-15%
Opus dei segreta - Ferruccio Pinotti - copertina

Opus dei segreta

Ferruccio Pinotti

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Collana: Futuropassato
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
In commercio dal: 15 novembre 2006
Pagine: 472 p., Brossura
  • EAN: 9788817012256
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 10,12

€ 11,90
(-15%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Opus dei segreta

Ferruccio Pinotti

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Opus dei segreta

Ferruccio Pinotti

€ 11,90

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Opus dei segreta

Ferruccio Pinotti

€ 11,90

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 6,43

€ 11,90

Punti Premium: 6

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

85.000 membri in tutto il mondo. Una penetrazione sempre più forte negli ambienti della finanza e della politica. Un'influenza decisiva sulle posizioni del Vaticano. Una pratica di vita fatta di rinunce, penitenza, autoflagellazione. È l'Opus Dei, misteriosa come una setta e al centro dei più clamorosi scandali finanziari internazionali: il caso Calvi-Ambrosiano, il caso Ruiz Mateos in Spagna, il crac Parmalat, la recente vicenda di Bancopoli e in particolare i legami dell'Opus con il cattolicissimo Antonio Fazio. L'inchiesta di Ferruccio Pinotti sfonda un muro invisibile. Racconta cosa è l'Opus Dei, com'è nata, come ha conquistato il Vaticano: la nomina papale di Joseph Ratzinger è stata resa possibile, come rivelano alcuni recentissimi scoop, da una vera e propria "campagna elettorale" imbastita dai cardinali vicini all'Opus Dei. E non solo il Vaticano. L'Opus Dei ha amicizie e simpatizzanti praticamente ovunque. Massimo D'Alema era presente alla cerimonia di santificazione di Escrivá De Balaguer, il fondatore dell'Opus, celebratasi nel 2002. Francesco Rutelli e Cesare Salvi erano in prima fila ai festeggiamenti per il centenario della nascita di Escrivá. L'amicizia tra Silvio Berlusconi e Marcello Dell'Utri nasce proprio grazie all'Opus Dei. Una trasversalità politica inquietante. Una camera oscura fatta di ombre e di segreti, che in questo libro si cerca di svelare, alla luce anche della testimonianza diretta di alcuni ex appartenenti all'Opus.
3,15
di 5
Totale 97
5
43
4
5
3
9
2
4
1
36
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Tito Allegri

    03/06/2013 13:01:27

    Se ce ne fosse la possibilità, darei -1 a questo romanzo, che purtroppo strumentalizza alcune esperienze negative per gettare cattiva luce su un'istituzione benemerita e dedita soltanto alla santificazione dei suoi fedeli, cooperatori e amici e all'apostolato cattolico. Chi ama veramente la libertà personale e la capacità di autodeterminarsi verso il bene dovrebbe orientarsi verso altre letture.

  • User Icon

    diego

    08/05/2013 14:59:52

    Se ce ne fosse la possibilità, darei un bel 6! Un libro difficile per le emozioni che scatena, scritto e documentato in maniera impeccabile da un grande autore. Dovrebbe essere letto da tutti, soprattutto da chi priva l'essere umano della sua libertà di pensare, di agire e anche di sbagliare secondo ciò che egli stesso è e non perché altri lo costringono.

  • User Icon

    Bruno Pistis

    14/11/2012 17:50:27

    Il libro non rende giustizia all'Opera, che è una realtà gioiosa e cristallina.

  • User Icon

    Mario Giacompolli

    07/11/2012 21:27:33

    Sto leggendo il libro, e non mi meraviglia ciò che vi trovo. Anni fa un prete di Milano mi disse che avendo pregato, dopo l'elevazione, in "unione con tutte le tue Chiese", un tale (poi ne ho conosciuto nome e cognome, era dell'opusdei) si era presentato dopo la messa, arrabbiatissimo perché il celebrante non aveva usato la frase consueta: "in unione con la tua Chiesa", avvertendolo che sarebbe andato in curia a denunciarlo. All'opusdei non interessa che sia necessario riparare un torto fatto a Gesù stesso, che in punto di morte pregò il Padre perché fossimo, noi, i suoi seguaci, una cosa sola. Scismi che hanno deturpato il volto della Chiesa, causati in massima parte dalla pretesa della gerarchia cattolica di gestire con potere assoluto la comunità dei fedeli, trasformandoli in tanti soldatini obbedienti, al punto che, ora che il potere di controllo sulle coscienze è diminuito, i fedeli se ne vanno. Ho provato a leggere il CODEX IURIS PARTICULARIS OPERIS DEI e vi assicuro che, alla fine, il ricorso continuo e ossessivo all'introspezione e alla ricerca della perfezione imposta mi ha causato un malessere indicibile. A chi entra nell'opusdei gli lavano il cervello, tant'è che a Pamplona esisteva (e forse ancora esiste) una "casa di riposo" per chi sta scoppiando, in realtà una clinica psichiatrica dove si viaggia a psicofarmaci. E i numerosi suicidi? Poi c'è l'amicizia dei loro gerarchi con despoti e dittatori, la gestione quantomeno oscura del molto denaro che circola, che nessuno sa dove va a finire. La potenza economica dell'opusdei è scandalosa per chi dice di seguire le orme di Cristo. Come fanno a parlare di Gesù che disse al giovane ricco: "Prima vai, disfati del tuo potere, poi vieni e seguimi", loro che col potere hanno trescato fin dall'inizio? Poi certamente esistono brave persone anche lì, non ho motivo di dubitarlo, ma è perlomeno indubbia l'esistenza di una organizzazione di vertice tutt'altro che esemplare.

  • User Icon

    Aurelio

    01/08/2012 09:03:14

    Non è una fonte attendibile per conoscere l'Opus Dei.

  • User Icon

    alessio

    10/07/2012 15:16:27

    l'opus dei è colpevole anche nel calcioscommesse e nella retrocessione della juvesntus nel 2006! per non parlare del gol fantasma di muntari!

  • User Icon

    Sergio Antonio

    04/06/2012 13:29:33

    Il libro di Pinotti è da considerare inattendibile, negativo, davvero ingeneroso verso un'istituzione dedita al bene e tante persone che vi operano con abnegazione.

  • User Icon

    casperx

    22/05/2012 11:27:19

    Opus Dei, CL ... quel che è scritto nel libro è ancora poco. Sfruttano tante povere persone a cui è stato fatto il lavaggio del cervello a puro fine di potere e di aumento dei patrimoni di poche persone. Lo so. Li conosco molto da vicino.

  • User Icon

    Adriano Cantini

    16/06/2011 17:32:37

    Un libro estremamente noioso, oltre che inattendibile per l'unilateralità delle fonti e dei giudizi. L'Opus Dei ne esce intatta nel suo splendore spirituale e nella sua efficacia apostolica. Non stupisce che chi decide seriamente di dedicarsi a Dio subisca attacchi pesanti. Vale anche per altre realtà benemerite come Comunione e Liberazione.

  • User Icon

    Luca

    05/06/2011 15:06:35

    Libro molto interessante per chi non conosce nulla sull'Opus Dei, ci si rende conto che tantissime persone sono "raggirate" in un angoscioso bigottismo dettato dall'Opera, i sensi di colpa per non amare un Dio che ci vuole frustrati e robotici. In alcuni punti il libro è un pò ripetitivo ma passate le 200 pagine ritorna a scivolare giù con molto interesse.Molti documenti che testimoniano questo mondo oscuro per certi versi (soprattutto quelli finanziari) e che ricorda un'altra catena della Chiesa: la Compagnia delle Opere e Comunione e Liberazione, tutto in nome di Dio.

  • User Icon

    Angelo Pistis

    20/07/2010 15:11:53

    Dell'Opus Dei si sa ormai tutto: nessun segreto è mai esistito, intendiamoci, ma adesso le pubblicazioni disponibili sono talmente numerose che chi voglia ancora parlare di misteri si coprirebbe solo di ridicolo. Il libro pesca nel torbido, un genere letterario non particolarmente appetibile. DA LASCIARE SULLO SCAFFALE

  • User Icon

    Fabrizio

    14/06/2010 18:01:40

    Si sa poco dell'Opus Dei e questo perché è, di fatto, LA società segreta/setta della Chiesa Cattolica, totalmente indipendente e che risponde solo al Papa. Già solo queste verità fanno accapponare la pelle (soprattutto ad un cattolico praticante come il sottoscritto). E il fatto che ci siano online circa 500 testimonianze di ex numerari o soprannumerari (appartenenti laici o sposati all'OD) fa riflettere... Pinotti produce un'antologia di alcune di queste testimonianze in modo asciutto e corretto (Uniche pecche: assenza di un contraddittorio e eccessiva lunghezza del libro, talvolta pesante e ripetitivo). DA LEGGERE

  • User Icon

    Italo Sgrò

    14/01/2010 16:29:12

    Un libro che unilateralizza esperienze individuali poco significative. La realtà dell'Opera è luminosa, allegra, propositiva. La libertà personale è predicata, stimolata e vissuta. Chi viene a contatto con l'Opera cresce in virtù e nell'amore a Dio e alla Chiesa. Nessuna possibilità di menomare la personalità dei singoli, al contrario questa viene portata al massimo delle sue possibilità.

  • User Icon

    Leo Gali

    04/01/2010 12:26:26

    Scorgo un certo isterismo nei messaggi di quanti giudicano negativamente questo libro, troppo coinvolti? Lo avranno letto? Personalmente ho trovato il libro interessante, con un certo distacco dico che bisognerebbe indagare maggiormente su alcune pratiche dell'Opera, quali il coinvolgimento dei minori, la gestione del denaro, la vicenda del testamento, il controllo psicologico. Ne consiglio la lettura.

  • User Icon

    Massimo

    26/10/2009 10:25:28

    Perchè scrivere libri come questo? L'Opus Dei è una piccola realtà apostolica, dove la libertà è proposta, coltivata e amata come condizione indispensabile per la crescita individuale. Quello che non si può chiedere all'Opera è di sminuire il messaggio che Dio gli ha affidato e le esigenze a esso riconnesse, ma ognuno è libero di servirsi altrove, se preferisce.

  • User Icon

    Alessio

    17/10/2009 00:11:51

    Non ho letto il libro integralmente, solo lunghi brani, ma sento fortemente il bisogno di consigliarlo. Le bocche da fuoco schierate in questa piccola pagina web contro l'autore e il bisogno di mettere sotto silenzio le tante esperienze negative raccolte da Pinotti, dovrebbero spingere chiunque abbia a cuore la libertà di pensiero a comprare questo libro. Personalmente non ho mai fatto parte dell'Opus Dei, ma mi è capitato sul posto di lavoro di entrare in contatto con un esponente dell'Opera (che, guarda un po', era il mio capo...) subendo le stesse situazioni raccontate da Pinotti: il proselitismo esasperato, il tentativo di annientamento della personalità, le continue ingerenze nella vita privata (con l'obiettivo di cancellare amicizie passate e presenti non legate a quel mondo: solo isolandoti dalle tue amicizie ti possono catturare nelle rete!), il tutto condito da un'ipocrisia senza limiti: chi fa parte dell'Opera, per fare un esempio, non deve rivelare a nessuno di esserne membro, e così il mio capo laureatosi all'università dell'Opus Dei, con amicizie solo legate a quel mondo, un giorno giunse addirittura al punto da negare di essere credente! Ho dovuto rinunciare al lavoro, rimanendo per mesi senza occupazione, per sfuggire a questa pericolosissima spirale. E a parlare non è il solito anticlericale, ma un cattolico praticante da una vita, con l'unica colpa di non conoscere fino a qualche anno fa quel mondo. Ed è stato proprio un sacerdote, al quale ho raccontato la situazione che stavo vivendo sul posto di lavoro a invitarmi ad abbandonare tutto ("Gira alla larga da quelli", mi disse). Leggete, leggete Pinotti. E ricordate che Gesù Cristo i mercanti del tempio li prendeva a frustate: parentesi, gli esponenti dell'Opera sono nella maggior parte nel mondo della finanza, guarda un po' la coincidenza.

  • User Icon

    tina lombardi

    15/09/2009 19:34:09

    contenuto del libro insostenibile.Frequento l'opera da 12 anni e vi trovo sempre quel profumo di pulito, quell'amore per la persona-di qualsiasi estrazione essa sia-quella gioia di vivere che contagia chi vi si accosta. E poi essenzialmente un vissuto Cristiano che ti porta a bene percepire la Parola di Dio,a leggerla, rileggerla fino a quando avverti di entrare in dialogo con Dio Padre.

  • User Icon

    Pietro

    12/09/2009 21:34:27

    La solita disinformazione. Ma quale segretezza? L'Università della Navarra è segreta? Le sedi dell'Opus Dei in giro per il mondo sono segrete? E i siti internet? Consiglierei all'autore la lettura di "Opus Dei" scritto da un suo collega, John L.Allen.

  • User Icon

    Augusto

    20/07/2009 08:01:05

    Che libro triste, triste! Leggiamo il Vangelo, urgentemente!

  • User Icon

    Elpidio

    23/06/2009 13:24:21

    Io dal canto mio ringrazio quei membri dell'Opera e chiunque altro ci richiami alla gravità della nostra defezione, della nostra infedeltà e disobbedienza, perchè in questo modo ci agevolano nel compito di riparare con una robusta penitenza il pessimo impiego che abbiamo fatto dei doni ricevuti da Dio. (un ex aggregato)

Vedi tutte le 97 recensioni cliente

Per la prima volta in Italia, in questo libro appassionante il giornalista dell'Arena di Verona, Ferruccio Pinotti, dà la parola alle persone che, spesso attraverso pesanti drammi personali, sono uscite dall'Opus Dei. L'autore ha avvicinato l'Opera frequentando gli incontri dell'organizzazione nella sua città, Verona, definita la "Pamplona d'Italia" per il grande potere detenuto dall'Opus Dei e "capitale" della finanza cattolica. Immergersi nella vita segreta di questa "chiesa nella chiesa", fondata dal sacerdote spagnolo Escrivà de Balaguer nel 1928, che conta 85.000 membri in tutto il mondo, non è stato semplice. I centri nelle eleganti ville collegate da cunicoli sottostanti, le scuole di ogni ordine e grado affiliate, i club e le iniziative che ne sono emanazione, segnano la presenza dell'Opus Dei a Verona, a Roma e in tutte le grandi città italiane. E' una rete capillare e silenziosa che si regge sugli sforzi di coloro che offrono tutta la loro esistenza all'Opera.
Ferruccio Pinotti in questo libro dà voce a chi, tra mille difficoltà, è riuscito a uscirne. Persone che avevano compiuto "voto" di povertà, castità e obbedienza e che avevano ceduto tutti i propri beni all'organizzazione. Laici che dopo 10, 20, 30 anni di esistenza al servizio dell'Opera, ne escono senza una pensione, spesso senza un lavoro né una casa, private dei legami familiari e vittime di profondi sensi di colpa. Come Emanuela Provera, ex "numeraria" di Milano che racconta l'umiliante condizione della donna, l'uso del cilicio sulla coscia per due ore al giorno, la pratica del frustarsi le natiche o la schiena nuda il sabato. Soffrire, pregare, lavorare per l'Opus Dei: nella giornata di una giovane numeraria non c'è posto per altro. Spesso sono le adolescenti a venire arruolate, ragazze fragili che entrano nell'istituzione per la mancanza di una figura paterna. Coscienze deboli e immature, come quella di Amina Mazzali, di Firenze, che racconta nel libro la sua esperienza di quindicenne nell'Opus Dei, la mortificazione corporale, l'instillazione del senso di colpa, l'autoannientamento psicologico e il proselitismo esasperato che tutte le "numerarie" dovevano effettuare per reclutarne di nuove.
Storie incredibili ma vere, da tutta Europa e anche dagli Stati Uniti e dal Sud America. Esperienze umane che Ferruccio Pinotti ha raccolto in queste pagine e che si aggiungono alle ricostruzioni dei legami strettissimi tra l'Opera e gli ambienti della politica, dell'alta finanza e del Vaticano, portandoci dentro una delle più potenti e controverse organizzazioni della Chiesa di oggi.

  • Ferruccio Pinotti Cover

    Giornalista e saggista da anni impegnato su temi civili e di attualita, ha pubblicato libri il cui obiettivo primario e quello di raccontare e smascherare i poteri forti. Giornalista a «L’Arena» di Verona, ha scritto per «Micromega», «Corriere della Sera», «L’espresso», «Il Sole 24 Ore», «la Repubblica», «il Fatto Quotidiano». A New York ha lavorato per la Cnn. Tra i suoi libri più importanti, Poteri forti (Bur 2005), che tratta dell’ascesa dell’Opus Dei e della misteriosa morte del banchiere Roberto Calvi dopo il crac del Banco Ambrosiano; Opus Dei segreta (Bur 2006, nel 2008 è uscita un’edizione spagnola), che riporta testimonianze di ex numerari dell’Opus... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali