggere, il tutto diventa così prevedibile e banale. Nel finale l'autore cerca di sorprendere il lettore con un colpo di scena (tipico di Palahniuk), ma fallisce miseramente. Peccato perchè vedendo la media dei voti che questo romanzo ha ricevuto mi aspettavo una qualcosina di più; consiglierei di leggerlo? ma si perchè no, dopotutto ci sono sempre le pillole di saggezza di Palahniuk!

  • User Icon

    Ale_Buttero

    13/09/2011 10.11.50

    Una storia potenzialmente originale ma scritta in maniera confusa, a tratti noiosa e senza pathos, il tutto condito da una caterva di banalità e ovvietà che l'autore (molto "poser" nella sua foto a fine libro) sembra volerci svelare come taglienti considerazioni e sconosciute verità sulla vita, sulla società, sui mass media e quant'altro gli frullava per la testa durante la stesura di questo modestissimo libro.

  • User Icon

    slide116

    01/09/2011 23.08.12

    primo libro letto di questo scrittore (a cui mi sono avvicinato vedendo fight club). Rimane l'impronta contro una società capitalista che credo affiori in molti suoi romanzi. La storia però l'ho trovata un po' troppo "forzata" e dispersiva. Peccato perché ottima l'idea di fondo. Un'occasione persa?

  • User Icon

    Federico

    05/04/2011 10.03.03

    E' il primo libro che leggo di P. Chuck, e - dal momento che apprezzo i romanzi davvero originali - mi sono lasciato attrarre dalla storia veramente intrigante di Ninna nanna, e devo dire che si tratta di un romanzo particolare, scritto da un autore interessante. Lo humor nero caratterizza la storia dei quattro protagonisti, accompagnata da riflessioni tutt'altro che scontate, i quali si trovano coinvolti in una missione che sfocia nel soprannaturale, senza, però, mai cadere nel banale. Mi sa che leggerò altre opere di questo autore, da non sottovalutare.

  • User Icon

    Pellegrino A.

    25/01/2011 18.43.01

    Uno dei più bei libri che abbia letto...La storia è molto avvincente,mai noiosa...Chuck è sempre Chuck!

  • User Icon

    lia

    20/09/2010 18.34.07

    Finale sconvolgente! fantastico!

  • User Icon

    Lucia

    21/06/2010 18.24.21

    Altra prova sopra le righe per Palahniuk, forse stavolta un po' troppo. L'idea di base è buona e non manca niente degli elementi che caratterizzano i romanzi di quest'autore: nè la critica sociale, nè i personaggi strampalati, nè le descrizioni crude e da voltascomaco, nè una buona dose di malinconia, nè tantomeno il finale a sorpresa che non è mai definitivo e lascia intravedere altri sviluppi. Nonstante ciò è meno appasionante di altri,come "Soffocare" o "Fight Club". Si legge comunque bene per gli amanti del genere e soprattutto per gli amanti di quest'autore.

  • User Icon

    sabrina

    14/01/2010 16.55.42

    L'idea è ottima: due persone scoprono l'esistenza di una filastocca antica africana che procura la morte delle persone a cui è narrata. L'inizio del libro è interessante, l' intuizione, la conoscenza delle due persone che hanno fatto il collegamento, il desiderio di porre fine a questa mattanza cercando e bruciando tutti i libri che contengono la filastocca. Lo sviluppo della storia però manca e l'autore cerca di ovviare a questo inserendo frasi volgari e descrivendo situazioni paradossali per arrivare ad una fine caotica. Nulla di avvincente!!

  • User Icon

    Giovanni

    22/10/2009 14.30.39

    L'ho letto dopo tutti gli altri e l'ho trovato molto bello. "Ninna nanna" contiene tutti gli elementi tipici di Palhaniuk, il quale ci racconta una storia fantastica, mettendo in luce gli aspetti peggiori della società contamporanea. La trama è, a mio avviso, molto bella e la tipica dialettica dell'autore rende questo libro davvero reale, nonostante l'alone fantastico su cui poggia il tutto. Notevoli tutti i personaggi, abilmente caratterizzati, ma ampiamente ancorati nela folle vicenda narrata. Alcuni arrivi ad odiarli tanto riescono ad andare oltre l'umana compassione della società,mettendo in luce personalità diverse(Nash e Ostrica), ma ugulmente allucinanti I riferimenti alla nostra disperata realtà sono bellissimi ed ho trovato molto azzeccato il riferimento al rumore, trattato con quel acceno semi-ironico che diverte e fa riflettere allo stesso tempo.

  • User Icon

    ivan

    24/10/2008 20.24.26

    Divertente,scorrevole e ricco i colpi di scena. Palahniuk sa stupire con le sue trovate che spaziano a 360 gradi. Ideale per passare qualche ora di lettura spensierata

  • User Icon

    Trixter

    27/05/2008 12.37.17

    E' il primo romanzo di Palahniuk che leggo e, sinceramente, l'ho trovato piuttosto deludente. Non mi è piaciuto lo stile, originale ma troppo confusionario, e lo sviluppo della trama, poco coinvolgente e tanto fantasioso da scadere nel grottesco. I personaggi non sono caratterizzati a dovere ed il fiume di parole che l'autore getta su carta non riesce ad interessare più di tanto. Nonostante alcune pagine dal sapore filosofico siano decisamente profonde ed accattivanti, giunto al termine del romanzo mi è parso di aver letto un libro sostanzialmente inutile. Insomma, nel pieno rispetto di tutti coloro che hanno apprezzato la lettura di 'Ninna Nanna', mi sento di dare un voto insufficiente ad un libro che non mi ha coinvolto. Magari, a mio modesto avviso, sarebbe meglio che gli editori evitassero, per le prossime edizioni, di definire questo romanzo "un thriller mozzafiato pieno di sorprese e suspence".....

  • User Icon

    Skyler

    07/05/2008 17.24.56

    Ho finalmente finito questo libro. Tra alti e bassi, capitoli bellissimi e altri noiosi, 4/5 il mio voto, perché la storia è bella ma riesci a capirla solo verso la fine, 4 su 5 perché alcuni capitoli sono bellissimi e li consumi subito, 4 su 5 perché alcuni capitoli sono davvero noiosi e lenti, 4 su 5 perché Chuck Palahniuk scrive davvero bene, 4 su 5 perché i capitoli sono come piacciono a me, corti. 4 su 5 perché in fondo mi è piaciuto abbastanza, ma non mi ha colpito in quella maniera particolare come altri libri hanno saputo fare. 4 su 5 perchè è un bel libro. E lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    davide

    18/02/2008 18.07.20

    Se fight club è il vostro film preferito e siete incuriositi da Palahniuk questo non è proprio il tipo di libro che ci si aspetta di leggere.Buona parte del romanzo è solamente riempitiva,non so' se sono tutti così i suoi libri,ma questo di certo non è un capolavoro.

  • User Icon

    ste

    17/01/2008 16.39.40

    Premessa: se ne leggi uno lo trovi bellissimo, strano, geniale e perverso. Se ne leggi due li trovi belli ma simili... se ne leggi tre o quattro ti accorgi che questo non è che sa scrivere in un modo originale, scrive nell'unico modo in cui sa e tutti i libri, tutti i personaggi e spesso anche le situazioni sono uguali. Cionondimeno questo è bellissimo, fight è stupendo e soffocare è il migliore...hasta la victoria siempre!

  • User Icon

    mirko

    07/01/2008 13.00.41

    è tra i libri che preferisco dell' autore sia perche mi interessano le tematiche trattate,ed è stato quindi facile finirlo in poco tempo,sia per le solite trovate geniali e il sano umorismo dell'autore.

Vedi tutte le 35 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione