Novelle postume - Federigo Tozzi - copertina

Novelle postume

Federigo Tozzi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Curatore: M. Tortora
Editore: Pacini Editore
Anno edizione: 2009
In commercio dal: 10 marzo 2008
Pagine: 2 voll., 736 p., Brossura
  • EAN: 9788877819789

€ 40,80

€ 42,90
(-5%)

Venduto e spedito da Multiservices

Solo una copia disponibile

spedizione gratuita

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La produzione novellistica è forse il capolavoro maggiore di Federigo Tozzi. Questo volume riproduce in edizione critica i testi dei 59 racconti non pubblicati dall'autore, e si inserisce all'interno di un più vasto progetto che prevede a breve anche l'edizione di "Giovani", l'unica raccolta licenziata da Tozzi, e delle novelle pubblicate solo su rivista. Tutti i racconti sono pubblicati in una versione filologicamente corretta, ricostruita sulla base dei manoscritti e dei dattiloscritti, e corredata da una fascia di apparato a piè di pagina, in cui sono indicate le varianti, e viene ripercorso il processo correttorio che ha condotto alla lezione definitiva. In un cappello introduttivo, inoltre, di ogni novella si fornisce al lettore un'esatta descrizione dei testimoni, la vicenda redazionale, un'attendibile (e quando possibile certa) datazione e la fortuna editoriale.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Federigo Tozzi Cover

    Per lungo tempo rimasto nell'oblio, Federigo Tozzi è stato rivalutato solo molti anni dopo la sua scomparsa e oggi è considerato uno dei più importanti narratori italiani del Novecento.Nacque da una famiglia di contadini, ma rimase orfano di madre all'età di dieci anni; iscritto al ginnasio arcivescovile della città, non sembrò portato per gli studi, tanto che fu ritirato per essere successivamente iscritto all’Istituto di Belle arti. Espulso per cattiva condotta, passò alle scuole tecniche. Pur studiando in modo saltuario e molto disordinato, sviluppò un grande amore per la lettura cominciando a frequentare la biblioteca comunale di Siena, dove formò una cultura influenzata dalla moderna psicologia. Nel 1902, essendo ancora... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali