Categorie

Joris Luyendijk

Traduttore: E. Benghi
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2016
Pagine: 237 p. , Brossura

4 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Economia e diritto - Finanza e contabilità - Finanza - Credito e istituti di credito

  • EAN: 9788806230869

Indice

Introduzione

I. Dietro il muro di silenzio
II. Il pianeta Finanza e la crisi
III. Diventare nativi
IV. Il denaro altrui
V. Quando arriva la telefonata
VI. Ciascuno per sé
VII. Isole nella nebbia
VIII. Ma le buone notizie?
IX. Godverdomme
X. I «padroni dell'universo»
XI. Vivere nella bolla
XII. «Nessuno ama i profeti di sventure»
XIII. La cabina di pilotaggio vuota

Metodologia
Ringraziamenti
Indice analitico




Un brano dell’intervista di Raffaele Oriani su Venerdì di Repubblica

La sua ricognizione nella City tratteggia un quadro piuttosto inquietante. Qual è l'aspetto che dovrebbe preoccuparci di più?
«L'assenza di controllo. Il sistema finanziario può sembrare efficiente come un aeroporto o compatto come un esercito, ma la verità è che è un arcipelago di isole avvolte nella nebbia. Nessuno sa veramente cosa stia succedendo, finché, come accadde nel 2008, un'isola non esplode travolgendo tutte le altre. Perché il secondo dato allarmante è l'assoluta interconnessione globale: tutte le banche in realtà sono un'unica immensa banca.»

Secondo lei cosa dovrebbe cambiare?
«Abbiamo bisogno di più leggi e meno regole. Prenda i conflitti d'interesse delle banche d'investimento: alla fine degli anni Novanta la sovrapposizione tra chi quotava la società e chi ne acquistava i titoli alimentò la bolla delle dot.com portando a un crac di cinquemila miliardi di dollari. Invece di intervenire separando nettamente le due attività, si sono escogitate regole del tipo: in ascensore è vietato parlare di lavoro tra colleghi che svolgono funzioni diverse.»