Nuages (180 gr.)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Django Reinhardt
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Jazz Images
Data di pubblicazione: 17 febbraio 2017
  • EAN: 8437016248195
Salvato in 1 lista dei desideri
Il fotografo francese Jean-Pierre Leloir (1931-2010) ha catturato alcune delle immagini più iconiche della vita del jazz in Francia durante gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta. Questa collezione, in edizione limitata, raccoglie alcuni dei migliori album della storia del jazz arricchiti dalle splendide e inedite fotografie di Leloir che ne ritraggono i rispettivi autori. Questo album è tra le ultime registrazioni del grande Django Reinhardt. Poco dopo avere registrato queste sessioni, Reinhardt morì improvvisamente il 16 maggio 1953, all'età di 43. La sessione in quartetto fu realizzata dalla società francese Blue Star, ma ha prodotto dall'altra parte dell'oceano da Norman Granz, che la pubblicò negli Stati Uniti per la sua etichetta Clef. Doveva essere l'inizio di un’intensa collaborazione tra Django e Granz, che, purtroppo, non sarebbe mai iniziata. La formazione in quartetto con un pianoforte, così come l'uso di una chitarra amplificata elettricamente, dà a queste ultime sessioni un suono più intimo e moderno.
Disco 1
1
Night And Day
2
Blues For Ike
3
Nuages
4
Insensiblement
5
Le Soir
6
Chez Moi
7
Brazil
8
September Song
9
Confessin'(That I Love You)
10
Manoir De Mes Reves
11
I Cover The Waterfront
12
Deccaphonie
  • Django Reinhardt Cover

    Propr. Jean-Baptiste Reinhardt. Chitarrista belga di origine tzigana. Originalissimo solista di jazz, realizzò una perfetta fusione del linguaggio musicale tzigano con quello dello Swing, inventando una nuova tecnica per lo strumento, impostagli dalla semiparalisi di una mano riportata in seguito a un incendio, nel 1948, nella carovana della sua famiglia. La sua fama è legata alle incisioni, a partire dal 1934, con il Quintette du Hot Club de France formato con il violinista Stéphane Grappelli. Incise in Europa con musicisti americani (Benny Carter, Coleman Hawk­ins, Dicky Wells) e suonò nel 1946, negli Stati Uniti, con l'orchestra di Duke Ellington. Nel dopoguerra fu in parte influenzato dal bop. Anche suo figlio babik (Parigi 1944) è chitarrista vicino ai moduli del jazz. Approfondisci
Note legali