Categorie

Editore: Giuffrè
Anno edizione: 2007
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: XI-362 p.
  • EAN: 9788814134753

La presenza della Confessioni religiose nello svolgimento di attività sociali e assistenziali è imponente, sia negli ordinamenti europei sia extraeuropei, e si concretizza attraverso innumerevoli istituzioni, le cui attività spaziano da quelle più propriamente di religione e di culto a quelle di beneficenza, assistenza, istruzione.
Il settore sanitario è uno dei campi dove maggiormente hanno luogo intersezioni fra diritto comune ed esigenza, da parte di strutture di matrice confessionale, di mantenere un'area di specialità.
L'ospedale religioso è oggi una struttura senza fini di lucro che non si rivolge più esclusivamente agli appartenenti ad un determinato credo, né tantomeno rappresenta un ambiente destinato a fare opera di proselitismo.
Nella maggior parte dei Paesi esso si pone in un rapporto di cooperazione con la sanità pubblica, offre i suoi servizi all'intera collettività e si apre ad un contesto pluralistico. Si tratta di strutture che, in forza del loro inserimento in un tipo di organizzazione sanitaria che integra pubblico e privato, ricevono in vari modi forme di sovvenzionamento da parte dello Stato, e sono soggette pertanto a forme di controllo pubblico con riferimento all'attività esercitata e alla rispondenza a standards tecnico-qualitativi.
L'opera affronta le problematiche relative agli enti ecclesiastici esercenti attività diverse da quelle di religione e di culto, con particolare riguardo a quegli enti che si impegnano nel settore sanitario sia nel contesto italiano sia in una prospettiva comparatistica fra Italia e U.S.A., ma pure con un excursus della situazione di altri ordinamenti europei ed extraeuropei, ponendosi in prosecuzione con il primo tomo, ove questa tematica veniva approfondita con specifico riferimento all'ordinamento statunitense.