Categorie
Editore: Fazi
Collana: Lain
Anno edizione: 2013
Pagine: 517 p., Rilegato
  • EAN: 9788876251672

Età di lettura: Young Adult

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 13,50

€ 18,00

Risparmi € 4,50 (25%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Clara Parravicini

    24/09/2013 12.07.54

    L'Ordine della Chiave è il quarto e, ahimè, ultimo libro della sensazionale saga di Black Friars di Virginia De Winter, per cui io nutro una vera e propria venerazione. In questo libro la narrazione si alterna, in maniera molto originale, da Eloise a Sophia, passando attraverso, ovviamente, ai rispettivi compagni, Alex e Gabriel, creando un quadro esaustivo e completo della storia da ogni punto di vista. Perdersi tra i tanti personaggi, tutti incredibilmente reali, interessanti e vividi è così facile e credibile che quando si chiude il libro ci si mette un po' a lasciare i vicoli e le stradine gotiche e romantiche della Vecchia Capitale o le polverose aule dell'università. Difatti ho dovuto impormi di leggere lentamente questo libro perché, sapendo che sarebbe stato l'ultimo, volevo godermelo più a lungo possibile. Passando alla trama, questo volume risulta forse un po' più gotico degli altri, visto il reale pericolo del Presidio, che nei precedenti capitoli era più che altro uno spauracchio, che faceva realmente paura solo nella notte di Ogni Santi in cui era libero, stando all'antico patto stipulato coi Blackmore, di camminare sulla terra. Quando il patto però viene infranto, e proprio dal Principe della Chiesa, la situazione si complica. Le uniche due persone in grado di ostacolare de Plessy sono Eloise e Sophia, rispettivamente un'evocatrice e una Blackmore con sangue di presidio nelle vene, per questo il Cardinale , nei precedenti romanzi, aveva tentato di eliminarle. Affascinante l'approfondimento sulla vita, amicizie, amori e morte di Clarisse Granville, che la lega al Principe della Chiesa e a misteriosi omicidi, nonché alla Rivolta. Guerre e alleanze, amori e passioni, matrimoni da fiaba e romantici corteggiamenti... Libro perfetto!

  • User Icon

    Elanor

    23/09/2013 11.13.11

    Ho cominciato la saga di Black Friars in maniera del tutto casuale e mi sono ritrovata con un libro alquanto "strano", sembrava il regno della confusione, non aveva una trama definita ma me ne sono innamorata. I personaggi, le descrizioni, l'ambientazione erano incantevoli e attraverso "le nebbie del presidio" ne ho intravisto il potenziale e non mi sono sbagliata. Gli altri tre libri sono perfetti, però, secondo me,il finale del 4 è troppo affrettato,arriva all'improvviso quando ti aspetti di sapere cosa succede ai personaggi che hanno accompagnato il lettore in questo straordinario viaggio e, invece, arrivano i titoli di coda... Sappiamo di Eloise e Axel ma avremmo dovuto almeno sapere anche di Sophia e Gabriel. Leì e l'ultima dei Blackmore, tutta la storia le ruota intorno, lei salva tutti e poi....niente. E tutti gli altri personaggi???? A questo punto spero in un quinto! Comunque, per me, Virginia De Winter è la migliore scrittrice italiana nel panorama fantasy, ha tutte le carte in regola per continuare a raccontarci grandi storie e le cinque stelle vanno all'intera saga.

  • User Icon

    Stefania

    26/07/2013 10.57.08

    La serie di Black Friars è una delle poche che mi sia mai capitato di leggere, in cui l'autrice riesce a tener vivo l'interesse del lettore dal primo all'ultimo volume. Do il merito di questo pregio al fatto che abbia creato un mondo ricco di sfaccettature e ben congegnato, in grado di assorbire completamente la mente di chi legge. Tanti personaggi, ed ognuno ben delineato ed allo stesso tempo unico. Altro punto a favore che contribuisce a rendere imperdibile il romanzo è il fatto che non cada nell'ovvietà. Assolutamente non scontato. Ha disilluso le aspettative che mi ero creata nel primo volume, ribaltandole, e regalandomi pagine ancora migliori di quanto mi potessi aspettare. La trama è complessa, ma costruita a regola d'arte senza lasciare spazi d'ombra o situazioni in sospeso, rivelando quel gusto per il dark ed il gotico che non può non piacere. Appassionante, travolgente e sensuale. È troppo sperare che Virginia torni presto sulla scena con altre novità? Con questa saga è stato amore a prima vista. Impossibile togliersela dalla testa. Dovete assolutamente leggerla anche voi

  • User Icon

    Emily Alexandre

    14/07/2013 20.38.56

    Virginia torna con l'ultimo capitolo di una saga che ha fatto innamorare tantissimi lettori e torna dandole una degna, indimenticabile, conclusione. I misteri disseminati nei primi tre libri si sciolgono e risolvono in una corsa per la sopravvivenza, in pagine dai toni più cupi in cui la presenza del Presidio è sempre più forte e devastante. La bellezza dell'amore di Axel ed Eloise, immortale in tempi in cui persino l'immortalità non sembra essere sinonimo di vita eterna, diventa l'unica certezza (quello, e il fascino di Bryce, tutore protettivo e adorabile che, impegnato com'è a salvare la vita della scapestrata pupilla, a volte si dimentica il malessere mortale settimanale). Ritroviamo tutti personaggi, non solo i cinque esauriti mascherati, Sophia e Gabriel, Julian e Jordan, ma anche Rafael ed Emelyn ( *_* ) e Damian e le adorabili Lara e Megan e i vampiri Blackmore, e l'amore, alla fine, sembra avere la meglio persino sui cuori più algidi. I luoghi palpitano attorno al lettore grazie alla magistrale mano descrittiva dell'Autrice che non lascia nulla al caso, omicidi efferati richiamano alla memoria morti irrisolte da decenni che trovano la propria soluzione in antiche magie, matrimoni verranno celebrati in pompa magna e riunioni di re e reggenti saranno nascoste, le armi dell'Ordine della Croce si uniranno ai loro sette Cavalieri e la Rosa di Blackmore tornerà per quest'ultima epica battaglia. Sacro e profano che si fondono e confondono in quella Vecchia Capitale indimenticabile che Milady de Winter ha costruito, che ci ha ospitato e continuerà ad ospitarci, perché una sola lettura di questa meraviglia non sarà mai abbastanza.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione