Non esistono cose lontane

Elisabetta Rasy

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2014
Pagine: 256 p., Brossura
  • EAN: 9788804640660
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,30

€ 19,00

Risparmi € 5,70 (30%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 10,26

€ 19,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Pat

    13/09/2016 10:35:41

    Sono stata fortunata a pensare a un prestito di biblioteca per questo romanzo.Distrutta da noia e malumore lo restituisco poco prima delle 100 pagine, traguardo massimo per la mia pazienza. Era il primo libro dell'Autrice che prendevo tra le mani,ma, a meno che qualche amica/o di fidato gusto letterario non mi convinca diversamente, sarà anche l'ultimo. Peccato aver perso tempo.

  • User Icon

    eugenio

    31/12/2014 09:49:45

    il libro inizia con una erezione spiata da una finestra aperta. di chi sarà? di chi non sara'? si chiede l'autrice a più riprese durante il libro. alla noia di questo quesito si aggiungono rapporti sessuali compulsivi ripetuti in fotocopia. l'amore presuppone un linguaggio ricco , vario, che viene dall'anima,qui sembra di assistere a un corso di ginnastica: UN DUE, UN DUE Pregio dell'autrice è di conoscere bene Roma o per lo meno certe zone dei dintorni di Via Nazionale che io , amando molto, ho avuto la sensazione di percorrere dalla mia poltrona. Alcuni spunti che potevano essere interessanti- la guerra- la povertà e il silenzio nella casa di Olga, che chiede quindi amore, la giovinezza della madre di Ettore, sono massacrati da uno stile povero. nota piacevole, la scrittrice preferisce Ettore a Ulisse, molte donne non amano Ulisse, il famoso mito di Ulisse. Mi dispiace anche lo sfoggio di cultura musicale, in realtà assai povera dell'autrice, mi è sembrato un voglio e non posso. I personaggi del Girasole , poi, tutti nevrotici, e privi di anima come certi personaggi contemporanei. Raffazzonato l'argomento dei senza documenti, buttato lì perché è giusto parlarne. Ogni tanto, sgomento, guardavo la foto dell'autrice- un foto triste, un viso segnato, stanco, stanco come questo libro, che andrebbe buttato giu' e ricostruito, e riscritto con attenzione e passione, tagliando sudori e misteriose erezioni. Mi dispiace, non è mai bello stroncare un libro.

  • User Icon

    mt

    30/12/2014 11:27:00

    libro serioso probabilmente ben costruito ma senza un minimo di slancio vitale non leggerò più Elisabetta Rasy

  • User Icon

    maria

    29/12/2014 21:10:20

    Adesso ho finito di leggerlo, con molta fatica mi dispiace questo è un libro antipatico e un pò banale Elisabeta Rasy di sesso non dovrebbe parlare, e me ne duole perchè penso che sia una donna sensibile, Ma ne parla in modo tanto ordinario e ripetitivo. speravo meglio, è pieno di luoghi comuni questo libro a cominciare delle descrizioni delle case, dell'abbigliamento dei personaggi, dalle storie dei fotoromanzi e dei rapporti uomo donna sono delusa e un pochino infastidita, è un dejà vu e ahimè revu

  • User Icon

    maria

    23/12/2014 14:28:37

    per gli uomini è sempre la solita introspezione.

  • User Icon

    Massimo F.

    12/12/2014 12:40:52

    Scritto molto bene, con coinvolgimento ed emozione. La solita introspezione, vista e rivista, di un rapporto tra una donna complessa ed un uomo 'impossibile'. Storia non troppo originale, con bei passaggi e con un finale un po' melenso. Comunque più che leggibile.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione