Editore: Einaudi
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788806187378
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    GdF

    09/06/2015 22:01:43

    Il romanzo più profondo, completo e suggestivo (sì:suggestivo) di Don DeLillo. Il vertice della sua opera, superiore anche a "Rumore Bianco".

  • User Icon

    Giuseppe Russo

    20/09/2012 16:56:34

    Direi che «I nomi» sta all'opera di DeLillo più o meno come «Il pendolo di Foucault» sta a quella di Umberto Eco, ma con risultati migliori. Anche qui si gioca con grande intelligenza e notevole dispendio di conoscenze "colte" sull'insostenibilità del complottismo, ma in più c'è una riflessione eccezionalmente riuscita sulla difficoltà di catturare con le parole le porzioni di realtà interessate dalla trama. La sostanza delle parole contribuisce a modificare la realtà che i personaggi faticano a comprendere e che vorrebbero vedere alterata da qualche cospirazione segreta di cui sperano di essere spettatori. Questo elemento invoca a sua volta il sapere cabalistico della mistica ebraica e quello dell'antica spiritualità babilonese (e infatti il protagonista viaggia lentamente dalla Grecia verso la Mesopotamia come in un Esodo simbolico), finché l'unica via d'uscita dall'incubo diventa la fuga dai propri desideri faustiani di governare la realtà attraverso le parole, il cui peso è troppo insostenibile per degli uomini comuni. Per me, è uno dei vertici raggiunti finora da DeLillo.

  • User Icon

    lucioluc

    03/04/2011 09:14:16

    Effettivamente è un libro difficile e dispersivo eppure anche stavolta DeLillo (il più grande di tutti i nostri contemporanei) ci immerge al centro della modernità tra giochi di potere, multinazionali misteriose, geopolitica e in tutto questo ci ficca con maestria un delitto rituale, una ricerca ancestrale sulla lingua, storie d'amore e solitudine. Si può chiedere di più? Grazie Don che ci riveli il nostro tempo!

  • User Icon

    gaetano75

    02/06/2008 22:49:37

    Se tre lettori su tre (dico tre su tre) danno 1/5 a questo libro indegno, indecoroso, incomprensibile, ignobile, indecente, inconcludente, illeggibile, un motivo pure ci sarà. Voi che ne dite?

  • User Icon

    Luca

    16/05/2008 18:24:39

    Ho acquistato questo libro spinto dalle recensioni che classificano l'Autore come uno dei massimi esponenti della letteratura contemporanea. Non c'è trama, i personaggi sono assurdi o ridicoli ; il protagonista guadagna un mucchio di soldi per non lavorare e poi intraprende un viaggio per trovare non si sa bene cosa. Penso di avere letto molti libri e di essere un lettore nella media, ma questo romanzo è veramente stato difficile da terminare ; o forse sono io che sono ignorante ?

  • User Icon

    lhl

    25/03/2008 09:25:56

    non sono riuscito a finirlo. E mi capita raramente. Non sono riuscito neppure a fare scorrere la trama. Forse perchè la trama non c'è.

  • User Icon

    wallace

    10/04/2006 22:05:25

    prima pagina da antologia, descrizione dell'acropoli folgorante. determinate pagine richiedono rilettura accurata e alla fine dovuta e commovente ginoflessione al Genio. "cosi' tante cose convergono in quel punto, tutto cio' che abbiamo salvato dalla follia: bellezza, dignita', ordine, proporzione". monumentale

  • User Icon

    vanni

    07/01/2004 09:35:44

    Lungo e verboso (non fatevi ingannare dalla scheda, le pagine sono molto di più di 280...), non è tra i migliori libri di Delillo. L'intreccio è diluito in una fiumana di pagine di dialoghi estenuanti ed episodi non funzionali allo svolgimento del romanzo. Con una revisione/ sforbiciata in più, poteva venirne fuori un bel romanzo.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione