€ 4,00

€ 7,99

Risparmi € 3,99 (50%)

Venduto e spedito da IBS

4 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    HULK

    08/04/2010 15:46:16

    Palcido 'Michele' ha dei limiti ben precisi e tenta di infrangerli regolarmente. Non essendo 'Ma credendo di esserlo' un autore, non è nemmeno un buon mestierante, mette mani con la sensibiltà di un elefante in tutti i generi. O meglio prende a modello che so Francesco Rosi, Bolognini, etc cercando il ricalco. Al solito ci si ritrova spesso con film ambigui 'Fotoromanzo criminale', oppure vaqui 'Ovunque sei', dimeticavi Truffaut , di cui ha girato come Archibugi, Mazzacurati, etc l'ennesimo remake dei 400 colpi, capolavoro ed autore IRRAGIUNGIBILE, per Placido e compagnia.

  • User Icon

    Roberto

    05/05/2007 17:19:38

    Il motorino, le foto, il bacio, il cane, la teoria sull'infinito e sull'incomprensibilità, la teoria sull'amare. Emozionante e superlativo. Non lo si può capire solo dopo una prima visione. Se lo capisci è quasi inevitabile che ti piacia. Se non lo capisci è perché non hai compreso la teoria dell'infinito e l'incomprensibilità del dottore Accorsi. Proprio Accorsi recita qui uno dei suoi ruoli più convincenti.

  • User Icon

    sara

    24/04/2007 14:26:53

    La cosa migliore del film: Roma! Sceneggiatura quasi imbarazzante. Non so come Barbara Bobulova (che cmq non amo particolarmente) sia capitata in questo film.

  • User Icon

    silvana

    04/02/2007 19:23:08

    ho visto questo film senza leggere critiche /recensioni la prima impressione è stata quella di assistere ad una commedia di Pirandello, non l'ho trovato per niente originale e coinvolgente, poi l'ho rivisto una seconda e una terza volta mi sono ricreduta..... va visto più volte per capirlo fino in fondo, complimenti a Barbora Bobulova, ho visto altre interpretaioni di Stefano Dionisi (attore straordinario) mi dispiace ma il regista non ha saputo valorizzarlo con il personaggio di Leonardo.

  • User Icon

    LAURA

    28/08/2006 19:03:57

    Film psicologico e cerebrale, ovviamente per poche menti elette, come noto dalle recensioni...

  • User Icon

    Caesar

    15/02/2006 17:20:11

    In questo cinema italiano che va sempre peggio, un pessimo come Accorsi non può far altro che peggiorare ulteriormente le cose. Uno dei film più brutti degli ultimi tempi, sapientemente ridicolizzato dalla mano ultra-anonima dell'arrogante Placido e da una sceneggiatura al gruviera. Thumb down!

  • User Icon

    nico.

    21/01/2006 17:59:12

    Un altro film riuscito per Michele Placido, attore che ancora oggi subisce critiche negative (molte delle quali ingiuste) per il suo lavoro di regista. La trama Pirandelliana, la fotografia di Luca Bigazzi e le musiche di Ludovico Einaudi rendono "Ovunque sei" un buon film. Il merito di ciò va ad un buon cast composto da un ottimo Accorsi (verso il quale troppa gente incompetente offre stroncature gratuite all'uscita di ogni suo film), una dolce Violante Placido (aiutata questa volta da un personaggio cucito apposta per lei), una Bobulova che a fatica riesce ad imporsi sul nostro cinema nonostante i suoi più che notevoli risultati (vedi "Cuore Sacro" di Ozpetek). L'unico neo, probabilmente, è la scelta di Dionisi, non particolarmente ispirato. Giudizio finale:complimenti!

  • User Icon

    Amica

    21/01/2006 11:27:50

    Baaa!Non è che mi sia piaciuto molto.. I dialoghi sono abbastanza inesistenti, non si capisce bene il senso del film fino alla fine e anche in conclusione rimani un pò con l'amaro in bocca. L'ho trovato molto sconnesso e a tratti poco comprensibile, l'idea di base era anche buona ma trovo sia stata sviluppata in maniera molto debole.

  • User Icon

    STEFANO

    02/11/2005 08:54:19

    Il film a volte ha dei momenti di pausa... comunque non stanca e riesce a coinvolgere lo spettatore. Non capisco comunque tutte le critiche (dei critici!!?) al festival di Venezia 04. Io di ridicolo (il nudo di accorsi) non ho trovato nulla; E poi una nota di merito alla bravissima (e bella) Barbora Bobulova, attrice ancora troppo poco conosciuta e considerata.

  • User Icon

    Diego (Domodossola)

    02/09/2005 13:02:56

    Un film che mi ha colpito molto, un pò complicato da capire ma secondo me dal significato ricercato ed interessante. Mi è proprio piaciuto e devo dare un voto molto alto anche alle musiche che sono veramente bellle.

  • User Icon

    Alessandra (Treviso)

    01/09/2005 22:54:06

    La vita e la morte fisica si intrecciano con la vita ultraterrena, nel ritrovare la vita che era e la nuova vita che sarebbe potuta essere...nell'accompagnamento musicale molto suggestivo di questa ricerca poetica. Film profondo, va visto una seconda volta per apprezzarlo appieno nelle sue tante sfumature.

  • User Icon

    guido

    14/06/2005 15:13:01

    Ho letto da qualche parte "...Film ambizioso se non pretenzioso che lascia di stucco per la povertà delle soluzioni narrative e la superficialità con il quale viene trattato l'argomento. La sceneggiatura non affonda mai il colpo preferendo barcamenarsi tra i clichet di una quotidiana squallida storia di corna matrimoniali e i tentativi di una metafisica dell'esistenza snocciolati in leziosi monologhi fuori campo". TUTTO VERO, film inutile e anche corto ! si salvano solo le musiche di Einaudi che sono straordinarie... ma per quello bastava comprarsi il CD.

  • User Icon

    francesco

    09/05/2005 12:30:52

    ..con alcuni difetti di costruzione intepretativa....ma in compenso(Pirandello permettendo)..mi sembra abbastanza interessante...,l'amore con le sue colpe...difetti..la pretesa che tutto ci è dovuto...l'amore non è così...,e poi un interesse personale ...adoro Barbora...bravissima...ma soprattutto una persona molto umile.. ce ne fossero

  • User Icon

    peterblu76

    20/04/2005 17:01:42

    Dire che il film non ha difetti non avrebbe senso. Dire che la costruzione delle due dimensioni dei vivi e di quelli che sono sgusciati (per dirla con ozpetek) non sia a volte troppo audace e sperimentale sarebbe controproducente. Però non capisco ancora come mai non si riconoscano alcuni meriti del film: una sequenza introduttiva di inopinabile classe, condotta dal regista con maestria e accompagnata dalle note sempre sorprendenti di andrea guerra, la delicatezza con cui placido tratta i temi dell'amore, del tradimento, del ricordo, alcune buone prove di recitazione, una raffinata rappresentazione di ciò che accade la stessa note alle vite di persone i cui destini si stanno fatalmente intrecciando.. a volte non sono i difetti che rendono bellissime le persone? questo film è bellissimo.

  • User Icon

    Salvatore

    08/04/2005 01:43:11

    Tra i peggiori film che ho visto negli ultimi anni. Forse non lo avrò capito ma mi è sembrato vuoto e poco coinvolgente. Non lo consiglio.

  • User Icon

    Eleonora

    24/03/2005 10:38:56

    Ovunque sei un film emozionante! sottovalutato,il film ha bisogno di essere osservato in ogni sua minima sfumatura.Grande interpretazione di Barbora bobulova, con affianco un bravissimo Stefano Accorsi!ma i miei complimenti vanno soprattutto a violante placido!una straordinaria colonna sonora accompagna il film, che rende tutto piu magico...

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: 01 - Home Entertainment, 2005
  • Distribuzione: Rai Cinema - 01 Distribution
  • Durata: 85 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti; Inglese
  • Area2
  • Contenuti: commenti tecnici: commento del regista; dietro le quinte (making of); trailers; biografie