Opere per violoncello e pianoforte - SuperAudio CD ibrido di Felix Mendelssohn-Bartholdy,Fanny Mendelssohn-Hensel,Johannes Moser,Alasdair Beatson

Opere per violoncello e pianoforte

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: SuperAudio CD ibrido
Numero supporti: 1
Etichetta: Pentatone
  • EAN: 0827949078163

€ 19,90

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 19,90 €)

Hybrid SuperAudio CD Edition
Il violoncellista Johannes Moser e il fortista Alasdair Beatson presentano un coinvolgente ritratto della famiglia Mendelssohn con brani scritti dai fratelli Felix e Fanny perfettamente inquadrati nella tradizione ottocentesca della musica domestica, musica che ogni domenica riecheggiava nella casa berlinese dei Mendelssohn. Musica di eccezionale livello che dimostra appieno il talento dei due fratelli e fa pensare a quanto abbiamo perso a causa delle convenzioni sociali dell’epoca che costrinsero Fanny a limitare le sue attività musicali ai salotti privati. Alasdair Beatson, al suo debutto su Pentatone, suona un fortepiano Érard del 1837, identico allo strumento appartenuto ai Mendelssohn.
I Mendelssohn sono una presenza costante nella mia vita. Da bambino sentivo mia madre cantare la Sinfonia Lobgesang e conoscevo la musica di Fanny. Da adolescente suonai il suo quartetto per pianoforte nella mia prima esperienza cameristica, il trio di pianoforte di Felix e lo Scherzo da Il Sogno di una notte di mezza estate. Le porte di questa musica mi si sono però spalancate nel corso di questa registrazione grazie al meraviglioso suono di Alasdair Beatson su un Érard del 1837, simile allo strumento posseduto dai Mendelssohns che hanno composto la loro musica con questo suono nelle orecchie.” - Johannes Moser
  • Felix Mendelssohn Bartholdy Cover

    Compositore tedesco. Le vicende biografiche. Di famiglia colta e agiata, visse a Berlino dal 1811, ricevendo un'accuratissima educazione letteraria e musicale e rivelando doti di fanciullo prodigio. Da C.F. Zelter, suo maestro e direttore della Singakademie, apprese ben presto ad amare Bach e i classici della musica sacra. Nel 1821 divenne amico del vecchio Goethe; conobbe Weber e nel 1825, durante un viaggio a Parigi, Meyerbeer e Cherubini. Dal 1827 al '29 frequentò l'università di Berlino e nel 1829 esordì come direttore riesumando la Passione secondo Matteo; l'esecuzione segnò l'inizio della rivalutazione di Bach, allora quasi dimenticato. Nello stesso anno compì un viaggio in Inghilterra e Scozia, nel 1830 in Italia (Venezia, Firenze, Roma, Napoli), ricevendone profonde impressioni. Nel... Approfondisci
  • Fanny Mendelssohn Hensel Cover

    Propr. Cäcilie Mendelssohn-Bartholdy. Pianista e compositrice tedesca. Sorella del celebre compositore Felix J.L. e moglie (1829) del pittore berlinese Wilhelm Hensel, ricevette una squisita educazione musicale (in pianoforte da L. Berger, in composizione da C.F. Zelter); frequentò le lezioni universitarie di A. von Humboldt e quelle di fisica sperimentale di Holtei. Nel 1842, dopo la morte della madre, divenne l'animatrice dei «Concerti della domenica» nella sua casa berlinese. Fu autrice di molti Lieder, musica strumentale, cantate, oratori e scene drammatiche, rimaste in gran parte manoscritte per la resistenza del padre e soprattutto del fratello a riconoscerle il diritto a una carriera pubblica di compositrice. Sei dei suoi Lieder furono pubblicati sotto il nome del fratello nelle opp.... Approfondisci
Note legali