Categorie

Sara Rattaro

Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2013
Pagine: 222 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811684428

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lory

    24/11/2015 23.17.22

    Ho conosciuto la Rattaro con questo romanzo. Scrittura scorrevole e leggera nonostante l'intensità del tema affrontato!il finale mi è piaciuto..mi ha fatto cambiare l'idea che mi ero fatta su quel padre egoista e lussurioso che mi suscitava davvero tanta rabbia!Matteo è un personaggio adorabile!lo consiglio perché è un libro che fa riflettere e che può essere uno stimolo per chi ancora pensa che una diversità sia un handicap...l'amore non conosce differenze né disagi, è amore punto e basta!

  • User Icon

    Evy

    13/08/2015 14.09.25

    Questo libro mi ha colpito perché conosco di persona la realtà dell'essere sordi essendo io sorda, però tratta ben poco del problema e l'argomento principale è un altro. Nonostante ciò mi è piaciuto

  • User Icon

    dani70

    09/08/2015 10.02.25

    Incredibile come l'autrice sia riuscita a raccontare magnificamente la storia dal punto di vista maschile....Bellissimo! Mi sono affezionata a tutti i personaggi, sono entrata nella storia e mi sono complimentata con tutti loro!

  • User Icon

    Marta80

    03/06/2015 21.18.52

    E' una voce maschile a narrare questa storia coinvolgente e ben scritta, ma a mio avviso non ci sono personaggi secondari, hanno tutti un ruolo cruciale nella vicenda. Romanzo dopo romanzo Sara Rattaro sta diventando una delle mie autrici preferite. Consiglio di leggerlo!

  • User Icon

    Cristina

    28/05/2015 13.03.41

    "L'amore è sempre una scelta". Soprattutto se devi "sacrificare un pezzo per salvare la partita intera". La storia ben scritta di cui avevo proprio bisogno in questo periodo! Grazie!

  • User Icon

    Donatella

    13/05/2015 11.52.24

    Davvero un bel libro. Mi ha preso sia di testa che di cuore. Matteo mi ha dato tante belle emozioni.

  • User Icon

    emme

    28/02/2015 18.52.13

    Riassunto: telenovela con sullo sfondo il tema sociale di un disagio. Inverosimile, molto molto inverosimile. Scrittura come al solito scorrevole e stile piacevole ma anche libro molto rosa e deludente.

  • User Icon

    anna

    20/12/2014 22.23.43

    il libro più bello che ho letto quest'anno...

  • User Icon

    Gloria

    02/12/2014 21.27.33

    Un libro in grado di far battere il cuore, di far emozionare, di far amare, odiare, arrabbiare insieme ai protagonisti, ma anche un libro in grado di rendere con una delicatezza estrema una tematica difficile come la disabilità e l'impatto che questa ha sui legami famigliari. La storia di un bambino speciale capace di insegnare al mondo che " per essere straordinari non è necessario essere perfetti". La storia dell'amore che si sceglie, che resiste a tutto, al tradimento, all'evasione, al desiderio di fuggire dalle proprie responsabilità in cerca di una vita più semplice, ma non per questo migliore. La storia di una donna, di una madre, che rimarrà per sempre un esempio da seguire. Brava Sara! Forse avrei approfondito maggiormente il punto di vista di Matteo e di Alice e la tematica della diversità, ma in ogni caso, credo che lo stile della Rattaro sia inimitabile.

  • User Icon

    ant

    01/10/2014 08.16.05

    Un libro molto toccante, al centro della narrazione...l'amore!!L'amore coniugale, gli amori di gioventù, l'amore x la famiglia, l'amore dei genitori nei confronti di un figlio con difficoltà e, la parte che mi ha toccato di più e che trovo la più delicata e emozionante del libro: l'amore di una sorella maggiore verso un fratello con un handicap.L'io narrante è Alberto, manager affermato con carriera avviata, marito di Sandra donna decisa, che x accudire il figlio Matteo, con problemi di udito, ha lasciato il lavoro di traduttrice e poi c'è Alice altra figlia della coppia di cui sopra.Alberto x caso incontra x strada una vecchia fiamma di gioventù, Camilla, il cuore ha un sussulto,i due si rivedono e si rivedono ancora, inizia una relazione clandestina. Alberto riesce ad ottemperare tutti i suoi compiti di professionista e padre perfetto, porta regolarmente Alice a tennis, Matteo dalla logopedista, con Sandra è galante e gentile, idem sul lavoro. Un giorno però, uscendo dal posto in cui si era rifugiato con Camilla e in atteggiamenti intimi con quest'ultima, incontra Alice.La bomba è scoppiata , da questo momento in poi l'autrice è bravissima a tracciare un quadro psicologico e comportamentale perfetto di tutti i componenti della famiglia. Il libro risulta scorrevole e appassionante perché non c'è nessun giudizio morale sulle parti, sarà il lettore a scegliere da che parte schierarsi. Quello che mi ha più colpito, e l'ho scritto all'inizio della recensione, è il legame tra il ragazzino sordo e sua sorella e grazie a questa unione d'intenti e a questa fiducia che poi Matteo raggiungerà soddisfazioni notevoli da un punto di vista personale, diverrà un campione di scacchi.Concludo estrapolando un passaggio in cui Alberto parla dei suoi figli:"è stata Alice a spingerci a imparare la lingua dei segni. C'iscrivemmo al corso tutti e 4. Ora in casa usiamo entrambi i sistemi, scandiamo le parole e le ripetiamo con i gesti. Aveva ragione. Matteo ora ha una possibilità in più"

  • User Icon

    Carla

    22/07/2014 18.28.17

    Bellissimo!

  • User Icon

    Cristina

    23/06/2014 17.09.08

    bello. profondo. forse a tratti un po' inverosimile, ma lei è una grande, adoro il suo modo di scrivere.

  • User Icon

    Dina

    17/06/2014 21.51.13

    L'ho letto tutto d'un fiato. Era tanto che non mi facevo coinvogere così da una storia. È stato un viaggio intenso e pieno di insegnamenti. Gli darei almeno dieci stelle! Dina

  • User Icon

    Pamela

    17/06/2014 21.43.45

    È uno dei più bei libri che abbia mai letto! Storia coinvolgente, commuovente e umana! Per me è un capolavoro! Brava Sara Rattaro!

  • User Icon

    silvia

    13/06/2014 15.41.22

    E' il secondo romanzo di quest'autrice che leggo e come per il primo mi rendo conto che è proprio lo stile di Sara Rattaro ad essere il protagonista di questa storia. La prima parte è bellissima, coinvolgente, appassionante e raccontata meravigliosamente..poi devo ammettere che la parte centrale è un pò piatta e pur riprendendosi nel finale rimangono alcuni eventi un pò surreali , che mi hanno distaccato da quel filo che stavo seguendo con tanta passione. In ogni caso consiglio.

  • User Icon

    Donatella

    13/04/2014 22.14.22

    Libro meraviglioso. Lettura scorrevole anche se tratta argomenti molto spinosi . A tratti commuovente. Lo consiglio senz'altro.brava sara

  • User Icon

    tonico

    28/03/2014 13.57.59

    Libro edificante ed immerso nella realtà quotidiana,nonostante gli sbandamenti e la difficoltà, sarà la famiglia a imporsi e a vincere, mentre volenti o nolenti i comprimari, che rischiavano di falsarne l'equilibrio, hanno dovuto allontanarsi e andarsene per la loro strada. E sarà proprio Matteo, il falso anello debole, che, dopo aver contribuito a riunirla, riuscirà a rafforzarne la solidità con la sua passione per gli scacchi, la sua bravura e la sua straordinaria vittoria. Questo è il messaggio che ti lascia.

  • User Icon

    Ylenia

    08/03/2014 12.17.14

    Un libro estremamente delicato, che affronta due temi importanti quali la malattia di un bambino e le difficoltà di una famiglia messa duramente alla prova dalla vita, con un linguggio che infonde speranza e serenità, facendoci capire che, al di là di una vicenda a tratti troppo romanzata, esiste sempre una luce in fondo al tunnel. Letto in un pomeriggio tra sospiri, sorrisi e qualche lacrima.

  • User Icon

    mario bertolinis

    19/02/2014 17.11.06

    Libro bellissimo , complimenti, ottima scrittura,leggendolo ho provato la stessa emozione di quando ragazzino ho letto lettera ad un bambino mai nato.

  • User Icon

    Gianluca

    04/02/2014 11.14.39

    Un romanzo meraviglioso, coinvolgente, che una volta aperto non riesci piu' a lasciare fino a quando non l'hai finito, da bere tutto d'un fiato. Una storia emozionante. La storia di una famiglia alle prese con le enormi difficolta' di un handicap, che si perde quasi per sempre per poi ritrovarsi. Un racconto sulla fragilita' dell'animo umano, costantemente in bilico tra le certezze della quotidianita' borghese che ci da certezze e quel costante fremito ansioso dell'essere che ci spinge verso scelte irrazionali che, seppur rischiose, ci restituiscono l'ebbrezza di essere vivi. Un romanzo scritto con delicatezza, quasi in punta di piedi, eppure a tratti travolgente, che ti trasporta proprio li', al centro della storia, insoeme ai suoi personaggi. Davvero un bellissimo libro ed una graditissima scoperta.

Vedi tutte le 64 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione