Salvato in 2 liste dei desideri
attualmente non disponibile attualmente non disponibile
Info
Non fare la cosa giusta
14,25 € 15,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+140 punti Effe
-5% 15,00 € 14,25 €
ora non disp. ora non disp.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
14,25 €
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi
Non fare la cosa giusta - Alessandro Berselli - copertina
Chiudi

Prenota e ritira

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino. Scopri il servizio

Chiudi

Riepilogo della prenotazione

Non fare la cosa giusta Alessandro Berselli
€ 15,00
Ritirabile presso:
Inserisci i dati

Importante
  • La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
  • Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l’elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio Ufirst.
  • Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l’articolo verrà rimesso in vendita)
  • Al momento dell’acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio.
Chiudi

Grazie!
Richiesta inoltrata al negozio

Chiudi

Descrizione


Claudio Roveri è un informatore medico scientifico. Conduce una vita di apparenze. Apparentemente è un professionista affermato, ha una famiglia felice, nessun motivo, per non sentirsi soddisfatto, in realtà le cose non vanno così bene. Roveri cova il disagio. Odia Bologna, che è diventata una città così diversa da come se la ricordava. Negri, punkabbestia e zingari ai semafori, e quella sensazione di degrado che ha ogni volta che cammina per il centro. Roveri odia, ma non fa nulla. Si rifugia nella famiglia, negli amici di sempre, nel lavoro. Fino a quando reagisce, assecondando la sua vera natura. Una sera durante un rapporto sessuale con una giovane dottoressa conosciuta per lavoro, sente suonare il cellualre, ma non risponde. A chiamare è sua figlia, in cerca di aiuto. La vita di Claudio Roveri, da quel momento in poi, cambierà una volta per sempre.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2010
28 luglio 2010
240 p.
9788883725029

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(4)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(1)
1
(0)
WHY
Recensioni: 2/5

Pensavo di leggere un giallo, lo definirei invece più un "drammatico". Scritto sicuramente bene, ma non vedi l'ora di finirlo per uscire da questo incubo di negatività e pazzia. Sviluppato soprattutto dentro i ragionamenti del protagonista, l'azione non fa da padrona.

Leggi di più Leggi di meno
Non fare la cosa giusta
Recensioni: 4/5

Ho conosciuto l'autore a Suzzara per il Nebbia Gialla Festival e l'ho sentito descrivere quest'opera ma soprattutto il suo protagonista e la prima domanda che mi è venuta di chiedergli è la seguente: "Roveri, il protagonista, è più sadico o masochista?" e Berselli con un sorriso un po' malinconico mi ha risposto: "Un po' tutti e due." Questa è la storia della discesa verso l'inferno di una persona, Claudio Roveri appunto, che annoiato, stanco, deluso, vende la sua anima al diavolo, per così dire, svincolandosi da ogni catena o impedimento psicologico e morale. Tradisce la moglie, perde una figlia e si autodistrugge fisicamente e moralmente. Tutta l' opera è pervasa da un senso di malinconia ed anche quando il protagonista si rende autore di atti efferatissimi e che alzano il ritmo della trama, non si è mai sazi abbastanza del male con la M maiuscola. Forse anche il lettore vorrebbe svincolarsi dai suoi impedimenti e scatenarsi entrando in empatia con Claudio Roveri. Lo stile di scrittura è caratterizzato da brevi frasi e da svariate descrizioni, soprattutto introspettive dei personaggi, che rendono il libro scorrevole e leggero alla lettura. Nel complesso "Non fare la cosa giusta" mi induce a suggerirvi: "acquistatelo e farete la cosa giusta". Buona lettura a tutti e complimenti ad Alessandro Berselli, giovane scrittore italiano che va valorizzato con un marchio DOCG. Buona lettura a tutti. Syd

Leggi di più Leggi di meno
Ivo Ginevra
Recensioni: 5/5

E' un vero noir senza via di scampo e che vorrei vederlo vincitore di quei famosi premi letterari dove autorevoli tromboni scrittori dispensano la loro saggezza infinocchiando libri difficili, a volte scritti male e che non lasciano nulla dentro se non quelle solite scontate riflessioni. Berselli racconta la crisi dell'uomo contemporaneo e lo fa senza particolari paroloni con una storia ben scritta, semplice e nera, con misura, originalità e soprattutto affidandosi a una prosa dal ritmo crescente fino al punto da farsi leggere senza soste. Nel romanzo le effimere certezze di uno stimato e benestante professionista quarantenne si sono trasformate in palliative menzogne e inadeguate finzioni non più in grado di trattenere i freni inibitori dell'uomo oramai deciso a scendere nell'abisso. Consigliato.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(2)
4
(1)
3
(0)
2
(1)
1
(0)

Conosci l'autore

Alessandro Berselli

1965, Bologna

Scrittore italiano. Docente di tecniche della narrazione, inizia la sua attività negli anni novanta, collaborando con le riviste Comix e L’apodittico e il sito di satira on line Giuda.Dal 2003 inizia una carriera parallela come romanziere noir.Oltre alle raccolte di racconti Storie d’amore di morte e di follia (Arpanet, 2005) e Anni zero (Arpanet, 2012), nella sua bibliografia troviamo i romanzi Io non sono come voi (Pendragon, 2007), Cattivo (Perdisa Pop, 2009), Non fare la cosa giusta (Perdisa Pop, 2010) e Il metodo Crudele (Pendragon, 2013), che sancisce il suo ritorno all’umorismo caustico e corrosivo degli esordi.Ha pubblicato inoltre le short stories Commando sette (2007) sul quotidiano La Repubblica, Drowned (2008) su Il resto del Carlino, I don’t like...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore